mercoledì 26 settembre 2018

I GIOVANI LA FEDE E LA SCELTA VOCAZIONALE

§ E' il tema del Sinodo dei giovani: si terrà a Roma in Ottobre: Vescovi e giovani assieme. Alcuni giovani hanno detto(leggo dai giornali: qui al corso Biblico su Gesù e le donne...niente giovani) §

* Sarà come essere all'ONU non con dei politici ma dei Vescovi: parlerò e porterò la mia esperienza di vita, la precarietà di tutti i giovani, le difficoltà a fare scelte durature...il vissuto in parrocchia con la formazione dei gruppi...portare la voce dei giovani. Nel nostro piccolo ci proveremo... (Gioele)

* Stefania dice: " E' importante confrontarsi, collaborare, ascoltare vedute differenti. Il pensiero unico è un male, mentre la diversità è bella... Tutti hanno bisogo di coordinate, di costruire ponti in una società sempre più liquida caratterizzara da nazionalismi e da muri..."

* Ci si aspetta che con questo Sinodo la Chiesa aiuti a sviluppare proposte concrete, alte, che diano senso alla vita e sappiano parlare ai desideri dei giovani perchè sappiano trovare la strada della propria vita e possano sognare...(Simone)

*Il tema del Sinodo è sicuramente attuale, perchè i giovani vivono momenti di grande difficoltà per il lavoro e la precarietà della vita famigliare...Non vorrei che i giovani siano semplici destinatari e strumenti da utilizzare. Mi auguro che il Sinodo faccia prendere coscienza che noi giovani siamo capaci di pensare, collaborare e portare il nostro contributo...(Margherita)

§ Tenterò di aggiornarci quando si svolgerà il Sinodo:"I giovani, la fede, e la propria vocazione"

martedì 25 settembre 2018

E' POSSIBILE PARLARE STANDO ZITTI ?

* Sembra una soluzione ideale una specie di protesta: oggi tutti parlano, troppi parlano, pochissimi ascoltano e le parole sembrano servire più ad allontanarci gli uni gli altri invece  che avvicinarci.
Consiglio di un vecchio: "Quano tutti parlano o urlano, tu taci!"

* Nel Vangelo non c'è alcuna parola detta da Giuseppe:è l'uomo del silenzio, dell'obbedienza silenziosa...E Giuseppe prende in mano questo Mistero e aiuta con il suo silenzio con il suo lavoro...
In un romanzo bellissimo si parla di lui, si intitola: " L'ombra del Padre "...

* E' se Gesù uomo ha imparato a dire "papà", "padre" al suo Padre che conosceva come Lui, Dio, lo ha imparato dalla vita e dalla testimonianza di Giuseppe: l'uomo che custodisce, l'uomo che fa crescere, l'uomo che porta avanti ogni paternità e ogni mistero e non prende nulla per sè-

* Possiamo davvvero parlare stando zitti ? Giuseppe per esempio ha parlato sempre nel silenzio, nonostante il silenzio, anzi in forza del suo silenzio. E in quel silenzio ha insegnato Gesù a parlare.
Ricordiamolo e impariamo, nel silenzio, a parlare con Gesù nel Tabernacolo...

lunedì 24 settembre 2018

UNA LETTERA A TUTTI

§ Mi hanno consegnato questa lettera di una donna di 56 anni, che sta partendo:per il Paradiso? L'ho pensato! per un Monastero di clausura? forse...leggo con voi qualche pensiero:

*Oggi 36 agosto ho iniziato il mio bel viaggio verso il mio amato sposo: ringrazio ognuno di voi per l'amore, il sostegno, la preghiera, la presenza di cui mi avete fatto dono ogni giorno...Ringrazio Dio per avermi concesso il dono di condivire con voi un pezzetto di strada...

* Non siate tristi amici: parto per raggiungere quel posticino che Lui ha preparato per ognuno di noi.
Ogni volta che veniva qualche dubbio, risuonava nella mia mente questo assa del Vangelo: " Maria, credi tu a questo?" E ogni volta rispondevo " Si Signore io credo!" L'abbandono mi ha ridato forza...

* Ho trovato finalmente la strada che da anni cercavo, ho trovato con voi la forza e l'amore che solo la misericordia di nostro Signore riescono a dare. Non abbiate paura di accostarvi a Lui; vi sentirete un po' matti, ma cosa è la vita senza un pizzico di follia?

          § In attesa che apra tutti noi, dico io, "..la bianca porta...e, Signore, Ti troverò"!  §

domenica 23 settembre 2018

UN PANE PER LA VITA

* E' ovvio: la nostra vita è a volte faticosa come quella di Elia in fuga che si ferma e dice:" Basta, Signore..." come noi in certi momenti difficili, di delusione, di stanchezza...Ma Gesù è sempre presente per sostenere il nostro cammino, magari in un piccolo tabernacolo di legno lungo la strada...
Guardalo: è presente come chi soffre e ti dice: " sono con te, nella mia passione"...

* Un giovane militare incontrando nella disfatta in Russia don Gnocchi, che era cappellano, gli disse:
" ...hai lì Gesù?" . Tirando fuori
dalla borsa la piccola pisside, gli fa la comunione e quello se ne va dicendo: " Adesso vado, con Lui..." Dobbiamo sempre dire così tornando dalla Comunione...

* " Io sono il pane della vita...se uno mangia di questo Pane vivrà in eterno..." dice Gesù!
Pensando alla Comunione che facciamo siamo coinvolti e poniamoci la domanda:"Sono io che porto Gesù...o e Lui che porta me..." Lasciamoci portare e dialogando con Lui, come quando lo riceviamo del resto, parliamo di noi, dei figli, dello sposo/a, del quotidiano e chiediamogli: "...cosa devo fare? "

§ Lui ci dirà di andare sereni con Pane che ci conduce alla Casa del Padre.

sabato 22 settembre 2018

EMERGENZA SOLITUDINI : SONO D'ACCORDO...E TU?

* Gli italiani sono più soli. Il rapporto Istat e anche i rapporti europei mettono a fuoco questa realtà:la solitudine crescente degli italiani .Il 13% dei nostri concittadini, non ha una persona cui chiedere aiuto...Non è un dato legato a un progressivo in vecchiamento normale della popolazione...

* Il nodo della questione però non è di costume: è culturale e antropologico. La gente è più sola stiamo assistendo al laboratorio di un nuova società. quella del secolo che avanza di una globalizzazione che fa perno sul vivere in città, ma distanti gli uni dagli altri.

* Vivere individualmente è tanta parte della spirito del nostro tempo è così l'uomo e la donna sono più soli...senza contare la solitudine di chi è malato ma soprattutto degli anziani...(come me!)

* L'affermazione di Dio nella Genesi: " non è buono che l'uomo sia solo..." ci chiama a ripensare tante scelte che quotidianamnete ci allontanano rendendo più dura l'esistenza di ognuno. In questo senso la vita vissuta secondo l'insegnamento del Vangelo, è una risorsa per tutti...

§ Dice Gesù e lo vado ripetendo: voi che credete in me siate una cosa sola, anche con gli anziani e con chi non conosccete,affichè il mondo creda...

venerdì 21 settembre 2018

TU NE PARLI ? GRADIREI UN ACCENNO DI RISPOSTA

* Chi si arricchisce con i migranti:dovranno rendere conto a Dio coloro che traggono giovamento economico dal  clima di sfiducia della straniero in cui l'irregolarità o l'illegalità del soggiorno favorisce e nutre un sistema di sfruttamento che  a volte da vita a forme vere e proprie di schiavitù.

* Viviamo tempi in cui sembra riprendere ampia diffusione sentimenti di sospetto di dispezzo e perfino di odio verso lo straniero che ledono gravemente la dignità delle persone coinvolte e i loro diritti fondamentali incluso lo stesso diritto alla vita e all'integrità fisica e morale.

* I razzismo è un peccato, radicalmente incompatibile con la fede cristiana. Il nazionalismo populista è una strategia politica che cerca di promuovere paure, al fine di affermare la necessità di un potere autoritario per proteggere gli interessi del gruppo dominante..

* E' in nome di questa "protezione" che i populisti giustificano il rifiuto di offrire rifugio, di ricevere o integrare persone o gruppi di altri paesi...Ma è un riflito contrario all'esempio e alla chiamata di Gesù Cristo: Le iniziative populiste sono contrarie e incompatibili connil Vangelo.

§ Parliamone e proponiamo idee e continuti cristiani a chi ama l'umanità...

giovedì 20 settembre 2018

ONORIAMO I GENITORI ?

* Il quarto Comandamento ( Francesco Papa li sta spiegando all'udienza del Mercoledì) ha una caratteristica: contiene un esito. Dice infatti: " Onora tuo padre e tua madre...perchè si prolunghino i tuoi giorni etu sia felice nel paese che il Signore, tuo Dio, ti dà" Onorare i genitori porta auna vita lunga e felice. Felicità nel Decalogo compare solo legata alla realazione con i genitoti...

* Il quarto comandamento non parla della bontà dei genitori, non richiede che padri e madri siano perfetti...dice una cosa straordinaria! Anche se non tutti i genitori sono buoni e non tutte le infanzie sono serene, tuti i figli possono essere felici, perchè il raggiungimento di una vita piena e felice dipende dalla giusta riconoscenza verso chi ci ha messi al mondo.

* Onorare i genitori che ci hanno dato la vita. Se tu ti sei allontanato dai tuoi genitoti, fa uno sforzo e torna, torna da loro che forse sono "vecchi". Ti hanno dato la vita, una cosa meravigliosa! Devi chiederti per chi? Dicevo ieri al funerale di un mio amico morto improvisamente:"...lui è tornato al Padre ...e noi dove stiamo andando col dono della nostra vita che ci hanno fatto i nostri genitori?