giovedì 25 agosto 2016

...MA IL SIGNORE NON ERA NEL TERREMOTO

* Tanto dolore, tanta tristezza, tanti morti, tanti perché...anche nella mia mente...
   Faccio qualche considerazione:

= Nella regione i terremoti sono frequenti, ma gli esperti dicono che bisogna stare all'erta con la prevenzione. Ma ci sono troppi umani che speculano. E' crollata una scuola appena costruita:dopo il terremoto dell'Aquila non avrebbe dovuto accadere:figuriamoci chiese e monumenti e casa antiche...

= Un fatto certamente significativo è la mobilitazione di tanti, di tutti per ricuperare i "sepolti"...Tanti episodi significativi di una umanità che c'è ancora: ma non deve emergere solo in questi casi.

=  Il Papa, in piazza san Pietro, ha evitato di fare il suo discorso e ha invitato tutti alla preghiera recitando il Rosario. Miglia di voci si sono alzate al Cielo implorando.
Perché Dio non è nel terremoto. (1 Re 19) In principio Dio creò il cielo e la Terra, ma l'evoluzione ha formato e sta ancora formando stelle e pianeti...

= Ci sono stati centinaia di morti in questo terremoto che ci sconvolge...e migliaia di morti che cercavano libertà e pace sono stati inghiottiti dal Mediterraneo...

* Satana è in tutti questi mali e provoca tante lacrime...Cristo ha già vinto Satana e noi dobbiamo stare aggrappati al Crocefisso  perché la Speranza conforti e ci aiuti nella vita. Sempre.

mercoledì 24 agosto 2016

RAGIONE E FEDE

* Entrando in classe cominciò a fare lezione di Religione puntando tutto non sulla fede ma sulla ragione. Gli interessava che i ragazzi fossero felici e riscoprissero le domande profonde che avevano dentro come costitutive del loro essere, dunque della ragione,
Gli interessava l'"io" di ciascuno di loro, non la sorte del Cristianesimo in generale.

* Il senso religioso è ragione pura di cui è dotato ogni essere umano. Umiliare, nascondere queste domande è contro la ragione, contro l'io. E la fede in Cristo è risposta alle domande ultime della ragione. E le domande sono: perché vivo? Quale è il mio Destino ? Con quale criterio scegliere?
...e le altre che sai, penso, anche tu!

* Don Giussani si impegnò a insegnare Religione nelle Scuole Superiori perché, chiaccherando sul treno con alcuni ragazzi dello scompartimento, si accorse che sui problemi di fondo erano a zero!

* Allora come oggi, dico io, con qualche eccezione. Ma poche!

martedì 23 agosto 2016

LEGGO...

* Il Papa ai Valdesi: "Uniti accanto agli ultimi..."

* All'Angelus: " Gesù è la porta e ci conduce alla comunione con il Padre dove troviamo amore, comprensione protezione...e questa porta è stretta perché ci chiede di restringere e contenere il nostro orgoglio che ci gonfia e la paura ad accogliere gli altri,i diversi...

* Alla Madonna,Porta del Cielo, chiediamo di cogliere le occasioni che il Signore ci offre...

* E' l'amore che già sulle terra è fonte di beatitudine di quanti nella mitezza, nella pazienza e nella giustizia si dimenticano di sé e si donano agli altri, specialmente i più deboli ...

* Faccio fatica a comprendere troppi cristiani  che rimproverano e mi rimproverano  perché cerco di aiutare una rom, una tra gli ultimi, debole, piena di bugie...

Da Qualcuno, da qualche parte devo imparare...cosa devo fare secondo te?

lunedì 22 agosto 2016

SCRITTO SULLA SABBIA

* Alcuni pensando a Dio. Ma di questi tempi è difficile...non pensano...nulla...
Altri lo pensano forse come a una macchina, un computer si dice oggi, che tiene tutto segnato per l'ultimo Giudizio...e spesso nella storia se ne parlato così, anche tra credenti cattolici, protestanti...

* Ho letto che l'unico libro dei conti di Dio è quello che aveva Gesù: era di sabbia. Quel giorno... rico gli chiesero un giudizio sull'adultera: Gesù si chinò e scrisse sulla sabbia...

* La sabbia dimentica tutto, cancella tutto, non rimane niente sulla sabbia. Gesù scrive sulla sabbia per dirci che il peccato è perdonato, se ti rivolgi a Lui trovi solo un abbraccio.

* Mi è venuto di sottolineare questo fatto in questo anno della Misericordia; è un anno in cui è bene confessarci spesso, almeno una volta mese dico spesso, per sentire l'abbraccio della Misericordia.

domenica 21 agosto 2016

SIATE PERFETTI

* Questo invito mi suona male e mi sembra impossibile; ma la Parola della Liturgia di oggi
   (XIV Domenica dopo Pentecoste del Rito Ambrosiano) mi dice:

= c'è un luogo che mi aiuta in questo compito: la mia  chiesa con la presenza di Gesù

= mi aiuta a non essere estraneo alla vita di Dio ma a rinnovarmi nello spirito vivendo l'uomo nuovo che c'è in me con il Battesimo,  ricordando la scelta fatta di rischiare la vita sulla proposta di Gesù

= significa che il mio parlare deve essere si,si -no,no -  che il mio agire è dare chi ti chiede perdonare chi ti offende - amare chi non ti ama

L'ideale dell'uomo / donna secondo Vangelo è "Siate perfetti come il Padre vostro celeste" .
Devo pregare  e desiderarlo.  Anche tu!



sabato 20 agosto 2016

" TU SEI UN BENE PER ME "

* E' il tema del Meeting di Rimini che Cl propone da anni.
  Il Presidente Mattarella ha partecipato ieri  con un intervento molto significativo
  focalizzando l'atteggiamento nei confronti degli emigranti dicendo:
  " Il problema non si risolve con un " vietato l'ingresso" ...

* Il Messaggio del Papa tra l'altro dice: "Tu sei un bene per me" è un titolo coraggioso...troppe volte si cede alla tentazione di chiudersi all'orizzonte ristretto dei propri interessi ...così che gli sono considerati un fastidio, un ostacolo...

C'è una parola che non dobbiamo mai stancarci di  ripetere e soprattutto  testimoniare: il dialogoScopriremo che aprirci agli altri non impoverisce il nostro sguardo ma ci rende più ricchi facendoci riconoscere la verità dell'altro...

Vi incoraggio a porre attenzione alla personale testimonianza creativa...a continuare l'impegno di prossimità agli altri facendo a gara nel servirli con gioia secondo l'insegnamento di don Giussani:
" Lo spirito cristiano vibra di impegno ed esalta tutto il bene che c'è in chi incontra e lo fa partecipe del disegno che sarà compiuto nell'eternità..."

venerdì 19 agosto 2016

NON DIMENTICHEREMO GLI OCCHI DI OMRAN

* Li abbiamo visti tutti in TV o sui giornali e non dimenticheremo gli occhi di Omran e il suo volto sporco di polvere e sangue e il gesto con cui cerca di pulirsi le mani impastate di fango e sangue ritraendole quando si accorge che sporcherebbe il cuscino dove è stato deposto tratto dalle macerie...

* Sono occhi forti e implacabili come gli  occhi del piccolo Aylan su un spiaggia dell'Anatolia di qualche tempo fa.

* Sono gli occhi che guardano l'Occidente che massacra e distrugge una delle più antiche e belle città come Aleppo perché la cattiva coscienza dei "capi" dell' Occidente: America, Russia, Europa  è dominata da Satana, sta vincendo Satana...

* Sono certo che gli occhi di questi bambini sono quelli di molti, di migliaia, uccisi dal nostro mondo  che massacra e distrugge  perché vive senza Dio...ha ucciso Dio... 

* Ma Gesù risorgendo ha vinto Satana e, nel buio di questa certezza, Lo prego e continuo a sperare con gli occhi impastati di polvere e sangue come quelli di Omran. 
Fallo anche tu!