domenica 19 febbraio 2017

FRANTUMARE E RICOSTRUIRE L'AMORE

*  " La gioia dell'amore "  e il desiderio che sia per sempre di tutti gli innamorati. Ma non è l'esito di una istintività; per questo, anche nei confronti di Dio ci sono in Comandamemti. Ma i comandamenti fanno sentire costretti dalla legge" e scatenano in noi tutti le passioni e portano frutti di morte.

* Chi è senza peccato scagli la prima pietra ...disse Gesù a coloro coloro che  gli condussero davanti una donna colta in adulterio dicendo che secondo la legge doveva morire. Se ne andarono tutti cominciando dai più anziani...Va in pace disse Gesù, io non ti condanno...ma non peccare più !

* Come si ricostruisce un amore frantumato? Se ci si è preparati al Matrimonio consapevoli che l'Amore  è volere il Destino dell' altro/a che è Dio il perdono è la fatica di ricreare l'amore iniziale.

E' indispensabile per tutti e due trovare tempi di silenzio per ricuperare la propria identità perosnale, la propria risposta alla chiamata che il Signore fa a ciascuno noi:" Vuoi seguirmi "?
E vivere, creare una comunità educante, una amiciza nella fede, una Chiesa viva! 

sabato 18 febbraio 2017

" SCOUTEME, SIGNORE DIO...!"

* Mi sono fermato al titolo che diceva in " Val di Fassa " si incatena il Diavolo !
Diverso volte ci sono stato, anche celebrando, al Santuario della S. Giuliana, martire del 305 circa, ricordata perchè "incatena il Diavolo" .

* Lo "incatena" perchè Satana non riesca a vincere la mente e l'atteggiamento delle persone di sempre e che oggi sembrano in  particolare l'egoismo, il materialismo, il razzismo che eleva muri...L'elenco dei mali da incatenare è lungo ed esigerebbe tante catene perchè Satana e i suoi soci tanti...

* Sono convinto che le tante catene possano essere le nostre preghiere quotidiane ( le recitiamo ?) e questa preghiera in comunione con la pietà popolare di santa Giuliana della Val di Fassa: " Scouteme, Signore mio..."  traduco: "Scuotimi Signore Dio ..." dalla mia indifferenza, dalla mia superficilità, dalla poca passione per te e la tua Chiesa che solo per la sua forza e Misericordia incatena il Diavolo.

" Scouteme, Signore Dio...!"

venerdì 17 febbraio 2017

U N' A M I C I Z I A...

* Pensavo che mi piacerebbe, in questa  situazione di "clero residente", trovarci, almeno cominciare a trovarci, per vedere come stiamo vivendo l'amicizia sorta in questi anni tra noi. Non ho trovato risposte molto disponibili. Per ora chiudo qui.

* Ieri sera nell'incontro in cui tutti i parrocchiani erano venuti (16 adulti e due giovani!) per vedere come siamo Chiesa in questo quartiere e in questa città, in attesa della venuta del Papa... alla fine, quasi alla fine, chiedendo la parola ho detto che la Chiesa è una amicizia nella fede. Lo siamo?

* " L'amicizia è un rovescire la propria esistenza nella vita dell'altro, diceva don Giussani.
E sono convinto e ho cercato in questi anni e spererei, che tutti quelli incontrati nella compagnia generata dall'incontro con Cristo abbiano preso coscienza del nostro bisogno di un luogo in cui questo rovesciare sia possibile. Anche se forse sperimentato solo alcune volte e solo con alcuni...

* Abbiamo bisogno di qualcuno che si senta arrichito da ciò che viviamo e da come lo viviamo, che desideri che ci apriamo a lui per aprirsi a sua volta a noi.
Ma per tanti non ci sono riuscito, forse è stato così anche per te e non ti sei accorto!
Ogni amicizia umana è riverbero dell'originale struttura dell'essere: di Dio che è comunione di persone e noi Sia immagine: comunione di persone.

giovedì 16 febbraio 2017

C A P I T A...

* Quando chiedo a qualche famiglia se mi invita a pranzo per il giorno dopo, trovo sempre delle risposte gioiose. Capita a volte che, ieri sera, sette famiglie mi hanno risposto che spiacenti non poteva proprio per motivi diveri. Alle 21 ho smesso di chiamare pensando: " Mi arrangerò come spesso è capitato nella mia vita...poi questa mattina la Claudia, che tra venti giorni andrà per un mese a trovare i suoi in Ecuador, mi dice che sarebbe andata a lavorare nel pomeriggio; problema risolto..

* Questa mattina mi capita poi di sapere che una persona, che mangiava a una mensa, quel giorno era stata espulsa per cattiva condotta? sarebbe da parlarne...l'ho invitata e abbiamo pranzato a casa mia...

* Nella lettura di oggi sul Breviario ( il libro delle Ore, del sacerdote ) era scritto: " ...Non sono forse un apostolo? E non siete voi mia opera nel Signore?...dico a quelli che mi accusano: non abbiamo forse il diritto di mangiare e di bere?...chi pianta una vigna senza mangiarne il frutto?...Se abbiamo seminato in voi beni spirituali, è forse gran cosa se raccogliamo beni naturali?...non metterai la museruola al bue che trebbia, ha detto...Mosè..." ( 1Cor 9,1-11)

Mi aspetto...migliaia di inviti a pranzo o a cena!!!

mercoledì 15 febbraio 2017

SAN VALENTINO

* Non  so voi ma per questa festa ho ricevuto di inviti a incontri sessuali osceni. Spero siano finiti! Un giovane, interogato da me, mi ha detto che non le picciono queste feste inventate, preferisce regalare ogni tanto un fiore alla sua ragazza con al quale convive già: lei va a Messa lui a volte.

* Di san Valentino sin hanno notizie da due tradizioni diverse che confermano il fatto che è un martire che ha dato la vita per essere fedele a Cristo qualunque sia il paese natio..
* In Italia é festeggiato soprattutto a Terni " con feste religiose dalla fede debole " ha detto il Vescovo. Curioso e significativo che, alla festa dei fidanzatini, fossero presenti anche copie con carrozzino e neonato. Almeno hanno evitato l'aborto;un omicidio...

* Perchè questo rapporto con san Valentino non si capisce, leggende; ma fare questa "Festa" significa ricordare che "L'amore non è sessualità ma segno del volere il bene dell'altro con tutto se stesso anche la sesualità quindi secondo progetto del Creatore, testimoni fino al martirio della coerenza alla fede, della libertà religiosa, della preoccupazione e cura della città, della Società..."

Parole di un Vescovo, io, qui, recentemente ne ho già scritte di parole al riguardo:ricordi?

martedì 14 febbraio 2017

A PROPOSITO DEI GIOVANI

* Tra sacertoti del nostro Decananto emerge spesso il fatto dei giovani  che ci sono, ma molto pochi, agli incontri o alle iniziative proposte dalla Parrocchia. Io oggi, come responsabile, sono tagliato fuori da tutto; ma i venti anni nelle Scuole Superiori come insegnante di religione, con la proposta di partecipare al " raggio" di GS prima e CL e poi, e i sessanta anni come coadiutore e parroco in sei parrocchie, ho vissuto una esperienza diversa. Semplicemente, la propongo.

* Sia nelle Parrocchie che nelle Scuole la risposta dei giovani è sempre stata viva e ha permesso diverse iniziative e presenze nella scuola e nel quartiere della parrocchia. Perchè? Le risposte che ricevo oggi, con il saluto di tanti uomini e donne sposate e anche di alcuni che hanno scelto la via religiosa, mi dicono che il motivo è che, attraverso me, le proposte che facevo, hanno fatto incontrare Gesù e la Chiesa come risposta alle loro esigenze giovanili confuse o incerte sul senso della vita.

* Ma non come risposta già scritta, data sui foglietti di invito agli incontri, ma come proposta da vivere partendo dalla loro condizione . Dicevo: "...provate per un anno a fare come vi propongo e poi ne parliamo: io vi dico che sarete più contenti...! "

* Chi ha provato, per questo mi ringrazia ! 
Sono certo che ogni sacerdote faccia il meglio che può  e sà !

lunedì 13 febbraio 2017

A PROPOSITO DI UOMO e DONNA

* Pare che debba uscire un nuvo documento sul Matrimonio. Te ne propongo uno...!

Il marito dia alla moglie ciò che gli è dovuto, ugualmente anche la moglie al marito. La moglie non è padrona del proprio corpo, ma lo è il marito; allo stesso modo anche il marito non è padrone del proprio corpe, ma lo è la moglie.
Non rifiutatevi l'un l'altro, se non di comune accordo e temporaneamente, per dedicarvi alla preghiera, poi tornate insieme.

Ai non sposati e alle vedove:è buona cosa rimanere come sono ma...è meglio sposarsi che bruciare.

Se un fratello ha una moglie non credente e una donna una marito non credente, se consentono di rimanere insieme, non si ripudino...Ma se il non credente vuole separarsi, si separi, non siamo soggetti a schiavitù...che sai tu donna (credente) se salverai il marito o tu uomo ( credente) se salverai la moglie? ( salverai = riuscirai a convertire ) Dio vi ha chiamati a stare in pace!

Rileggi questo brano magari commentato in 1Cor 7,1-16 . L'ho letto questa mattina...