martedì 25 aprile 2017

LETTERE DEI CONDANNATI DELLA RESISTENZA

* Il titolo è "Lettera dei condannati a morte della Resistenza italiana" 1943-1945
Il volume che ho io, ne conntiene 390. Sono di cattolici e no, sono uomini e donne che sono stati fucilati perchè non volevano che il fascismo con il nazismo dominassero l'Italia. Li ho sempre letti consapevole che questi uccisi dai fascisti sono state tutti accolti alle porte del Paradiso da un Angelo che diceva: " Avanti "

§ Cari genitori e tutti familiari, il giorno 11 marzo mi prese la milizia che mi ha portato a Siena. Cara mamma gli uomini mi condannano a morte e io ha fatto la confessione e la Santa Comunione, perdono a tutti e bacioni a tutti voi e pregherò sempre per voi. Desidero che siate contenti e pensatemi sempre felice: muoio contento senza peccato...ci rivedremo in Paradiso...vostro Renato ( Contadino di anni 19 nel corso di un rastrellamento è preso con venti suoi compagni  che vengono uccisi subito al Cimitero...)

§ Cara Gianna, mia figlia adorata, è la prima ed ultima lettera che ti scrivo in queste utime ore, perchè so che continuo a vivere in te. Sarò fucilato all'alba per un ideale, per un fede che tu un giorno capirai appieno.  Non piangere per la mia mancanza come non piango io, il tuo babbo non morirà mai e ti vorrò sempre un bene infinito...il cappellano ci è sempre vicino e ci aiuta...vai sempre orgogliosa per la morte di tuo padre...(Paolo Baccini 36 anni docente universitario costretto a lasciare  l'università...entra nel movimento clandestino di Torino...fucilato il 5 Aprile 1944)

Mi piacerebbe avessimo tutti questa passione per la vita, la famiglia, la Comunità cristiana...

lunedì 24 aprile 2017

MI PIACEREBBE PARLARE...

* Forse l'ho appena scritto, ma alcuni amici, abbiamo cominciato di 50 anni fa, che ho incontrato, mi hanno proposto che stanno organizando in parrocchia un incontro mensile su problemi della vita, della fede, della politica...discussioni su avvenimenti della società e del mondo, della Chiesa...

* Pensavo e mi sono venute in mano alcune parole di un volumeto che già altra volte ho sfogliato...Ho trovato alcune proposte; ce ne sono di meglio se ci diamo dentro. Ecco:

§ Filosofo: chi ha un problema per ogni soluzione...
§ Galateo: l'arte di sbadigliare a bocca chiusa...
§ Giovanna d'Arco: il primo esempio di gioventù bruciata...
§ Grillo: cantante in erba...
§ Intelligenza: quel bene la cui somma è costante...mentre la popolazione aumenta...
§ Ingiuria: argomento di chi non ha argomenti...
§ Locale equivoco: luogo in cui di corretto vi è solo il caffè

domenica 23 aprile 2017

M I S E R I C O R D I A...

* E' l'esito della Pasqua che evidenzio così dalla Liturgia di oggi,Domenica dopo Pasqua

§ Impedirono loro di parlare...un primo gesto di Misericordia è parlare di Gesù in tutte le occasioni...
§ Rinnovare la coscienza che abbiamo di Cristo consapevoli di essere una cosa sola con Lui non dobbiamo parlare tanto per parlare ma consapevoli della sua proposta di vita...
§  La dolcezza della Misericordia la sperimentiamo nel sacramento della Riconciliazione che è l'incontro con Gesù "Mio Signore e mio Dio" perchè non siamo increduli ma credenti come viene richiamato Tommaso...

Come si impara? Considerarmi (considerarci) a N azaret con Gesù, Maria e Giuseppe e agire come agirebbero loro:è la Misericordia presente...

sabato 22 aprile 2017

UN PRANZO ALL' APERTO

* Comincia dal desiderio buono di stare insieme collaborando a sintetizzare gli inviti, a preparare il fuoco, ad arrostire salamelle, bistecche, ad attendere che arrivino tutti mentre si prepara la tavola e i primi arrivati cominciano con baci e saluti a rendere vivo...il tendone e il piccolo parco circostante...

* Continua col pranzare sorridente gioioso ( ma non ho visto nessuno fare o chiedere il segno della Croce) e si continua a parlare del più e del meno, soprattutto di come vanno i bambini, come crescono, cosa mangiano, quanto dormono...si accenna alle vacanze...

* Si procede e si parla anche dei bambini a scuola, degli insegnanti non sempre capaci, delle partite di calcio a secondo le età...si scopre una colomba al cioccolatto, si finisce di stare al cellulare con i colleghi di classe dopo chiaccherate lunghissme, si buttà là la proposta per prossimo incontro con la risposta positiva: "...e vedremo..."

* Io stanco per i miei dolori fisici faccio il giro per salutare tutti e mi ritiro... nei miei appartamenti! E' stato semplice, bello, tra amici nella fede, almeno come desiderio...!
Ma in fonfo al cuore mi rimane un filo di tristezza. Sarà l'ultima età che emerge...

venerdì 21 aprile 2017

SE RAGIONI: PROBLEMI...

* Il coraggio della pace.Tra qualche giorno il Papa si recherà in Egitto. E' segno di un grande coraggio per tentare la pace tra i popoli che sparano e si sparano, e tra religioni cristiane di Occidente e di Oriente, perchè Francesco chi andrà con Bartolomeo, patriarca ecumenico di Costantinopoli. E non sempre queste religioni sono state d'accordo. Adesso un gesto di unità...

* Il nocciolo della fede cristiana:Gesù risorto è vivo! San Paolo non era un chierichetto per quanto diligente, ma insegna netamente che Gesù è morto, sepolto, risorto e apparso:è vivo! Il cristianesimo è questo! La ricerca di Dio nei nostri riguardi:Gesù ci ha presi gratuitamente, per non lasciarci! Essere cristiani significa non partire dalla morte ma dall'amore di Dio per noi che l'ha sconfitta...

* Il voto finale della Camera al testo del DAT  (Disposizioni anticipate di trattamento ) in ordine alla richiesta di morire vinendo il dolore è avvenuta all'insegna dell'asse PD-M5S. Ma il mondo cattolico non può essere d'accordo. anche se può esserlo su problemi  come sulla pulizia della città, non può esserlo sul problema della vita e della morte che non ci appartengono dall'inzio alla fine.
Credo che in questa linea sia stato l'intervento di Tarquinio, direttore di Avvenire, sul giornale cattolico di ieri e su Corsera.

I problemi sono vivi: teniamoci aggiornati e parliamone tra noi...

giovedì 20 aprile 2017

OGGI AI MASSAGGI

* E' un ambiente tranquillo, se mantieni gli orari, arrivi quando gli altri escono, se ci si conose di vista almeno un sorrisino o un saluto. e entri nel tuo reparto massaggi Non mi è stato difficile prendere confidenza con il mio massggiatore , giovane e simpatico. Si è cominciato a parlare dell'Inter...poi della sua ragazza che va Messa quai sempre mentre lui quasi mai... del lavoro...

* Oggi mentre mi "lavora"  si rivolge agli altri che io non vedo, e sono controllati sugli essercizi che svolgono dalle telecamere, e domanda loro: "... Vediamo di voi chi va a Messa la Domenica ? " incredibile ma tutti rispondono:"...io non vado quasi mai...io non vado,,,io dormo...qualche volta vado con la mia ragazza..." Sorrido tra me perchè ieri i Papa ha parlato del " nocciolo della fede..."

* Quando esco ci incrociamo tutti e quattro ed è un scoppio di sorrisi saluti complimenti: " o don Egidio che bello trovarla!...come sta?...Lei mi ha fatto la prima Comunione...Credo ancora ma..."Io abbozzo sorridendo..."...adesso che ti vedo mi ricordo...e la preghiera? e la Messa...?" Sorrisi! Solo uno, grande e grosso si volta, gratta la testa un po' vergognoso....

Spero che nellla vita prima o poi emerga il richiamo: Dio c'è, ci ama, ci attende  !


mercoledì 19 aprile 2017

ELIMINARE LA DOMENICA ?

* Io problema è ormai da titoli di giornali, da proposte sindacali, e di uomini di partiti se sono interrogati come quelli del M5S. Mi sembra che le risposte siano quasi tutte superficiali o di genere economico.Voglio dare qualche indicazione secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica da cui hanno attinto tutte le chiesa cristiane

* Il terzo comandamento dice che Dio ha benedetto il giorno di sabato perchè si fa memoria del riposo di Dio nel settimo giorno della creazione e secoli dopo anche della liberazione di Israele dalla schiavitù.
* Gesù riconose la santità del sabato e dice " il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato
*I cristiani hanno sostituito il sabato con la Domenica perchè il giorno dopo il sabato la nuova creazione è iniziata con la resurrezione di Gesù:il giorno dopo il sabato il sepolcro è vuoto e la Domenica, dies Domini, completa e illumina il cammino ebraico del sabato.

*Per questo è importante riconoscere civilmente la Domenica come giorno festivo per avere  il tempo per curare la vita religiosa, famigliare, sociale...

NB. Questa "campagna " è un altro segno, illusorio, di volere eliminare Dio.Non si può!!!