martedì 17 gennaio 2017

CAROTA...UOVO...O CAFFE' ?

* Un cuoco in tre pentole diverse con acqua bollente mise una carota:prima era dura e non si piegava, dopo era diventata molle...mise un uovo con il guscio che proteggeva l'interno, liquido, ma dopo l'interno si era indurito...il caffè invece prima era polvere ma, messo a contatto con l'acqua bollente, divenne una bevanda profumata e gradevole...

Di fronte a  un problema, chi dei tre sei tu?

* Sei come una carota che davanti alle difficoltà perde forza e consistenza?o sei come l'uovo che davanti alle difficoltà si indurisce? o sei come il caffè in polvere che a contatto con l'acqua bollente sente dolore, ma quando l'acqua arriva al massimo di bollitura il caffè estrae il massimo del suo aroma e del suo sapore ?

* Io sono più simile all'uovo; ma mi piace desiderare che posso anche essere come il caffè per le persone che incontro e soffrono... ma soprattutto davanti al Signore e offrirmi a Lui perchè perdoni i miei peccati e con Lui essere capace di misericordia e rendere più buono e giusto il mondo.


lunedì 16 gennaio 2017

ERA DA TANTO TEMPO...

* Era da tanto tempo che mi sarebbe  piaciuto incontrarmi con loro...ci salutavamo cordialmente dopo la Messa e via. Oggi ci siamo trovati a tavola, in casa loro, semplicemente e ci siamo raccontati tanti episodi e ricordati belle situazioni...Sempre fedeli alla Cena del Signore ma negli incontri che proponevo...quasi mai...

* Era tanto tempo che nemmeno vedevo i loro figli: spariti travolti dalla mentalità del nulla dell'egoismo: mi piace, non mi piace, dal secondo me da nessun impegno della ragione per cogliere la realtà nella ricerca della verità...E' enrata in cucina la ragazza con un mezzo sorriso, senza una parola.

* Era da tanto tempo che ho letto la Evangelii Gaudium di Papa Francesco sull'annuncio del Vangelo oggi come proposta di gioia alla vita che coinvolge tutti: genitori, giovani, educatori. Adesso a Milano per la venuta del Papa viene proposto un convegno al riguardo.

* Solo alcune espressioni della preghiera mi fanno temere "parole" : aiutaci nella testimoninza della comunione, del servizio, della fede ardente e generosa, della giustizia. dell'amore verso i poveri...

domenica 15 gennaio 2017

ACQUA COME PREGHIERA

* "Mancava l'acqua...e il Signore disse: "Prendi il bastone e percuoti la roccia...! " Usci' l'acqua...E' la preghiera dei momenti duri della vita:occorre rimanere anche se duro, come la roccia...

* " sappiamo che tutta la creazione geme e soffre..."
Non possiamo quasi farci niente ma la nostra preghiera gemere interiormenmte chiedendo allo Spirito che ci aiuti a capire cosa fare...anche un piccolo gesto che ci stacchi da noi, dalle nostre cose...

* " Non hanno più vino...fate quello che vi dirà...e l'acqua nelle brocche divenne vino...
Forse non abbiamo brocche, nè acqua, nè ci manca il vino...ma la proposta della mamma di Gesù...vale per il nostro quotidiano!

sabato 14 gennaio 2017

LE SFIDE DELL' AFRICA

* Mi tolgo la malinconia atttaversando con Mondo e Missione, rivista missionaria, il Mediterraneo. Mi è sufficiente scorrere qualche titolo e qualche e qualche espressione per allargare cuore e mente.

§ L'Africa continua a piangere sotto il peso del perdurante sfruttamento coloniale, ma ancora più della corruzione della laedership locali che hanno rimpiazzato i padroni e gli amministratori europei... Piange l'Africa dove i bambini "nati diversamente abili" sono destinati alla morte perchè incarnazione di spiriti maligi e minacciosi...
,
§ In Eritrea non c'è nessuna famiglia che non sia stata toccata da un lutto...Lo scrive Padre Zerai arrivato in Italia nel 1992, decidendo di essere sacerdote dei migranti, impressionato dal fatto che nelle centinuaia di prigioni in Eritree o Libiche i migranti subivano trattamenti disumani e abusi, soprattutto le donne che venivano sistematicamente violentate dei militari...per questo fuggono dai loro paesi...

*Cuore e mente si allargano perchè fisicamene non posso fare nulla, ma  il richiamarmi questi incalcolabili dolori e ingiustizie mi sollecitano una preghiera più viva e una pazienza più offerta con Gesù che ingiustamene condannato si offre e io lo posso con Lui, nella Messa, Anche tu!

venerdì 13 gennaio 2017

COME VUOTO, COME NOSTALGIA

*Oggi è così ! Mi ento come vuoto e nulla mi rimane. Sfoglio giornali, libri...niente...Incontro qualche persona: saluti formali poi, niente...
Mi fermo anche in chiesa e faccio fatica a "entrare" nei salmi e nelle letture...

* Una bambina gravemente malata dice al medico..." vedi non sono nata per questa vita...un giorno mi addormenterò e il Padre buono verrà a prendermi e mi sveglierò nella sua Casa...e la mamma sentirà una nostalgia molto forte di me..."
"Cosa è la nostalgia? " "Nostalgia è un amore che dura per sempre...!"

* Forse oggi ho nostalgia della pienezza che solo il Signore mi darà. Vivere con impegno l'attesa !


giovedì 12 gennaio 2017

SILENZIO E AUDACIA

* Il silenzio è terribile e colpevole: è il silenzio di tutti  si può dire, che dopo mille giorni dal rapimento di più di duecento ragazzine in colleggio del Nord-Est grida l'indifferenza della nostra società e di tante associazioni e movimenti anche cattolici...Era il 2014...

* Alcune sono riuscite a fuggire, alcune liberate; quelle liberate quasi tutte incinte, segno delle violenze subite: costrette a convertirsi sotto la minacccia delle armi, matrimoni forzati, stupri a ripetizione, botte, fame...come hanno testimoniato le superstiti...

* E noi, in silenzio, il nostro cuore forse è piccolo per ricordare e pregare per questo male... basta sentire "le parole"  che formano le cosidette preghiere dei fedeli opera di qualche...curiale !

* Ma, un giornalista del Vaticano tornato dalla Nigeria, dice  di avere sentito alcune di queste ragazze liberate:"...siamo anche disposte a perdonare, perchè bisogna creare una nuova Nigeria, dimenticando al violenza...serve il perdono..."

Un filo di speranza nel buio, un'audacia che ci fa tremare !  

mercoledì 11 gennaio 2017

UNA GIORNATA

* Non sei ancora sveglio del tutto ma fai un pensiero;"...Ti ringrazio di avermi creato...conservato...Fai fatica a camminare e allora fai ciclette...dicendo un Rosario...

* Vai in chiesa a recitare il Breviario ma il sonno retroattivo ti cancella qualche frase dei salmi...Torni in sacrestia e sei assalito dai cattolici che non vogliono che aiuti i rom perchè sono tutti ladri.

* Fai una corsa in Banca per sapere chi e come ritirare il soldi...se ce ne sono ancora quando muoio...Passo per la clinica a verificare se possibile eliminare un po' tanti dolori che sento...

* Mi ritrovo con amici di san Luca, come ogni tanto, per un pranzo famigliare in oratorio...Uscedo scopriamo che la mia auto ha un faro che non si accende...Tutti i tecnici forcano e disfano, mi portano dall'elettrauto ma basta un mio tocco e tutto va...

* Torno a casa...gioco a carte con i vecchietti come me...vado in chiesa a pregare...un'orretta...Celebro e ci sono in chiesa una persona anziana, Antonella che, in carozzina, viene sempre, una ragazza straniera...i parrocchiani...non pervenuti...

* Sono le 19 e mi fermo. Ma rendo grazie al Signore di tutto...e mi faccia sorridere...