martedì 21 maggio 2019

UNA SPADA TI TRAPASSERA' L'ANIMA

* Come Simeone aveva detto in principio sul capo del Bambino al Tempio,una spada ti trapasserà. E adesso io c'ero e dicono che ci fosse anche Giovanni, ma non l'ho visto. Sentivo le guardie  respirare di sollievo. Immobili guardie del corpo, del solo corpo di Gesù. Tutto l'orrore del mondo nel corpo giovane che lentamente muore. Ma cosa pensavano di ottenere? Luce contro le tenebre, nel deserto.

* E l'hanno fatto scendere, corpo rotto senza grazia se non quella che gli vedeva il mio amore e ho gridato, silenziosa, al loro cuore di uomini, figli con madre, fratelli e affetti. L'ho avuto caldo ancora ma non era vivo, la pelle con il suo odore che non gli sentivo da anni, e l'ho accolto nelle pieghe del mantello già preparato ad accogliere tutti i dolori del mondo...Come avevo potuto pensare di metterlo al mondo ? Mi era stato mandato: lo avevo accolto, amato. Non ho potuto morire per lui.

* Mi era stato mandato, lo avevo accolto e amato. Poi è andato. L'ho seguito, sono stata discepola ...finchè ho imparato che Lui doveva andare. Ero l'amante, colei che ama. Non era pericoloso per nessuno Gesù. Non aveva mosso gli animi alla rivolta: l'adultera, era bella, ed è andata via libera.

* Ma quando sembra tutto finito...si sente un crepitio sottile, il nostro soffio gli dà vigore. C'è ancora, c'è ancora ! Adesso che sei qui per me il mondo nasce di nuovo,,,la creazione si avvera. Nostra Signora mi chiamano, donna di tutti, sì, madre del nostro nascere, come tutti, ma non da noi.
Madre del nostro non essere Dio.

lunedì 20 maggio 2019

GIUSEPPE E "LEI", MARIA, NELLE NOTTI

* Giuseppe era sveglio, al mio fianco. Le mani fredde hanno cercato le mie. " Maria parlano del suo potere." - "Potere di Bambino." - "Si dice che comandi al vento e lo faccia tacere con la mano." -
"Può essere il caso." - "Non è così." - "Lo so." - " Dicono che con la mano stesa ha fatto rialzare un bambino che era caduto." - " Era un gioco fra di loro." - " Tu l'hai visto ?" - "Si." - "Era un gioco?" -
" Per lui era un gioco. Non sa il suo potere." - " E noi lo sappiamo?"

* " E' arrivato con l'Angelo. Il Bambino ha l'arte di riparare..." - " Se vuoi partiamo.Andiamo dove nessuno sa chi siamo." - " Il Bambino sarà così in qualsiasi posto andiamo." - " Lo proteggeremo." -  " Non possiamo."  Il freddo ci aveva trasformato in pietra. Fermi nella notte ad ascoltare il respiro del Bambino, ancora noi, lui era nato in viaggio e poi in viaggio era cresciuto. Sembrava sempre pronto ad andare e sempre un miracolo il suo restare.

* " Lo proteggeremo, Maria." -  " Non ci riusciremo." - "Forse non dobbiamo riuscire. Quando la mia ombra sarà trascorsa e quello di chi può fargli male, il mondo invocherà il suo nome fino al giorno del Giudizio." - " La nostra ombra." - " La mia: Tu sei la luce." "Che parole sono Giuseppe?" - "Non lo so, Maria." - "No." - " Ma sono vere."

domenica 19 maggio 2019

I PRIMI CHE HANNO ACCOLTO LA PASQUA

* La moltitudine di coloro che erano diventati credenti ( in Gesù risorto ) aveva un cuore solo e un'anima sola e nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune. Questo è un fatto proposto: che cosa ha cambiato nella nostra vita e nei rapporti con gli altri avere accolto l'annuncio della Resurrezione di Gesù?

* Vi mostro la via più sublime, la carità...che tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta...e si rallegra della verità. Sono comportamenti che tutti noi possiamo avere. Non lasciamcoi vincere dalla mentalità borghese individuaalistica che ha fatto dell'Europa uno sfascio di individui da Messa la Domenica ( il 6% ) e non vivono certo la Chiesa, la parrocchia come comunione di persone.

* A chi guardare per imparare? Il Crocefisso è il segno e il modello. impariamo a guardarlo in silenzio e sentiamo Lui che ci dice: "non c'è amore più grande di chi dà la vita per i propri amici...amatevi come io vi ho amati...siate una cosa sola tra voi affinchè il mondo creda...!"

§ Sono grato per le letture della Celebrazione di oggi che mi richiamano al concretezza dell'amore.

sabato 18 maggio 2019

TRENT'ANNI e PICCOLA MAMMA

* Non ha fatto quasi nulla di speciale per trent'anni.I giorni trascorrevano così normali che a tratti anche i vicini avevano il tempo di dimenticare. Le chiacchere smettevano un poco alla volta. Le donne mi parlavano al pozzo e Giuseppe aveva nuove commissioni anche da chi ci conosceva.

* Non bisognva più che andasse lontano a offrie il suo lavoro. Costruiva tavoli, panche, sedie, e utensili come sempre. Gli affidavano anche legni pregiati. Il profumo di cedro arrivava fin dentro la casa e riempiva le stanze. Erano mobili di committenti ricchi. Gesù andava con lui e aggiungeva particolari che i servi gli avevano raccontato.

* Giuseppe invecchiava. Gesù gli era sempre più di aiuto. Se aveva un compito, nessun clamore lo ha annunciato per trent'anni. Questo mio figlio, regalo del Cielo è stato tanto con noi che ho potuto pensare di avere immaginato l'Angelo dalle grandi ali, diventato un punto lontano di nostalgia.

§  Impettita piccola mamma, diritta come il bastone fiorito di Giuseppe, hai raccolto un Bambino caduto dal cielo, lo hai salvato, si sarebbe sfracellato la terra è dura in Palestina.
Chi lo ha lanciato ? §

venerdì 17 maggio 2019

da "LEI" : CHI E' ?

* Come tutti i bambini: cresceva di latte, pappe e pianti...aveva gattonato, non volato; parlato le prime parole come gli altri bambini e io  controllavo alla fontana i bambini delle altre mamme: erano come lui...Una mattina ho visto. Aveva un uccellino in mano che stringeva come fanno i bambini. Avrei voluto correre da lui e dirgli di non stringere, ma ero incantata, finchè ho visto pendera la testina...

* Lui guardava e non capiva. " Su " dice. Non si muoveva la testina che oscillava nella sua mano. "Svegliati! Su!" Ho sentito il silenzio intorno, nessun rumore, un cinguettio di uccellini. Nessuno. La presenza era lui. Ha alzato gli occhi su di me e ha sorriso. Non è spaventato, non ha ancora capito...
Quando capirà che la sua stretta ha ucciso l'uccellino ci sarò io a consolarlo, ho pensato.

* Poi subito, dalle sue mani aperte , l'uccellino si è alzato in un lampo di piume ed è volato via.
Ha riso il Bambino. Ho visto la sua gioia dentro una vita che tutto comprendeva, anche la morte.
Ho ringraziato. L'Angelo. Dio. L'Angelo di Dio.

giovedì 16 maggio 2019

" LEI " : VENNERO I PASTORI

* E' chiarissimo che non sapevano. Cosa sa un pastore per natura. O anche un re. Un Dio che nasce in un fienile. E poi cosa ancora dovremme credere: che mangia e ha paura come noi.
Non sapevano che era lui.

* Ma il desiderio era forte. E si sono alzati col sonno che li confondeva.
Tanto era un sogno la stella.
E c'era chi sapeva ancora meno, e giurava la sventura.

* A guardarla si diventa ciechi.
A guardarla scende il fuoco e di noi fa una pira alta fino ai piedi del trono di Dio.
E sono andati. E lui ha saputo. Un bisbigliare lo ha svegliato lassù.

* Per questo si è fatto trovare. Quaggiù. Sì.

§ Se pensi, poche parole, per indicare lo stupore dei poveri  pastori  che l'hanno trovato. E noi? §


mercoledì 15 maggio 2019

MADRE AMMIRABILE !... ANCHE PER SCIOGLIRE I NODI

* Donne tutte della storia, venute dopo, chi vorrebbe essere al mio posto? Prego per voi, si, le mani alzate, il mantello largo verso un orizzonte che sembra toccare gli angeli fino alla prima cerchia.
I mille mantelli, trapuntati di stelle con cui vengo dipinta, mi riparano dal freddo dell'attesa infinita che tutto sia compiuto...

*  Perchè mi pensate in perfetta letizia come si potesse esserlo dentro tanto dolore ? Dentro questo attuale tremendo dolore dell'ingiustizia che non muore. E il mare, così vivo, diventa sarcofago di tutte le avidità, cecità, vergogne, crudeltà, omissioni, che sono centinaia, migliaia di annegati. Ne posso salvare uno, forse due, ma non cè forza per tutti...per me posso morire, ma loro? 
Non parlate di letizia. Costruite azioni che rendono felici o tacete di vergogna.

* Sciolgo i nodi. Davvero. Mi portavano il filo tormentato. Avevo mani giovani e scioglievo i nodi a uno a uno. Scioglievo i nodi e mi ringraziavano. Chi mi dato questo titolo ha ascoltato una volta che un angelo distratto ha lasciato socchiusa la porta del cielo.