lunedì 27 gennaio 2020

NOI DELLE STRADE di Madeleine Delbrél

§ Stavo pensando e scorrendo tra i miei libri qualche ispirazione tra quelle che mi suggerisce a volte la lettura di un quotidiano, quando, un po' impolverato ha trovato " Noi delle strade "di Madeleine Delbrel prima edizione italiana 1969, Non è il racconto della sua vita ( 1904-1964) è una raccola di tanti suoi scritti,stampato da Gribaudi.§

* La lunga introduzione di Jaques Loew "Dio è morto...viva la morte" scrive:
  = Madeleine Delbrel ha diciasette anni. E' atea.
  = Se un giorno Dio, per lei, sarà Tutto, è perchè oggi essa va in fondo del Nulla.
  = Non si amerà Dio che scarsamente se non lo si è ignorato che  mediocremente.

* Penso che già questi pensieri, siano stimolanti. Se non conosciamo la misura esatta della nostra vita, sappiamo che sarà piccola, che sarà una vita piccolissima. Per alcuni l'infelicità ne occuparà tutto il posto. Per altri la felicità ne occuperà più o meno. Non sarà mai una grande infelicità o una grande felicità, perchè sarà tutta contenuta nella nostra piccolissima vita.

* L'infelictà grande, indiscutibile, ragionevole è la morte. E' davanti ad essa che bisogna diventare realisti,positivi. Dico: diventare. Io sono stupita dalla generale mancanza di buon senso. Ma è vero che ho solo diciassette anni e mi resta ancora molta gente da incontrare.

                       § Spero che ci siano diciasettenni che pensano così. Ne conosci? §

domenica 26 gennaio 2020

ESEMPIO di VITA FAMIGLIARE

* Oggi " Festa della Sacra Famiglia " dal Vangelo possiamo dire che Gesù vive:

. dall'Annuncio dell'Angelo a Maria e a Giuseppe in un clima stupito vive l'inizio della vita
. poi l'incontro sereno di Maria con Elisabetta e il Magnificat
. la nascita di Gesù in una stalla, lo stupore della visita dei pastori, dei Magi...
. e l'esperienza dell'emigrante...il ritorno degli esuli
. il silenzio fino al ritrovamento nel tempio a 12 anni con la risposta:  " Non sapevate...? "
. poi solo affetto, lavoro, preghiera
. e la vita pubblica fino alla Croce e alla Resurrezione...

* Possiamo recitare questa preghiera del Card. Carlo Maria Martini.

   O Dio nostro Padre, fa che la nostra famiglia assomigli sempre più alla Chiesa:
   abbia fede in Te, accolga la parola di Gesù come l'ha accolta Maria, sua madre,
   applichi il Vangelo alla vita di ogni giorno
   aiuti i figli a rispondere con gioia alla tua chiamata,
   fa che la Chiesa e la famiglia siano un'immagine della tua casa
   dove Tu ci attendi dopo il nostro viaggio terreno. Così sia.

* Possiamo fotografarla e appenderla dove si possa leggere da tutti...

sabato 25 gennaio 2020

STELLA DEL MATTINO

§   E' una bellissima canzone di Chieffo che forse conosciamo                                                                     da canticchiare come preghiera   §

* Ave Maria, splendore del mattino, puro è il tuo sguardo e umile il tuo cuore,
   protegga il nostro popolo in cammino, la tenerezza del tuo vero amore.

+ Madre non sono degno di guardarti, ma fammi sentire la tua voce,
    fa che io porti a tutti la tua pace e possano conoscerti ed amarti

* Madre, tu che soccorri i figli tuoi, fa in modo che nessuno se ne vada,
   sostieni la sua croce e la sua strada, fa che cammini sempre in messo a noi.

+ Madre, non sono degno di guardarti, però fammi sentire la tua voce,
    fa' che io porti a tutti la tua pace e possano conoscerti e amarti.

* Ave Maria, splendore del mattino, puro è il tuo sguardo e umile il tuo cuore,
   protegga il nostro popolo in cammino, la tenerezza del tuo vero amore:
   

venerdì 24 gennaio 2020

UNITA' DEI CRISTIANI: OSPITALITA'

§ Riprendo qualche pensiero del Papa per la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani; la capacità di ospitalità crea questa unità, come per Paolo e amici in pericolo a Malta At 27,13- 28§

* In mezzo alla tempesta sul mare alle numerose persone (260) che erano con Lui sulla nava, Paolo invita a non temere e annuncia loro che Dio non permetterà che un capello del loro capo vada perduto. La nave si arena sulla costa di Malta e tutti salvi raggiungono la terra ferma.

* E lì sperimentano qualche cosa di nuovo:in contrasto con la brutale violenza del mare ricevono la testimonianza della rara umanità degli abitanti dell'isola.Questa gente, per loro straniera, è attenta si loro bisogni: accendono un fuoco per riscaldarli, offrono riparo dalla pioggia offrono del cibo. Non hanno ancora conosciuto Cristo ma i loro gesti comunicano qualcosa dell'amore di Dio...

* L'ospitalità è una importante virtù ecumenica, significa che, in  quanto umani, gli altri: cattolici, protestanti, ortodossi...sono fratelli...e li accogliamo come un dono che ci viene fatto!   Eppure:uomini  e donne migranti affrontano viaggi rischiosi per sfuggire a violenze, guerra, povertà, tante volte trovano l'indifferenza e l'ostilità, e l'inospitalità li rigetta verso mali da cui sono fuggiti...

*...Tante volte non li lascino sbarcare nei porti ( come hanno fatto i Italia chi la pensa come Sal....) ma purtroppo a volte incontrano anche l'ostilità ben peggiore degli uomini. Sono sfrutati da trafficanti criminali, oggi...Mentre tutti noi cristiani, protestanti, ortodossi, cattolici...accogliendo gli altri ci avvicineremo tra noi e a Dio che è Amore.

giovedì 23 gennaio 2020

PER L'UNITA' DEI CRISTIANI: PREGHIERE della LITURGIA

        § Mi sempre utile ricordare alcune orazioni della CdS per l' Unità dei Cristiani                             le possiamo recitare personalmente o in famiglia o anche prima dei pasti §

* O Dio onnipotente ed eterno, che riunisci i dispersi e li custodisci nell'unità, guarda con amore il gregge del Figlio tuo; raccogli nell'unità della fede e nel vincolo della  carità quelli che un unico Battesimo ha consacrato...

* Manda a noi, o Padre, una rinnovata effusione della Spirito perchè, camminando in maniera    degna della nostra vocazione, offriamo al mondo la testimonianza della verità cristiana e operiamo fiduciosi per l'unione di tutti i credenti nel vincolo della pace di Cristo...

* O Dio, che ti sei acquistato un popolo di adozione con l'unico sacrificio del Tuo Figlio, concedi e conderva sempre nella Chiesa i doni dell'unità della pace; per Cristo nostro Signore, che in Gv 17,11 prega: " Padre santo, conserva nel tuo nome coloro che mi hai dato; che siano una cosa sola come noi lo siamo...

mercoledì 22 gennaio 2020

LA RIVOLUZIONARIA PER L'UNITA'

§ Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, mi sembra bello confrontarci con tutti §

* Si chiama Chiara Lubich ed è la fondatrice del Movimento dei Focolarini nata nel 1920 ora nel Regno dei Cieli. Alcune testimonianze.

+ Era eccezionale: chi la incontrava capiva din essere per lei in quel momento la persona più importante di tutte. Il suo grande sogno? Un mondo in cui tutti si scoprono fratelli / sorelle nella famiglia dei Figli di Dio.

* Su quali basi si fonda, per Chiara, la spiritualità dell'unità, della comunione?
La nostra spiritualità si basa sulla grande scoperta di essere tutti e ognuno immensamente amati da Dio. In risposta a questo suo amore si cerca di amarlo vivendo quotidianamente e concretamente la Sua Parola...

+ Se dovesse riassumere la sua principale eredità? Uno degli ultimi messaggi di Chiara era la semplice frase: " Siate sempre in famiglia! " ed è un riferimento alla figliolanza di Dio non solo un appello rivolto agli aderenti al movimento, ma alla figliolanza  di Dio di ogni essere umano e di conseguenza alla fratellanza universale che caratterizza tutto l'agire di Chiara.

+ Ed è una spiritualità risolta al mondo intero. Questo era il grande desiderio di Chiara:                    contribuire alla realizzazione della preghiera di Gesù al Padre:                                                            " " Che tutti siano uno affinchè il mondo creda!"

martedì 21 gennaio 2020

CAMMINI PER L'UNITA' DEI CRISTIANI

* Partendo dal poco: penso che questa unità si possa lentamnte realizzare se gli abitanti di un città che vedono crescere, nella periferia dove abitano, una chiesa nuova, che diventa Parrocchia. La Chiesa è dedicata a Gesù a Nazaret secondo la spirito di Charles de Foucauld che la Santa Sede riconosce come Patrono della Parrocchia.

* Quando si propone una volta la mese l' "ORA"Adorazione Eucaristica secondo la spirito del Patrono della parrocchia, la consapevolezza del compito dell'unità dovrebbe trovare la  chiesa colma almeno di 300 persone dei 9000 e più abitanti: invece ne trovo dai 10 ai 20 pressapoco. E' una coscienza che deve crescere per essere segno nel quartiere...

* Oggi leggo su Avvenire:" Un mondo diseguale: i 2.153 più ricchi hanno quanto i 4,6 miliardi poveri
meglio più poveri". Sarò fuori dalla realtà ma i cristiani uniti, messi insieme, potrebbero certametne aumentare lo spazio di vita che divide i ricchi dai poveri!
Ma mi sussurrano alle spalle che sono comunista. Allora vado davanti a Gesù Eucaristico a fare un po' di adorazione per me e per tutti. Anche ai tempi della mia giovinezza dicevano Gesù "comunista".