sabato 19 gennaio 2019

LE ULTIME COSE. MORTE, GIUDIZIO, INFERNO, PARADISO

§ Io immerso nei libri per preparare la predica, tu per lavorare e guadagnare tanto, molti per fare bene il loro quotidiano in casa, in famiglia, nella società, negli affari, in opere di beneficienza...ma dopo la morte ci sarà il giudizio di Dio e poi...inferno o paradiso. Ho trovato questo racconto:

* Una donna semplice, serena e servizievole al termine della vita terrena si strovò in una lungo ordinata fila che andava verso il Giudicce supremo...man mano che si avvicinava udiva cosa dicevano i primi della fila al Signore:
= Tu mi ha soccorso quando mi ero ferito in autostra e mi hai portato all'ospedale:entra nel Paradiso
= Tu hai fatto un grosso prestito senza interessi a una povera vedova.: entra a rivevere il premio
= Tu hai fatto operazioni chirurgiche  molto difficili e sei riuscito ad aiutarmi a dare vita: entra!

* La povera donna tutta intimorita con il cuore che batteva forte e timorosa arrivò davanti al Signore, non sapeva cosa dire ma lo vide sorridente e il Signore le disse: " Tu hai stirato tante camicie, tutte mie camicie. entra nell gioia del tuo Signore!"

* Anche l'ordinario è straordinario se fatto semplicemente cosme servizio al Signore1


                            

venerdì 18 gennaio 2019

SENTIMENTI

* Non lasciarsi anestitizzare l'anima.Non lasciatevi anestitizzre l'anima, ma puntate al traguardo dell'amore bello, che richiede anche la rinuncia, e un "no" forte al doping  del successo ad ogni costo e alla droga di pensare solo a se  stessi e ai propri comodi.

* Dio fa sempre il tifo per noi. Quando nella vita capita di puntare in basso anzichè in alto, può aiutarci questa grande verità: Dio è fedele nell'amarci, persino ostinato. Ci aiuterà che ci ama più di quanto amiamo noi stessi, che crede in noi più di quanto noi amiamo noi stessi, che crede in noi più di quanto noi crediamo in noi stessi, che fa sempre il tifo per noi.

* E' triste vedere un giovane senza gioia perchè siamo sempre i suoi figli amati. Ricordiamoci di questo all'inizio di ogni giornata dicendo: " Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e che mi dai ancora questo giorno. Ti offro le azioni della giornata..."

§ Ogni volta che dico Dio, cosa dico?

giovedì 17 gennaio 2019

UN SANTO POPOLARE

*Si chiama Antonio ed è celebrato in tutto i mondo cattolico. La sua Festa a Gerusalemmme si celebrava già nel V° secolo la sua festa, oggi, è nel giorno della sua nascita al cielo: 17 Gennaio.
Era nato in Egitto dove visse fin a 20 anni una vita semplice con i suoi genitori e sorella. Rimasto orfano sentì rivolto a sè il richiamo di Gesù:" Vendi tutto quello che hai dallo ai poveri avrai un tesoro nei cieli..."  Quale richiamo di Gesù sentiamo urgente per la  nostra vita?

* Si ritirò in una grotta egiziana, poi sulle rive del Mar Rosso e il suo esempio, a passa parola, cominciò a essere seguito da molti che fuggivano il mondo per ritirarsi nel deserto per Dio solo.
Sant'Atanasio suo primo biografo la chiamava " fondatore dell'ascetismo" e certamnte migliaia di persone lo seguirono. Restò nel deserto per più di 80 anni morendo vecchissimo nel 356.
Qualche volta faccio, dico, o rinuncio a qualche cosa  per Gesù ?

* Pochi santi ebbero la sua polarità ma ebbe anche molte tentazioni e  venne chiamato il santo delle tentazioni. Antonio le vinse sempre anche chiedendo al Signore che gli venisse vicino per vincerle...
e si sentiva rispondere: " sono qui hai vinto la tua battaglia ti farò ricordare da tutti!"
Infatti pochi santi ebbero la popolarità di sant'Antonio Abate. A Padova e dintorni si diffonde anche ora. Per vincere le tentazioni di ogni tipo e...se ci viene il fuoco di sant'Antonio rivolgiamoci a lui!

mercoledì 16 gennaio 2019

LUOGHI DELL' INFINITO

* E' una rivista mensile legata ad Avvenire, che, in questo ultimo numero, ha pubblicato delle foto bellissime del Cosmo, con una infinità di stelle e di costellazioni. Mi è venuta alle labbra e nel cuore di cantare come la prima volta ho fatto con Chieffo nel 1964:

Non so proprio come far per ringraziare il mio Signor, Lui mi ha dato i cieli da guarda,                       Lui mi ha dato il mondo per amar e tanta gioia dentro il cuor!

* Si è curvato su di me ed è disceso giù dal ciel per abitare in mezzo a noi e per salvare tutti noi...

E quando un dì con Lui sarò nella sua Casa abiterò,
nella sua Casa tutta d'or con tanta gioia nel cuor.
Lui mi ha dato i cieli da guardar, Lui mi ha dato al bocca per canta
Lui mi ha dato il mondo per amar e tanta gioia dentro il cuor!

martedì 15 gennaio 2019

NOTIZIE DA UN QUOTIDIANO DI OGGI

* E' tornato in carcere l'ex terrorista dei Proletari armati. Sceso dall'aereo, capo chino, non ammanettato come fanno di solito...Un famigliare delle vittime, rimasto ferito alle gambe, ha detto: "  Adesso non trasformiamolo in un orco..mi aspetto che venga trattato con tutti i diritti e il rispetto cge deve avere un detenuto. La fila dei ministri che erano all'areoporto facevano tristezza, a me.

* Non dividiamoci sui poveri. E' l'invito del presidente dei Vescovi italiani Bassetti nel discorso in preparazione all'Assemblea. Vorrei arrivare all' Assemblea con un progetto condiviso...è la sintesi di quanto Bassetti ha detto, ma non solo un appello a rifare il Partito Popolare, ma prima di mettersi insieme a riflette per avere punti unitari di impegno politico che non è solo fare un partito.

* Non litigate mai davanti ai figli, consiglia Francesco Papa nel giorno del Battesimo di Gesù...è normale che gli sposi litighino, sarebbe strano il contrario! Voi forse non percepite l'angoscia che riceve un bambino quando i genitori litigano. Fermatevi e dite, magari insieme con loro una preghiera e un abbraccio.

lunedì 14 gennaio 2019

MILANO CITTA' DELLO SPIRITO

* Uno strano prete:nato a Milano 1867 ordinato sacerdote dopo gli studi nel Seminario Maggiore di Milano, viene trasferito in diverse parrocchie;don Giuseppe muore a Milano nel 1941. Ha una fama notissima per il suo strano modo di guarire con  proprietà di erbe medicinali che conosce ...Ai suoi funerali vengono migliaia di persone colme di gratitudine  raccolgono una somma perchè venga seppelito al Monumentale. Lo chiamavano el pret de Ratanà ( da Retenate era iniziata la sua fama)

* Lo scandaloso Giovanni Testori:un cantore delle inquietudini, dei malesseri  e sordimenti della Milano di "El punti de la Ghisulfa" e " La Gilda del Mac Mahon". " Il Dio di Roserio" . Testori, con il suo dolore, era omosessuale, e la voglia di amore era sperduto.disse don Giussani che lo conoceva e a lui fu riconoscente anche dal letto della malattia in san Raffaele. Ebbe difficoltà anche alla discussione della sua Tesi in cattolica:prima  si ritirò, poi la riprendetò:110 ma senza lode.

* Newman : era anglicano,si convertì, divenne cardinale e nel viaggio verso Roma, si fermò a Milano: ne fù forgorato: visitò chiese e monumenti per qualche giorno e disse: "Questo è il luogo più  meraviglioso che mi impressiona più di Roma inginocchiatosi sulle reliquie di sant'Ambrogio"...E' una benedizione così grande quella di poter entrare...nella chiese sempre aperte...piene di preziose immagini e reliquie disponibili al passante che voglia inginocchiarsi accanto...

= Anzitutto città, ma davero ancora oggi dello spirito, con tante iniziative di carità come disse il Sindaco Pisapia al Papa Benedetto XVI nella sua visita a Milano.E' una città ma è piena del mondo,disse Vittorini. Invece Suaitamatti nel libro "Colori di sangue". " Qui si incontano si accumulano i pensieri di tutti:preghiere, paure e speranze, gioie e dolori...Milano!

§ Sintesi mia (evs) dopo aver letto " Milano nell'anima" di Aldo Maria Valli ed Laterza.§ 
  

domenica 13 gennaio 2019

OSSERVAZIONI NELLA FESTA DEL BATTESIMO di GESU'

* Dopo di essersi messo in fila con tutti gli altri e avere ricevuto il Battesimo da Giovanni, Gesù stava in silenzio e pregava. Che cosa avrà pensato? Avrà pensato che era terminata la fase iniziata con Abramo del popolo ebreo, e continuata nel tentativo di avere un territorio per il popolo; un tentativo fatto di tante fasi e di tante guerre...Adesso, avrà pensato, siamo dominati dai romani.

* Era venuto per invitari a rompere ogni muro di separazione; Egli era Colui che voleva la nostra pace, abbattere ogni muro di separazione, cioè l'inimicizia e abolire la legge fatta di prescrizioni e di decreti. Penso che è quello che dovremmo fare oggi: quanti muri di separazione si sono alzati in Europa, negli Stati Uniti...per abolire e tenere lontani gli stranieri.

* E quante famiglie si sono divise rompendo il vincolo di comunione che avevano accettato celebrando il sacramento del matrimono...e quanti battezzati sono ostili agli stranieri anche se sono battezzati! ( è una vergogna ! ) 

* Come Gesù fermiamoci almeno a pregare con più amore a Gesù e agli stranieri, non con parole ripetute continuamente, ma con il silenzio che accompagna il nostro sguardo al tabernacolo, dove Gesù vivo è presente...col desiderio che in noi e nella società si rompa ogni muro di separazione.

sabato 12 gennaio 2019

LA CARITA' CHE COSTRUISCE

* Ieri sera nel salone della Parrocchian Gesù a Nazaret c'erano centinaia di persone per un pranzo di lavoro. Erano persone adulte, qualcuna più giovane, che sono impegnate: una parte alla ricerca del lavoro e una parte di aiuto e collaborazione di chi lo ricerca. Mi sembra che molti siano di CL ed è segno di una fede vissuta. Sono stato contento e spero riescano a trovare lavoro a chi non ne ha.

* Ho visto una foto di persone che lavoravano per costruire delle croci. La didascalia diceva: " I detenuti del penitenziario la Joya di Panama costruiscono 250 confessionali per la Giornata mondiale della Gioventù che si terrà dal 22 al 27 Gennaio. Preghiamo per tutti loro e per la Giornata.

* "Dalla certezza che la grazia di Dio è con noi proviene la forza di avere coragio nel presente, per portare avanti quello che Dio ci chiede pggi per la nostra vita,qui e ora...Voi giovani avete bisogno di sentire che qualcuno ha dovvero fiducia in voi : sappiate che il Papa e la Chiesa si fidano di voi! 
E voi fidatevi della Chiesa!" (Fancesco Papa ai giovani)

venerdì 11 gennaio 2019

FINGERE DI ESSERE LONTANI O LO SIAMO?

* Ci sono persone e cose che non ci interessano o non vogliamo saperne e allora diciamo che sono troppo lontane e non possiamo farci niente...Siamo ancora nel tempo nataliazio che si concluderà Domenica con la Liturgia del Battesimo di Gesù, e Gesù è venuto e ci invita a riportarci vicini.

* Ci sono tante distanze che mettiamo noi:pensiamo ai muri che sono alzati in varie parti dell'Europa,
negli Stati Uniti conto il Messico, in tante "piccole" regioni del mondo delle quali ogni tanto vediamo qualche foto di dittatori, o capi ribelli...Ho, su una parete del mio studio, la carta geografica del mondo...che guardo ogni tanto e prego e ricordo i tanti lontani che non conosco e mi chiedo: chissà?

* Mi è caduto sotto gli occhi il Messaggio di Francesco Papa per il Natale: " Vediamo Gesù nei volti dei bambini siriani segnati dal sangue che ha insanguinato l'amata Siria...vediamo Gesù nei bambini del'Iraq ferito dalle ostilità degli ultimi quindici anni...vediamo Gesù nei bambini dello Yemen in un conflitto quasi dimenticato, che subisce fame e diffondesi di malattie...

§ E vediamo Gesù nel volto del tuo sposo/sposa, nello sguardo dei tuoi figli e dei tuoi genitori e anche nelle sguardo di chi è solo, di chi anziano cammina col bastone ed è tutto chinato...§




giovedì 10 gennaio 2019

Gmg a Panama = Giornata mondiale della gioventù 22-27 Gennaio 2019

* Ci sono giovani che da tempo e con gioia si stanno preparando a questo evento. Possiamo accompagnarli anche noi almeno con una preghiera di simpatia. Alcune testimonianze:

= Simone, da Tortona, anni 20 , animatore dell 'oratorio di Stradella: " Participerò con la voglia di scoprire me stesso e tornare a casa con la carica per vivere in pieno.

= Elisa:sono stata nel Luglio 2016 a Cracovia e ricorod il boato scatenato alla notizia che quest'anno saremmo andati a Panama; tra pochi giorni, anch'io, contro ogni revisione sarò là. Lo pensavo impossibile invece vado con gioia perchè è una di quelle esperienze che cambiano la vita.

= Valentina: qui da noi a Bari è iniziato il conto alla rovescia,sono universitaria a Torino. Per chè partire per Panama? Per me le Gmg sono tappe fondamentali del mio percorso di vita fatto di prove, di amici, di fede. Panama è il mondo che incontri in tutte e sue particolarità che si incontra in un unico luogo ed è come una esplosione di fede, come è stato la volta scorsa a Cracovia...

* Penso che anche alcuni di voi andranno...mi piacerebbe saperlo (una riga con il vostro nome e indirizzo...magari, prima di partire) e al ritorno un pensiero di quattro righe! Pregherò per tuttin voi!

mercoledì 9 gennaio 2019

RAGGIUNGERE TUTTE LE PERIFERIE

* Ho imparato a piangere? Quando vedo un bambino affamamto, o drogato per strada, unn bambino senza casa o abbandonato, unn bambino abusato, un bambino usato per schiavo nella società? O il mio pianto è capriccioso, di chi piange, di chi vorrebbe avere qualche cosa di più?
Impariamo a piangere.

* Il dramma di questo mondo? E' che i giovani sono scartati: non hanna lavoro, non hanno un ideale, manca uan educazione, manca l'integrazione, tanti giovani devono fuggire, emigrare in altre terre. I giovani di oggi, èm dujro dirlo, spesso sono materiale de scarto...e questo non lo possiamo tollelare!

* Giovani! Andate a raggiungere tutte le periferie! Andate e là siate Chiesa con la forza dello Spirito Santo!C'è morte nell'anima, perchè stiamo uccidendo al capacità di unire...l'amicizia sociale!

                    ( Sono proproste, inviti di Papa Francesco ai giovani e ai loro educatori  )                                         

martedì 8 gennaio 2019

I MIGRANTI SUL MARE: LASCIAMOLI MORIRE?

* Per non polemizzare con Salvini e i cristiani che la pensano come lui riprendo il testo del Sinodo dei Vescovi:" I migranti come paradigma del nostro tempo " .

= Un fenomeno pluriforme. I fenomeni migratori sono un fenomeno strutturale a livello mondiale e non un'emergenza transitoria ( basta ricordare migliaia di migranti italiani  del secolo scorso )  La Chiesa è preoccupata in particolare di coloro che fuggono dalla guerra, dalla violenza, dalla persecuzione politica e religiosa...dalle povertà estreme: E molti di loro sono giovani...

= Altri migranti partono attirati dalla cultura occidentale e sono esposti a pesanti delusioni. Trafficanti senza scrupoli, legati ai cartelli della droga e delle armi sfruttano la debolezza dei migranti che incontrano la violenza, la tratta, l'abuso. In particolare i migranti minori non accompagnati costretti o bloccati per anni in campi profugi che generano xenofobie e chiusure.

= Il ruolo profetico della Chiesa è ovviamente "sulle spalle" dei cristiani credenti. In riferimento alla giovani famiglie spezzate dei paesi di origine nei paesi di arrivo. Si tratta di svolgere inizative di accoglieza con la difficoltà di culture diverse...Non posso non ricordare la positività della generosa accglienza di diverse giovani famiglie cristiane nei confronti dei migranti, giovani o famiglie...

* Un tentativo di riflettere con ordine e di ringraziamento a tanti che si muovono in Italia...*

lunedì 7 gennaio 2019

PENSIERI e ADORAZIONE CON CHARLES DI FOUCAULD

§ A questa parrocchia, l'unica penso dedicata a Gesù a Nazaret e che ha come Patrono Charles de Foucauld ,  da pochi anni propongo un'ora di silenzio la sera, solitamente il primo Lunedì  mese, per adorare Gesù nell'Eucaristia come faceva CdF e oggi fanno tanti a suo esempio.

§Ma possono liberamente venire tutti coloro che vogliono,in chiesa, alle ore 21, via Trasimeno,53.
A contarci, per ora, siamo pochi...meglio che male accompaganti
Ho pensato perciò,ogni mese, in questa circostanza di scrivere qui alcuni suoi pensieri.

* Sento che cammino verso Dio, penso alla sua immensa felicità e gioisco sensa fine al pensiero della felicità di un Dio così amabile.Sono felice della felicità di colui che amo e la sua pace calma la mia anima. La vista stessa del mio nulla mi aiuta a dimenticarmi e pensare solo a colui che è tutto.

* Il migliore, il vero infinito, la vera pace sono ai piedi del divin tabernacolo. Qui c'è nella realtà tutto il nostro bene, il nostro amore:c'è tutto il nostro cuore e la nostra eternità, il nostro tutto.
Amiamo pratichiamo ogni giorno la preghiera solitaria e segreta, quella preghiera che solo il Padre celeste vede.

* Più noi abbracciamo la Croce, più tringiamo strettamente Gesù che vi è attaccato. La croce: vivere come se io dovessi morire oggi, martire.

domenica 6 gennaio 2019

LE STELLE

* I Persiani dicono che l'episodio dei Magi vengono a visitare Gesù Bambino appartiene alla loro tradizione. Lo conosciamo tutti ma si trova solamente nel Vangelo di Matteo 2,1-12. Anche Isaia dice:" Alzati rivestiti di luce...viene la tua luce..." Il cielo e le altre stelle al di sopra di noi ci fanno sorgere la domanda:"Come mai tutte queste stelle? Cosa centrano con me  ?

* Potremmo sentirci dire come scrive Dante: "Ecco Colui che guida il cielo e le altre stelle..." Mi chiama a dire consapevolmente. "Ti adoro mio Dio ..." Quando lo diciamo? ..." Io lo dico tutti i giorni...Ma cosa ci dicono anche queste stelle? Paolo scrive al suo discepoloTito: " ...vivere in questo  mondo  con sobrietà, giustizia e pietà...nell'attesa " dell'incontro col Mistero: Dio che mi è Padre!

* Matteo dice che i Magi trovarono Gesù nella casa...e ho trovato questa osservazione: quando Papa Francesco è venuto a Milano, non è partito  da  piazza Duomo e da corso Vittorio Emanuele, ma è partito dalla periferia  della città, dalle case popolari di via Salomone...

§ Gesù aiutami a seguire le tue stelle a seguire la tua parola e con tutti edificare la tua comunità, la tua Chiesa perchè altri, anche se non guardanao le stelle, ti possano incontare. §

sabato 5 gennaio 2019

DUE NAVI CARICHE DI STRANIERI...E SODOMA (Gn18)

* Sono almeno 15 gorni che navi cariche di stranieri vagano per il mare perchè nessun porto le deve accogliere come comanda Salvini. E' una cosa indegna e disumana. Pare che ultimamente possono sbarcare donne e bambini e gli altri?...Non parliamo dei mezzi di comunicazione, giornali e...così detti cristiani...

* CM Martini una volta parlando di ospitalità, ricorda che Abramo accoglie  tre misteriosi pellegrini davanti alla sua tenda e intercede presso di loro (di fatto è "Dio") perchè la città di Sodoma si salvi. La Genesi collega la preghiera per Sodoma che dice quanto vada amata una città che appare perduta, con la capacità di ospitare gli stranieri nei quali si ospita Dio stesso.

* Ospitalità a Dio e allo straniero sono connesse in tutta la Bibbia:Dio è amico di ogni popolo della terra e si rende in mezzo ai contendenti per renderli meno ostili e, se possibile, amici. C'è un evidente rapporto tra ospitalità allo straniero e operosità per la pace nel mondo.

§ Gesù dice:ero straniero e mi avete ospitato,come quando con Maria e Giuseppe è fuggito in Egitto

venerdì 4 gennaio 2019

SE CHI VA IN CHIESA ODIA GLI ALTRI

* E' una espressione lapalissiana che è stata evidenziata da aluni giornali, i più non ne hanno parlato, per dire che chi va in chiesa e odia gli altri è scandaloso. Come tutti coloro, dico io, che non vanno in chiesa, ma odiano gli altri, fanno ingiustizie, non pagano le tasse giuste...non sono umani! 


* Il Papa per spiegare il Padre nostro, parte dal discorso della Montagna (Mt 5ss) che incorona di felicità una serie di persone che difficilmente la gente che non va in Chiesa giudica così:Beati i poveri, i miti, i misericordiosi, gli umili di cuore, quelli che sono nel pianto, hanno fame e sete di giustizia...questa  è la rivoluzione del Vangelo...

* Non pregate come i pagani non sprecate parole...e il Papa allude all'usanza di un modo di pregare che esigeva tante preghiere, tante invocazioni che i pagani usavano per propriziarsi la divinità. Non pregare Dio come un pappagallo...Quando preghi rivolgiti a Dio come fa un figlio a suo padre che prima di chiedergli sa ciò di cui hai bisogno...Così è il Padre nostro che è nei cieli.

§ Se tu non credi prima di giudicare gli altri ...taci. Se credi prima di dire parole o di chiedere recitanto preghiera come "parole" sta in silensio; contempla Gesù nel tabernacolo o il Crocefisso, contempla in silenzio una statua della Madonna o di Charles de Foucauld (nella Chiesa "Gesù a Nazaret)  e domanda. "Cosa devo fare? Cosa vuoi che io faccia? Questo è pregare!

giovedì 3 gennaio 2019

CAMMINANDO SULLA STRADA

* Un po' stanco e un po' con i miei soliti dolori ha avuto il desiderio di muovermi. Sono riuscito a inbacuccarmi e passo passo recitando il Rosario arrivo davanti alla cancella della chiesa. Mi fermano subito due persone, sorridente chi mi conosceva, mi saltuta e si comincia a parlare cordialmente. Sono di altre parrocchie...ma contenti di vedermi...camminare.

* Arrivo all'ingresso della chiesa e incrocio una persona anziana, con bastone, che viene spesso alla Cena del Signore (Messa) delle 18,30. Un altro saluto cordiale: "sopporto i dolori" mi dice, mi  fa un augurio e se ne va veloce, pur col bastone, tento di seguirla ma non ce la faccio: arrivederci! 

* Cammino un po' solo e salendo lentamente i gradini del parco, mi viene incontro una signora, che non conoscevo, saluti scambievoli e all'invito di salutare i suoi a casa...mi racconta che il marito se ne è andato pur mantenendo rapporti con i figli; ha cambiato lavoro...gli chiedo dei rapporti religiosi non si confessa da anni...alla fine mi chiede il telefono per chiamarmi. Ci salutiamo con un bacio.

§ Pensavo che se porte e i cancelli delle chiesa sono chiusi come quelle del bar dell'oratorio la sera, una Chiesa aperta, alle frontiere, nel mondo puoi essere tu, io. Basta mettersi. §

mercoledì 2 gennaio 2019

LO ACCOLSE TRA LE BRACCIA

*Un abbraccio cordiale fa sempre bene a me che ne ricevo pochi, ma penso a chiunque abbia incontrato una persona amica che non vedeva da tempo o che da poco le era stata vicina.  Forse con parole banali sto pensando al Vangelo di oggi:" Simeone lo accolse tra le braccia e benedisse Dio dicendo:"Ora lascia che che il tuo servo vada in pace, Signore..."

* Simeone ormai da anni rifletteva sulla storia del suo popolo ebreo, sulle promesse che tanti profeti avevano lasciato che sarebbe venuto il Messia, e adesso quando Maria e Giuseppe lo presentan al tempio secondo la legge, intuisce e dice:"...Ora lascia  Signore che il tuo servo vada in pace perchè i miei occhi hanno visto la tua salvezza..."

* Mi metto in sintonia con Simeone... anch'io nella mia " vecchiaia"  a volte mi sento di dire: "...lasciami Signore andare perchè ho visto ormai la bellezza della tua Chiesa in tante persone che ti stanno seguendo nei monasteri, nelle missioni, nell'impegno famigliare...e nei sacerdoti che cercano o, in questa società senza Dio, di fare incontrare Gesù in una amicizia  nella fede. 
E rimango, più serenamente che posso fino a quando Tu vorrai !"

martedì 1 gennaio 2019

OFFRIRE LA PACE

§ In questa giornata per la pace Papa  Francesco ha scritto a tutti

* Offrire la pace è al cuore della missione dei discepoli di Cristo:il mondo è come la nostra"casa comune" ...La  pace è simile alla speranza "è come il fiore fragile che cerca di sbocciare in mezzo alle pietre della violenza" (Peguy) Ma la ricerca del potere ad ogni costo porta abisi e ingiustizie.

* Prendere sul serio la politica nei suoi diversi livelli:locale, regionale, nazionale, mondiale. Politica è fare che tutti possano avere, se vogliono e perciò difendere: vita/salute - casa - lavoro - istruzione - religione. Se attuata nel rispetto fondamentale della libertà e della dignità delle persone la politica può diventare veramente una forma eminente di carità.

* I vizi della politica: la corruzione -nelle sue molteplici forme di appropriazione indebita dei beni pubblici o strumentalizzazione delle persone, la negazione del diritto,il non rispetto delle regole comunitarie,l'arricchimento illegale, la giustificazione del potere mediante la forza...la xenofobia e il razzismo,il rifiuto di prendesri cura della Terra...il dispezzo di chi è stato costretto nall'esilio...

* Viviamo in questi tempi in un clima di sfiducia che si radica nella paura dell'altrodell'estraneo.Oggi più che mai le nostre società necessitano di "artigiani della pace" che possano essere messaggeri e testimoni autentici di Dio Padre che vuole il bene e la felicità della famiglia umana.

* Un grande progetto di pace - pace con se stessi  - pace con l'altro - pace con  il creato. Tocca a noi!