venerdì 24 novembre 2017

AMARE SIGNIFICA (verso il 1 Dicembre)

* L'ora meglio impiegata della nostra vita è quella in cui maggiormente amiamo Gesù ...
Quando si ama, si guarda quel che si ama...ci si dimentica di sè e si pensa a ciò che si ama...chi ama non vuole pensare ad altro che all'Amato e a quel che l'Amato ama amare...

* Amare gli altri come vogliamo essere amati da Dio...consolare gli altri come vogliamo che Dio ci consoli il giorno in cui compariremo davanti a Lui...Dare agli altri quando hanno bisogno, quando chiedono, come noi vogliamo che Dio ci dia quando abbiamo bisogno, quando lo chiediamo...

* L'amore consiste non nel sentire che si ama, ma nel volere amare; quando si vuole amare, si ama, quando si vuole amare sopra ogni cosa...si ama sopra ogni cosa...se accade che si soccomba a una tentazione, è perchè l'amore è troppo debole, non perchè non c'è...bisogna pentirsi e piangere come san Pietro, ma sempre come lui dire: " Tu sai che ti amo, ti amo e nonostante le mie debolezze e i miei peccati, ti amo..."

§ Invito tutti coloro che leggono di partecipare e invitare a partecipare Venerdì 1 Dicembre alla Cena del Signore in onore di Charles de Foucauld nella parrocchia "Gesù a Nazaret" ore 21...o... dove ti è più possibile...

giovedì 23 novembre 2017

IN PREPARAZIONE AL 1 DICEMBRE

* Il 1  Dicembre 1916 fu ucciso Charles de Foucauld, casualmente, durante un conflitto tra bande armate, a Tamanrasset, in Algeria, attorno al suo eremo, che venne saccheggiato. In questa settimana, attesa della sua festa Liturgica proclamata dopo la sua Beatificazione da Benedetto XVI nel  2005 Popongo alcuni pensieri tratti dai suoi dai suoi numerosi scritti.

§ Io sono felice, sempre più felice in questo misero corpo mortale che soffre nonostante l'Eucaristia...Sento scendere nel mio cuore una pace profonda. Sento che cammino verso Dio.Penso alla sua immensa felicità...e sono felice della felicità di colui che amo...

§ Abbiamo in Gesù un Padre, un Fratello uno Sposo così tenero, così sapiente, così potente ! Come è buono il buon Dio per noi! Canterò in eterno la misericordia del Signore (sl 89(88),2)

§ Il migliore, il vero infinito, la vera pace, sono ai piedi del divin tabernacolo. Qui non c'è più in immagine, ma nella realtà, tutto il nostro bene, il nostro amore, la nostra beatitudine...c'è tutto il nostro cuore, il nostro tempo e la nostra eternità, il nostro tutto.

* Non siamo abituati a stare davanti a Gesù nel tabernacolo e adorarlo e pregarlo così. Dobbiamo cercare di starci qualche minuto...e si può imparare a parlare con Gesù...

mercoledì 22 novembre 2017

PECCATO...E...CONFESSIONE

* Recita il salmo 31:" Ti ho fatto conoscere il mio peccato...e tu hai tolto la mia colpa...
E' difficile di questi tempi, sentire parlare di peccato e facciamo fatica anche a riconoscerci peccatori se non parlandone in un discorrere comune...o dicendo: "Ma che peccati ho...?"

* Uno dei motivi principali è che siamo superficiali e non riconosciamo Dio, la concretezza di Dio. Anche perchè diamo per scontato che esisto e...tutto mi dovuto...Non vivo la vita, la mia vita, come primo e vicino segno della esistenza di Dio. Non pensiamo quasi mai che esistere è essere avvolti dal manto, meglio dall'abbraccio di Dio...

* Forse per riscoprire la gravità del peccato devo rifarmi al racconto della Genesi e al fatto che Adamo e Eva non riconoscono più che tutto hanno ricevuto che sono, esistono, solo perchè Dio ha dato loro tutto, anche la semplicità di riconoscerlo, lasciando il frutto su un albero...

* Non amare Dio sopra tutte le cose nella concretezza dell'amore al prossimo, fa della Confessione un gesto per dire: Sono qui per riconocere che Gesù è Dio vicino e che mi ha dato tutto, per dire che a volte agisco come se Lui non ci fosse, ma voglio continuare a vivere con Gesù vicino.

martedì 21 novembre 2017

PUO' CANTARE IL MIO CUORE ?

* A volte io vivo momenti di perplessità e di incertezza, si annebbia tutto e si affievolisce il battito del cuore, ma oggi, come quasi sempre, leggo nella Bibbia: " Rallegrati, esulta, perchè, ecco, io vengo ad abitare in mezzo a te...!"

* Allora si tratta di aprire la mia mente e il mio cuore perchè abitando in mezzo a noi, nella nostra vita cambi le mie, nostre, tristezze in gioia, ci consoli, ci renda felici...
Questo tempo, in attesa dell'incontro finale, è il tempo propizio per imparare ad abbandonarci nel Signore...

* Oggi, ricordando nella Liturgia la Presentazione di Maria al Tempio, cerchiamo di ricordare che la vita è dentro il Mistero che farà di questa bambina, da pochi giorni nata, il Tempio di Dio fatto uomo, la benedetta tra tutte le donne...

* " Ti esalterò, Signore, perchè mi hai risollevato,non hai permesso ai progetti di Satana di gioire su di me. Signore, mio Dio, a te ho gridato e mi hai guarito" ( dal salmo 30)

lunedì 20 novembre 2017

CANTIAMO O PIANGIAMO:::?

* Il mondo ci inganna facendo apparire piacevole il male e spiacevole il bene. Ma ce ne accorgiamo forse ...dopo! Siamo chiamati a scegliere con libertà e responsabilità   ciò che ci rende felici e respingere ciò che ci rende infelici.
Come si fa a distinguere?

* Citando il profeta Ezechiele il Vangelo di Matteo dice:" Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!" C'è chi ha sempre qualche cosa da dire e rischiamo di diventare tristi...

* Madeleine Delbrel scrive: "...ne abbiamo veramente abbastanza di tutti i banditori di cattive notizie, di tristi notizie: essi fanno talmente rumore che la tua Parola non risuona più. Fà espodere nel loro frastuono il nostro silenzio, che palpita del tuo messaggio di speranza. "

§ Tanti mi dicono che sono triste o sorrido poco. E' vero, ma il clamore del male che mi circonda, dell'indifferenza di fronte a quanti sono distrutti dalla fame e da violenze inutili, dalla solitudine umana nella quale mi sembra di essere...non mi fanno facilmente sorridere...Se puoi pensaci tu...Ma quando riesco a comunicare semplicemente...sorrido !

domenica 19 novembre 2017

LA SCURE E' ALLA RADICE DEGLI ALBERI...

§ ...dalla  liturgia della  Parola di oggi II° Domenica dell' Avvento ambrosiano.

* Svegliati! non temere l'insulto degli uomini...svaniranno afflizioni e sospiri. Io sono il vostro consolatore. Meditiamo il tuo amore dentro il tuo tempio !

* ...Vi ho scritto perchè conduciate le genti all'obbedienza della fede, con parole e opere...perchè tutti divengano un'offerta  a Dio, santificata dallo Spirito Santo...Dio ha fondata per sempre la sua città...è la Chiesa e noi dobbiamo aiutarci a farne parte...

*...Convertitevi perchè il Regno dei cieli è vicino...preparate la via del Signore...fate dunque un frutto degno di conversione e non accontentatevi di dire:- ho ricevuto il Battesimo...mi sono sposato in Chiesa...dico ogni tanto un Rosario...- già la scure è posta alla radice degli alberi...

* Chi viene dopo di me è più forte di me...egli vi battezzerà con Spirito Santo e fuoco...Il Signore avrà misericordia, disperderà la tenebre con la sua luce...

§ Ricordiamo di tanto in tanto una di queste parole...
per camminare verso il Signore che viene!

sabato 18 novembre 2017

SE CONSIDERI LE COLPE...

* Mi ha stupito un annuncio della morte di Salvatore Riina, capo mafia, che dice "Ne danno il lieto annuncio: Giovanni Falcone, Paolo Alberto Della Chiesa...Piersanti Mattarella...Paolo Mattarella...Pino Puglisi...e un altra ventina di nomi di persone..." Tutti uccisi dalla mafia.

* Mi stupisce una domanda del salmo 129: "Se consideri le colpe Signore, Signore chi potrà resistere? Ma con Te è il perdono perciò avremo il  Tuo timore..." 

* Prevaricando le intenzioni di chi ha scritto:  " Ne danno il lieto annuncio..."  i telegiornali e giornali ne hanno diffuso foto e interviste come fosse un eroe. Certo della mafia, della mafia, non di una società che vive cercando di attuare le leggi e non uccidere per rubare, vendicarsi o altro...

* Non so se chi celebra solenni funerali sia santificabile e chi " non può celebrarli solennemente e/o in chiesa  " sia...all'inferno...so che noi cristiani attendiamo il Signore come le sentinelle l'aurora...

§ Preghiamo: Dio amoroso Signore del mondo...conserva la terra da ogni male e indifferenza. Non stancarti della nostra arroganza: sii sempre guida e pastore di ognuno di noi e di tutti i popoli verso i pascoli della vita. Amen.

venerdì 17 novembre 2017

INIZIERA' UNA NUONA STORIA

* Dopo questo, io effonderò il mio Spirito e i vostri figli e le vostre figlie diverranno profeti...Non so quali dei genitori che conosco siano contenti di vedere i propri figli o figlie diventare profeti. Eppure il giorno del Signore è imminente e distruggerà il vecchio ordine per formarne una nuovo...

* Avvento è attesa di questo giorno del Signore, ed è così che va la storia dell'umanità, anche se non ci pensiamo esistenzialmente quasi mai: Dio si farà vicino al mondo in modo grandioso con una presenza che aiuterà tutti a realizzarsi in umanità, e inizierà una nuova storia: l'umanità sarà una sola famiglia, composta da persone che vivono la vita dello Spirito...

* Spirito di Dio che porti alla verità...che irrompi dentro la nostra tristezza, cammina accanto a che è smarrito, realizza le promesse di Gesù attraverso la vita dei cristiani che ti hanno accolto...

§ Sono convinto personalmente della verità di queste promesse, ma "sento" poco l'essere accompagnato da tanti battezzati che frequentano la Chiesa...

giovedì 16 novembre 2017

NON TEMERE TERRA MA GIOISCI...

* "Non temere, terra, ma rallegrati e gioisci, poichè grandi cosa han fatto per te il Signore...vi dà la pioggia in autunno e di primavera..." parole di speranza per la situazione di disagio per la siccità in cui si trova il popolo ebreo...Sono pronunciate oggi anche per noi.

* Io le leggo come invito a vivere l'Avvento come tempo di esultanza e di gioia perchè il Signore sta per venire con la sua pace e la sua gioia e saremo per sempre con Lui;  oggi ci sollecita ad essere portatori di speranza e gioia da non ricercare nelle cose, nel denaro, nel potere...

§ Una gioia che genera vita, che genera speranza, che si fa carne nel modo con cui guardiamo al domani, all'atteggiamento con cui guardiamo gli altri: una gioia che diventa solidarietà, ospitalità, misericordia verso tutti. ( Francesco papa )

* Preghiamo: Gesù nostra gioia, il desiderio della tua presenza è già l'inizio di una fede viva; fa che scaturisca in noi bontà e altruismo nella famiglia, con i vicini, al lavoro e diventiamo anche noi, anche se  fragili, segno della tua bontà e benevolenza...

mercoledì 15 novembre 2017

RITORNATE A ME...

* Per questo tempo Avvento prendo spunto, quando riesco o non capitano avvenimenti straordinari, dalla Parola di Dio della giornata. Magari ti annoia ?

§ " Or dunque, ritornate a me con tutto il cuore, con digiuni pianti e lamenti..." E' Dio che parla attraverso il profeta Gioele. Penso alla sguardo di Dio che vede il mio spirito, la mia mente, il mio cuore...e anche il tuo penso...

§ Il suo sguardo trova forse indifferenza...non ricordo già più la Liturgia della Parola che Domenica mi ricordava che tutto finirà e che non so nè il giorno nè l'ora...e allora l'invito di oggi lo sento pieno di dolceza perchè sono superficiale e distratto...

* E... mi fermo un istante e penso al suo sguardo dolce che mi guarda e mi sollecita a riprendere vigilanza per l'attesa di Lui...penso anche a te che lavori e alzi un pensiero al cielo e ti riproponi di pregare questa sera in famiglia ricordando Gesù che viene...

* Perchè...quando il Signore porrà fine alla storia possa, possiamo esultare e gioire con tutto il suo popolo nella pienezza della vita.

martedì 14 novembre 2017

COSTRUIRE LA CASA SULLA ROCCIA

* La vita quotidiana e l'indifferenza, in generale, delle persone, degli altri, a quello che fai o pensi fa fare fatica...e oggi dentro la società la proposta cristiana che tu, io, possiamo portare non ha interesse. Ci si guarda attorno e il rischio è di chiudersi...

* "Non chiunque dice :-Signore, Signore - entrerà nel Regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli...perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia." (Mt 7,21s)

* O Dio, che edifichi la mia vita sulla roccia della tua parola, fa che essa diventi fondamento dei miei giudizi e della mie scelte, per non essere travolto dai venti e dalle opinioni umane, ma resti saldi nella fede."

§ Ho pregato così questa mattina dopo avere ascoltato il Vangelo. Ti invito a farlo anche tu che sei più assalito di me dall'indifferenza dei colleghi o da giudizi negativi. Si può costruire la nostra vita sulla roccia, nonostante a volte, le lacrime...

lunedì 13 novembre 2017

COME MAI QUESTO TEMPO...

* Come mai questo tempo non sapete valutarlo? E' la domanda che introduce la proposta di riflessione quotidiana sul libretto proposto per questo tempo di Avvento che propone Gesù come Parola vivente del Padre. Per oggi, lunedì 13 Novembre ecco:

§ Parola del Signore, rivolta a Gioele, figlio di Petuél: "Cingete il cilicio e piangete,...ahimè quel giorno! E' infatti vicino il giorno del Signore e viene come una devastazione dall'Onnipotente."

E' un invito rivolto a ogni uomo a leggere la storia, a volte disastrosa , nella quale lui vive, perchè riconosca che tutto il male è frutto del suo abbandono della legge del Signore. Dove non regna il Signore, unica e sola fonte di vita, lì regna la desolazione...( vedi anche solo il telegiornale )

L'attesa delle venuta del Signore ci impegna ad essere nel mondo come viandanti che camminano nella speranza enella certezza della sua presenza e del suo amore...

* Gesù mi inviti ad attenderti. Tu che sei Dio di misericordia e vieni nel mondo per riconciliare il cielo e la terra, accompagnami perchè il mio cuore sappia ascoltare le tue parole.

domenica 12 novembre 2017

DOVE VADO CON LA VITA ?

* Avvento: significa attesa di Qualcuno che verrà! 
   Cosa significa per te vivere? Quando termina la  vita? E dopo?

* La fine del mondo avverrà, quindi la fine della mia vita. Quando non lo so...Come? Potrebbe essere come un cataclisma, un terremoto come accaduto in questi mesi in alcune regioni d' Italia: tutto crolla e tu che sei sotto muori: il cielo, la luna, le stelle il sole non esistono più...e dopo?

* Gesù dice a tutti: state vigilanti, non sapete nè il giorno  nè l'ora...E allora? Riprendiamo ogni mattina a vivere l'attesa e a dire: " Ti adoro mio Dio, ti amo con tutto il cuore, Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa notte. Ti offro le azioni della giornata, fa che siano come tu vuoi, preservami dal peccato...la Tua grazia sia sempre con me e con tutti i miei cari...

* Dal mattino comincia l'attesa sostenuta dalla presenza nella comunità di chi come ciascuno di noi spero, attende che "...quando il Signore vorrà, aprirà per me, per noi, la bianca porta..." e Lo troverò non più come ho cercato di trovartLo nella Messa, anche ogni giorno, e nella confessione mensile...

* E sarà una grande festa! Insegnaci a contare i nostri giorni e giungeremo alla sapienza del cuore, e la bianca porta si aprirà e continueremo nella pace la vita , per sempre! 

sabato 11 novembre 2017

SALUTO ALL' ALTARE DOPO LA MESSA

* Mi ha sollecitato la riflessione e la preghiera, e forse lo sarà anche per te, questo saluto all'altare dopo la Messa, da una antica liturgia siriaca.

§ Rimani in pace altare santo e divino del Signore:non so se tornerò o non ritornerò a te.
Mi conceda il Signore di rivederti nella celeste assembela dei santi.
E su questo patto (del Signore) io ripongo la mia fiducia.

§ Rimani in pace o altare santo e propiziatorio, e il corpo santo e il sangue del perdono
che da te ho assunto, siano per me espiazione dei delitti e remissione dei peccati
e, per sempre, motivo di fiducia davanti al terribile trono di Dio.

§ Rimani in pace o altare santo e mensa di vita e implora per me misericordia
dal Signore nostro Gesù Cristo, perchè da questo momento e per sempre
possa conservare il tuo ricordo.  Amen.

* E' una bella preghiera, mi pare, per ripensare, forse meglio di quanto facciamo, al dono di un altare, anche se semplice, da dove, da Gesù, attingiamo fiducia e speranza...

venerdì 10 novembre 2017

LITANIE DELL' AMORE

§ Ho sentito la campana alle 15, come tutti i venerdì, a ricordare la Morte di Gesù, quando"alla tre del pomeriggio si fece buio su tutta la terra"(l24,44) ...moriva l'Amore. 

*Ho trovato una Litania dell'Amore che dice così:

Amami Tu, Signore: anche se non sono amabile, 
anche se sono povero, anche se ti amo poco
 anche se non lo merito.

Quando mi alzo, al mattino, pieno di velleità 
o mi corico la sera pieno di delusioni...
quando lavoro per inerzia, 
quando prego in modo dissipato, 
quando non ho voglia di amare

quando presumo di amarTi senza amare gli altri
quando mi illudo di amare gli altri senza amare Te
quando temo di amare troppo 
quando temo di compromettermi

quando fuggo l'amore
quando nessuno mi ama.

§ Da "Un eremo non è un guscio di lumaca" di Adriana Zarri
(con qualche piccola variazione mia)

giovedì 9 novembre 2017

LA MESSA E I TELEFONINI...

* A me da tanta tristezza quando celebro, dice il Papa Francesco, vedere tanti telefonini alzati non solo dai fedeli ma anche a alcuni preti...Ma per favore! La Messa non è uno spettacolo ma andare e incontrare la Passione e la Resurrrezione del Signore. Per questo il sacerdote dice:"In alto i nostri cuori!" E' importante tornare alle fondamenta riscoprire quello che facciamo con i Sacramenti...

* Nel 304 furono arrestati, durante la persecuzione, alcuni cristiani sorpresi a celebrare la Messa in una casa. Era proibito e alla domanda: "... perchè lo avete fatto?" risposero: " Senza la Messa la Domenica non possiamo vivere!" Senza l'Eucaristia la vita cristiana morrebbe. Gesù disse: " Chi mangi la mi carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e lo risusciterò all'ultimo giorno"

* La Messa comincia con il segno della croce:avete visto i bambini come fanno il segno della Croce Non sanno cosa fanno...un gesto così, confuso. Guardate i bambini e insegnate loro a fare bene il Segno della Croce, e cosa significano le parole...

§ Secondo me, in questa parrocchia vengono a Messa il 6% su dieci mila abitanti. Ma avete visto cosa e come fanno quando entrano in chiesa? Quale segno della Croce? 
Quale genuflessione? E...sanno cosa stanno facendo? E... oltre a qualche parola o frase della predica che li ha scocciati cosa ricordano della predica? 

mercoledì 8 novembre 2017

L' ALBERO...come SPERANZA

* Quando la primavera se ne parte tutti i fiori muoiono, ma quando ritorna sorridono lieti...Nei miei occhi tutto passa, sulla mia testa tutto imbianchisce. 
Ma non bisogna mai credere che all'agonia della primavera tutti i fiori muoiono, perchè proprio la scorsa notte, un ramo di pesco fioriva.   ( Anonimo del Vietnam )

* Non lasciare che il dolore di una stagione distrugga la gioia di ciò che verrà dopo.
Nel giudicare la tua vita in una stagione difficile. Preserva attraverso le difficoltà, e sicuramente tempi migliori verranno quando meno te lo aspetti!
Vivi oggi la tua stagione con gioia e con la forza della speranza...

§ Ho colto questi pensieri pensando a quanto scritto nei due ultimi blog su questa violenta e buia società , e in qualche momento alla mia vita attuale o alla mia giornata...a volte. E ho sorriso!

martedì 7 novembre 2017

O R R O R E...

* Leggo i giornali come riferivo ieri e non sai cosa fae , mi intristico...Oggi ho provato laìleggere anche il contenuto nell'articolo che si titolava: " L'orrore nei racconti di chi sbarca"...I migranti erano molto scossi, anche gli uomini, nessuno rideva, nello sbarco di 64 persone avvenuto tra Sabato e Domenica a Reggio Calabria...

* Sono arrivati 8 cadaveri affogati, più di venti persone ricoverate d'urgenza con ustioni gravissime... e anche per un gommone che si è spezzato; sono rimasti in mare da tre a quattro giorni...ma l'orrore è quanto hanno subito in Libia dove arrivavano per poter partire. Li chiudevano in "campi" che erano lager dove subivano di tutto:violenze, abusi, torture. Feriti nel corpo e nell'anima...La tratta degli esseri umani rende più della droga...

* Una ragazza giovanissima era disperata perchè pensava di essere incinta perchè era stata abusata ripetutamente per giorni da gruppi di persone...per fortuna non era incinta ma distrutta spicologicamente e fisicamente...Una donna piangeva disperatamente perchè aveva perso in mare una bimba di cinque giorni...che poi fu ritrovata...Era nata da una  violenza, l'aveva buttata in mare e continuava piangere con ilbambino di cinque anni che le asciugava gli occhi...

§ La responsabile del coordinamento non perde la speranza...il futuro non lo sappiamo...speriamo che il Signore apra la strada a tutti...ma di tutto questo il Signore domanderà certo conto, a tutti.
Io mi sento tra i "tutti" impotente. Solo prego...


lunedì 6 novembre 2017

SCORRENDO UN GIORNALE...

* Scorrendo qualsiasi giornale di oggi ( quelli di carta, non so su internet ) trovi molte notizie e pubblicità; le pagine più numerose sono quelle dedicate allo sport, e al campionato di calcio...Una volta leggevo quasi tutto di queste "cronache", ma adesso giocano quasi solo stranieri capisco meno...

* Le notizie tristi, non nere, mi fanno sempre pensare e suscitano sentimenti di impotente tristezza...forse è anche per questo che sorrido poco...
26 donne morte su una nave che trasportava 400 migranti...26 corpi di giovanissime  sotto i venti anni...2839 morti nel mediterraneo dal  1° Gennaio al 1° Novembre 2017...

* La soluzione del proplema non sta nell'ONU o nella CEI ma nella mente e nel cuore dei governanti delle nazioni da dove partono, governanti quasi tutti dittatori o sostenuti da Cina, USA, Russia...ecc. che lasciano partire con ogni mezzo per avere più spazio e meno fastidi al proprio interno...

* Poi nel bergamasco un donna trovata morta buttata in una fossa biologica...26 vittime in una chiesa:è un militare che fa strage...Ma il mondo non è tutto così! Diventerà sempre più violento e omicida quando più si continuerà a vivere come se Dio non ci fosse. Cioè senza Dio. I primitivi anche dagli ultimi scavi fatti, riconoscevano il Mistero.Noi siamo umanmente peggio ...

domenica 5 novembre 2017

TU SEI RE ?....

* E' la domanda che Pilato fa a Gesù e che si ascoltava nella Cena del Signore di oggi...

* Io sono re e per questo sono venuto nel mondo per dare testimonianza alla verità, chi è dalla verità, ascolta la mia voce. C'è tutto: essere come chi ricerca con la ragione la verità che è data dalla realtà...rischiare di verificare la verità incontrata...in Gesù...

* Se rischio di seguire la Verità incontrata che riconosco  essere Gesù, Lui mi propone i comandamenti e mi accorgo  mi è facile venire meno al comandamento che li riassume tutti: ama Dio con tutto il cuore...e ama il prossimo tuo come te stesso...

* Devo ricordarmi che Gesù è presente come chi dona la vita nell'Eucaristia...e lo posso "vedere visibilmente" guardandolo Crocefisso: è una presenza che mi dà forza di ricominciare sempre nel'attesa del suo Regno che non è di questo mondo...

* Mi ha detto ieri un amico sacerdote che vedo raramente: " Ci sono tre sì ! Quello del Creatore che decide di creare il mondo, quello di Maria che rende Dio presente in Gesù, e quello di chi dice con Gesù:- sia fatta la tua volontà...-"

§ Penso che così possiamo dire di riconoscere Gesù come nostro Re !

sabato 4 novembre 2017

SI CHIAMAVA CARLO...

* Nato nel 1538 apparteneva alla nobile famiglia dei Borromei con vicende personali difficili da superare (pare fosse balbuziente)...secondo le usanze del tempo a dodici anni ricevette la tonsura religiosa e la responsabilità della Abbazia di Arona e chiarì pure che tutte le entrate dovevano essere dati ai poveri...Conseguì il dottorato...e a 22 anni, dal nuovo Papa, suo zio, nominato Cardinale e amministratore della Diocesi di Milano. Divenne sacerdote nel 1563 e entrò a Milano...

* Impressionante l'impegno con cui mise ordine alla riforma religiosa della Diocesi dove quasi nessuno andava a Messa, non riceveva i sacramenti per il clero di cattiva abitudini, lascivo e corrotto...fondò perciò i seminari per la preparazione del clero, organizzando ritiri e riflessioni...sollecitò i parroci a fare il catechismo pubblicamente la Domenica anche per i bambini...

* E' impressionante per me questo semplice indice...si confessava quasi ogni giorno...pregava a lungo anche la notte in una stanzetta (c'è ancora) sotto il tetto del palazzo Arcivescovile...nel 1576 scoppiò al peste e per la fuga di tutte le autorità, organizzò l'assistenza dei malati, la sepoltura dei defunti, la distribuzione del cibo per settanta mila persone...Esausto si recò a Varallo a pregare ma dovette tornare ammalato e morì a Milano tra il 3 e 4 Novembre 1584...

§ Nonostante tanti di noi siano della Diocesi di Milano, ne sappiamo pochissimo...diciamo almeno un Gloria a Lui che ci aiuti a pregare in famiglia e a confessarci più spesso ( una volta al mese) ! 

venerdì 3 novembre 2017

LA VIOLENZA NEI GIOVANI

* E' sempre più triste leggere e sentire di violenze fatte da giovani: dall'uccidere con un amico i genitori, alle violenze fatte a gruppi diversi o anche da singoli nelle strade o nelle case...Ogni giorno ne leggiamo. Scrivo alcune considerazioni che condivido.

§ Ciò che è stato premeditato e perpretato in maniea impietosa ci mette davanti un lembo innegabile di perdita totale del senso della dignità umana e dei valori su cui  può essere costruita la vita personale e quindi al vita dell'intera società...

§ ...Soprattutto per i genitori...non possono lasciare che i giovani crescano senza nessuna regola, semza nessun ideale, convivendo con i genitori solo sulla base di interssi e problemi materiali...

§ La famiglia e la Chiesa così gravemene colpite devono riprendersi...non si può negare che questi ragazzi/e poco o tanto abbiano frequentato e partecipato almeno sporadicamente alle attività parrocchiali e a qualche momento formativo...Ma c'è da fare meglio ! Non possiamo lasciare i giovani facilmente preda di una mentalità disumana e anti cristiana.

* Quale proposta? Aiutarci a capire i vivere il cristianesimo non solo come partecipazione alla Cena del Signore ( Messa ) ma come chi, consapevole che la propria vita dipende da un Mistero, rischia di riconoscerlo presente in Gesù e insieme a coloro che credono in questa presenza, vive la comunione di vita che Lui ha proprosto " ...siate una cosa sola tra voi...affinchè il mondo creda...che io sono la via, la verità, e la vita."...Ma la strada è lunga...

giovedì 2 novembre 2017

IN ATTESA DEL RIPOSO ETERNO

* Oggi nella commemorazione di tutti i defunti reciteremo qualche l'Eterno riposo; nell'attesa del mio riposo eterno ho scelto per me per te alcuni spiritosi pensieri, per la vita, da Guarreschi.

§ Io sono favorevole alla motorizzazione, ma vorrei che non perdessimo il contatto con la terra...bisogna viaggiare anche a piedi: ci permette di ragionare con il nostro cervello e vedere le cose con quel distacco che le esigenze della macchina non permetterebbero...

§ Per me funzonò bene fino al 1 Maggio 1908. In quel giorno infatti nacqui e da allora non me ne andò bene una...( un po' esagerato forse, dico io...)

§ E' dal cervello, dalle idee, che nascono le cose buone della vita.

§ Se, invece di parlare e poi pensare a quello che hai detto, tu prima pensassi a quello che devi dire e poi parlassi eviteresti di pentirti di avere detto delle sciocchezze...

§ La mia coscienza è un Pubblico Ministero implacabile, che non me ne perdona una.

§ Dialogo di lassù: - ...Una repubblica senza di Dio. E dove sarebbe? -
                               - Laggiù Eterno Padre. In quel punto nero che si chiama Terra.-

* Un pensierino posso, possiamo, farlo, mentre recitiamo: " L'eterno riposo dona loro Signore...splenda ad essi la Luce perpetua, riposino in pace..."

mercoledì 1 novembre 2017

TUTTI I SANTI

* E' una festa introdotta verso l'anno mille: quanti prima e quanti dopo non ricordati ...!

* Vidi una moltitudine immensa...mi conforta perchè la loro gioia è frutto di Chi li ha purificati con il sangue dell'Agnello dopo avere sofferto con il Redentore...forse anche noi soffrendo per tutto il male che incontriamo nella società...e che è presente dentro di noi...

* Tutto concorre al bene per color che amano Dio...è ricordarci che siamo destinati ad essere conformi a Cristo: Lui è il modello e la speranza della nostra vita...

* Cosa fare per diventare santi? Non miracoli, non risuscitare i morti ma come declina il Discoro della montagn: Beati...i semplici di spirito...quelli che piangono...i miti, quelli che hanno fame e sete di giustizia...i misericordiosi...i puri di cuore...gli operatori di pace...i perseguitati per la giustizia...e voi quando vi insulteranno e perseguiteranno contro di voi per causa mia...perchè la vostra ricompensa è grande nei cieli...

* Con quali mezzi diventare così ? Allo spezzare del pane ( la Cena del Signore) e assimilare lo spirito di Gesù leggendo il Vangelo e...gridarlo sui tetti!

martedì 31 ottobre 2017

VERSO LA VITA, PER SEMPRE

* Flavio e Gedeone Corrà :sono due fratelli nati nel veronese nel 1917 e 1920 da famiglia di modeste ccondizioni economiche, si impegnano in parrocchia, frequentano la Messa anche tutti i giorni, impegnati nell'oratorio e nell Azione Cattolica aprendono e coltivano l'amore per la libertà in tutte le espressioni sociali e politiche. Si oppongono al fascismo aderendo alla Resistenza...vengono arrestati, internati in un campo di concentramento in Germania dove continueranno ad essere sostegno e apostoli di carità tra i compagni della prigionia...muoiono lasciati morire di fame nel 1945. E' avviato il processo di beatificazione...

* Concetta Lombardo: una semplicità divita cristiana, morta da martire per difendere la sua verginità. Nata a Staletti (Cz) nel 1927, rimane quasi subito orfana di padre e la mamma fa grandi sacrifici per le sue due figlie. Concetta cresciuta dà aiuto alla madre nelle fatiche domestiche, nei lavori dei campi,in tutto quello che può e impegnandosi nell'Azione Cattolica e nel Terzo Ordine Francescano. E' disponibile ad una proposta di matrimonio per vivere il sacramento del matrimonio, ma viene insidiata da un uomo già sposato...ma rifiuta ogni sua proposta  ma all'ultimo suo rifiuto,viene uccisa con un colpo di pistola nel campo dove lavorava. E' avviata la sua causa di beatificazione...

§ Altri cristiani li ricorderò domani ma forse non ci accorgiamo che siamo non solo in mezzo a tanti "burini" dico io, ma anche accompagnati da tanti credenti in Gesù e nella Chiesa...Con semplicità avviamoci anche noi verso...il processo di beatificazione. Se non ci sarà, ci sarà la vita per sempre!

lunedì 30 ottobre 2017

SONO TORNATO ANCORA...DA VALSERENA

* In questi ultimi quaranta cinque anni sono stato moltissime volte al Monastero di Valserena, tra Cecina e Guaridistallo, a metà collina, da dove vedi anche il mare e i suoi, spesso, rossi tramonti...Ogni volta che vado gli amici mi dicono:"...Ancora?...ma quando torni?..." E tanti giovani in questi anni sono venuti con me e sono tutti tornati contenti...anch'io...

* Questa volta mi sono unito a un gruppeto di "giovani negli anni '64 -'80" di quando ero alla parrocchia di san Luca, Milano. Ormai almeno oltre i sessanta, ogni anno cercano di passare un fine settimana in questo Monastero per trovare una loro amica che ha scelto, dopo essersi laureata e insegnato fisica, di realizzare la propria umanità diventando monaca in un Monastero di clausura che più di quaranta anni fa aveva visitato con me...

* Un monaco ( a servizio del monastero per le celebrazioni ) un anno, parlando a  una decina di giovani che erano li' con me diceva: " ...in monastro si viene per incontrare Gesù!..." E Gesù lo incontri perchè trovi una quarantina di persone che, unite nel suo nome lo rendono presente, quando pregano la Liturgia diffusa in sette ore diverse dalle Vigilie alla Compieta, nel tempo del silenzio  e di studio, nelle ore di lavoro nei campi o nel laboratorio di profumi, creme, liquori...

* Io torno sereno, convinto che questo mio oggi, qui, è quello che il Signore mi chiede...Potresti andare o venire anche tu la prossima volta...un fine settimana a incontrare Gesù...

giovedì 26 ottobre 2017

OLTRE I NOSTRI LIMITI

Ottobre:Venerdì 27 - Sabato28 - Domenica 29...faccio una "fuga" con amici di s. Luca a Valserena

* Pensando a san Pietro (Luigi Santucci)con i suoi limiti, l'ho sentito vicino, amico...penso così:

Non sei stato Pietro un buon capociurma, quando il capitano dormiva nella tempesta; neppure un buon nuotatore quella notte che ti gettasti dalla barca...Ma per questo limite noi ti amiamo, perchè troviamo che combacia col nostro...

La tua fame di vita, di miracoli, il tuo gesticolare, la tua paura di morire, il tuo coraggio di tradire li abbiamo dentro identici...e tuttavia da te abbiamo ereditato anche quella devozione muta di cane, quel singhiozzare sincero al canto del gallo...

...l'impazienza con cui corresti al sepolcro, sull'alba, per vederlo fra i primi.

* Non aveva mai pensato a questa identità con Pietro, soprattutto l'impazienza verso il sepolcro. vorrei che fosse la mia, la nostra, verso il tabernacolo...di questa chiesa vuota, quasi sempre...

mercoledì 25 ottobre 2017

E' UN GENIO (disse di lui Paolo VI)

* Maurice Zundel, morto mel 1975 di origine svizzera, con una vita travagliata per sospetti e accuse varie; Paolo VI lo invitò a  predicare gli Esercizi Spirituali in Vaticano. Anch'io non lo conoscevo, ma ho trovato alcuni pensieri suoi: Scintille. Di tanto in tanto per me e per te ne pubblicherò alcuni...

§ Quando comprenderemo che noi siamo chiamati alla grandezza?
   Quando comprendeemo che Dio è una presenza bruciante in fondo di noi stessi ?
   Quando ci renderemo conto che Dio è la Presenza la più attuale e la più reale? 
   La Presenza fuori dalla quale non si può incontrare nessuno ?
   Quando capiremo che il Vangelo è la cosa più stupenda ?

§ Non credo in Dio. Lo vivo.
   Nell'uomo c'è più che l'uomo.
   Dio non è una invenzione. E' una scoperta.
   La chiesa è ancora più bella di quanto crediamo noi.
   La Chiesa non ha mai amato i franchi tiratori.

* Sono pensieri conclusi con un punto di domanda:perchè li assimiliamo e diventino nostri...Ci sono pensieri conclusi con un punto: dovrebbero essere già nostri...

martedì 24 ottobre 2017

UNA MISTICA: ITALA MELA

* " Diciasette volti di cristiani esemplari proprosti per la beatificazione" : li sto  scorrendo per me e per chi vuole...una compagnia diversa per la  vita verso il Paradiso...

* Itala Mela: nasce in una famiglia di La Spezia di buona educazione ma lontana dalla fede cristiana; mentre frequenta il liceo le muore un fratellino e nella disperazione nega totalmente la fede cristiana. Si iscrive alla Università a Genova nella facoltà di lettere e sollecitata dagli studi alla riflessione si bloccca su una espressione:" Signore, se ci sei, fatti conoscere".

* Inizia così una vita nuova: si impegna con i cattolici della Fuci...si sente chiamata alla vocazione benedettina, ma per uan malattia deve rinunciarvi e allora diventa oblata benedettina nel monastero di "san Paolo fuori le mura", emette i voti di povertà, obbedienza, verginità e conversione di vita...
La malattia la costringe a ritornare a La Spezia, a rinunciare anche all'insegnamento...

* Si era data il nome di Maria della Trinità ed emette il voto di inabitazione nella ss.Trinità...Muore il 29 Aprile 1957 a 53 anni...è dichiarata "serva di Dio" e il processo di beatificazione è in corso...

§ In una società così distratta e attirata da molte cose, legata dal lavoro e da tante cose "da fare", per non parlare dei figli, mi sembra bene richiamarci alla "mistica" come semplice atteggiamento di trovare qualche piccolo spazio di silenzio e rimanere davanti a Gesù, origine e fine  della vita...

lunedì 23 ottobre 2017

ANTICLERICALI E UNA AVE MARIA

* Ho letto al riguardo un articolo difficile per me del mio amico Colombo sac. Il fatto:

+ Lo scorso 13 Ottobre,centenario dell'apparizione a Fatima della Madonna, una professoressa incaricata agli studi umanistici della Università di Macerata, a un certo punto della lezione che teneva, ha chiesto, a chi voleva, di recitare un' Ave Maria...

+ Polemiche da diversi studenti che hanno accusato la docente di "limitazione della libertà personale" e il Rettore Adornato che voleva denunciarla perchè "...si tratta di un attegiamento assolutamente improprio e censurabile e mi scuso a nome dell'Ateneo" 

+ Il Vescovo di Macerata un po' ironicamente ha scritto: " ...Il problema è la nostra poca fede...se diciamo 50 Ave Maria ogni giorno non crediamo che creino disagi alla società. Grazie a chi ha protestato e ricordato la forza della preghiera...che può mettere paura...

+ Grazie a chi non crede, più di noi credenti, che quelle poche parole...sconvolgano la loro vita. Grazie a chi crede più di noi credenti, e ci ricorda che  dire un'Ave Maria è salutare una donna   morta 2000 anni fa , che è viva, che prega per noi per diventare più buomi e aiutarci ad offrontare serenamente la morte...

* Grazie fratelli non credenti e anticlericali perchè ci avete ricordato quali tesori possediamo...I cristiani hanno anche il senso dell'umorismo , ma non sono scemi...
Io sono d'accordo e tu?                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

domenica 22 ottobre 2017

PER ESSERE MISSIONARI

* Oggi per i cattolici è la Giornata missionaria mondiale...Per i non cattolici o per quelli superficiali  non significa niente o forse ricordano delle persone che vanno tra i poveri di un altro continente...Il Papa ha mandato un messaggio " La missione al cuore della fede cristiana " .Metto qui...spunti:

§ La missione è proporre Gesù Via, Verità, Vita. Se lo segui con fiducia e coraggio lo sperimenti...All'inizio dell'essere cristiano non c'è una decisione etica o una grande idea  ma l'incontro con un avvenimento, con una Persona che ti è proposto di seguire...

§ Gesù attraverso la Chiesa continua ad essere il Buon Samaritano curando le ferite sanguinanti dell'umanità e il Buon Pastore cercando senza sosta che è smarrito per sentieri senza meta...

§ La Chiesa con i cristiani è animata dalla spiritualità di continuo esodo: Si tratta di uscire dalla propria comodità e avere il coraggio di raggiungere le periferie che non hanno la luce del Vangelo...E' un continuo pellegrinaggio attraverso i vari deserti della vita le varie esperienze di fame e sete di verità e giustizia...

§ Per questo dobbiamo preferire una Chiesa accidentata, ferita e sporca per essere uscita per le strade, piuttosto che una Chiesa malata per le sue chiusure e  sicurezze...

* Sono rinvigorito da queste proposte...e tu ?

sabato 21 ottobre 2017

PREGHIERA PER LA CHIESA DI MILANO

* La preghiera è il desiderio di vivere in cammino verso il Mistero...

+ Padre nostro che sei nei cieli, ispira la nostra Chiesa di Milano perchè, attenda e prepari la venuta del tuo Regno. Concedi alla nostra Chiesa di essere libera, lieta, unita e ardere dal desiderio di condividere la gioia del Vangelo.

+ Padre nostro che sei nei cieli, manifesta anche nella vita e nelle parole della nostra Chiesa, il desiderio che tutti siano salvati e giungano alla conoscenza della verità.

+ Padre nostro che sei nei cieli, l'amore che unisce i tuoi discepoli, l'audacia nel costruire un convivere fraterno, renda intensa la gioia, coraggioso il cammino, limpida la testimonianza per annunciare che la terra è piena della tua gloria.

* E' la preghiera che il nostro Vescovo Mario ha elevato dal primo giorno e va proponendo nelle parrocchie che visitando verso sera per conoscere le sue pecorelle tra le quali ci siamo tu e...io !



venerdì 20 ottobre 2017

VOI CATTOLICI...

* Voi cattolici dovreste tenere conto anche di coloro che "non credono" e vedere in Cristo non soltanto quello che può esere per voi ma anche quello che può essere per quelli che "non credono"...Cristo può essere anche solo come cultura, non meno importante di quello che è come  fede.

* Non toccherebbe a voi cattolici e tutti voi cristiani far valere il più possibile, nel comune lavoro degli uomini, cristiani e no, la sua importanza storica, sociale e culturale?

* Avevo venti anni l'ultima volta he mi sono confessato e comunicato, poi ha smesso di credere nella Sua divinità per cominciare a credere nella Sua umanità. Ma Cristo non ha perduto importanza dentro di me...è divenuto più importante per me, come cultura...

* Prima le Sue parole erano per me verità rivelata, ora sono diventate verità cercata, sono esperienza...Ora sono una via fatta di Lui stesso, tra me e tutti gli uomini...hanno un senso che riguarda la società degli uomini, hanno bisogno di seguito...come ogni cosa viva nella storia...

* Era più grande il posto che prima avevano per me solo "per l'eternità" della mia anima?

§ E' Elio Vittorini che scrive nel romanzo "Uomini e no" e scrive come vedi di Cristo come cultura perchè è " La via ch'Egli è di questa vita"...A me piace ragionare. Anche a te ?

giovedì 19 ottobre 2017

LA MORTE COME GRAZIA

* La morte: se ci pensiamo mette a nudo la nostra vita, ci fa scoprire atti di orgoglio e vanità...ci accorgiamo di non avere amato abbastanza e di non avere cercato ciò che era essenziale...ma ci fa vedere ciò che di buono abbiamo seminato...

* Leggendo il Vangelo ci accorgiamo che Gesù ha illuminato il mistero della nostra morte, ha pianto alla morte del suo amico Lazzaro e ha dato la vita ad altri morti, riconoscendo che la morte è uno sfregio al progettto buono della creazione e si pone come rimedio mettendoci  sul crinale della fede. Dice alle sorelle di Lazzaro: "Io sono la resurrezione e la vita, chi crede in me anche se muore vivrà, che vive e crede in me non morirà in eterno. Credi tu questo?"

* Tutta la nostra esistenza  si gioca sul crinale della fede e il precipizio della paura. La morte per ci crede è la porta che Gesù ci apre e prendendoci per mano dirà:"Vieni con me..." e spalancherà completamente la porta...per chi dubita è uno spiraglio di luce che filtra da una porta che non si è chiusa proprio completamente...

* Ogni tanto canto (anche eri sera con gli amici di san Luca) " Quando salirò negli spazi Tu aprirai per me la bianca porta...Signore ti troverò...! " Salutandomi sulla porta di casa,  un amico mi ha detto: " Ci rivedremo prima o poi, passando per la bianca porta!"...

mercoledì 18 ottobre 2017

I GIOVANI OGGI

* Dal documento in preparazione al Sinodo dei vescovi su i giovani oggi. (Qualche spunto solamente)

§ In molte parti del mondo i giovani sperimentano condizioni di particolare durezza al cui interno è difficile aprire lo spazio per autentiche scelte di vita..Pensiamo ai giovami in situazioni di povertà ed esclusione; a quelli che crescono senza genitori e famiglia, non hanno possibilità di andare a scuola, ai bambini e ai ragazzi di strada di tante periferie...a quelli vittime di sfruttamento...troppo sono coloro che passano direttamente dall'infanzia all'età adulta...senza che abbiano potuto scegliere...

§ Si potrebbe continuare a lungo. pensiamo alla discrepanza tra giovani passivi e scoraggiati e quelli intraprendenti e vitali: è frutto della opportunità avute da ciascno all'interno del contesto sociale e famigliarenin cui cresce...

§ Oltre alla passività, la mancanza di fiducia in se stessi e nelle proprie capacità può manifestarsi in una eccessiva preoccupazione per la propria immagine e in arrendevole conformismo alle mode...

* Magari riprenderò qualche spunto ma mi sembra importante che ci si possa trovare in gruppi e in assemblea...per parlarne, rifletterci e tentare soluzioni...

martedì 17 ottobre 2017

RILEGGIAMO IL CREDO

* Credo in un solo Dio che è Padre, fonte sorgiva di ogni vita,
   di ogni bellezza, di ogni bontà.
   Da Lui vengono e a Lui ascendono tutte le cose.

   Credo in Gesù Cristo, figlio di Dio e figlio dell'uomo.
   Immagine visibile e trasparente dell'invisibile volto di Dio;
   immmagine alta e pura del volto dell'uomo, così come lo ha sognato il  cuore di Dio.

   Credo nello Spirito Santo che vive
   e opera nella profondità del nostro cuore
   per trasformarci tutti a immagine di Cristo.

   Credo che da questa fede fluiscono
   le realtà più essenziali e irrinunciabili della nostra vita
   perchè ci dona la speranza che nulla va perduto della nostra vita:
   nessun sacrificio, nessuna lacrima e nessuna amicizia.  Amen

* Ogni tanto a bene ridire in altra forma la bellezza di quanto credo, crediamo!

lunedì 16 ottobre 2017

CONTARDO FERRINI

* Nato a Milano nel 1859 studiò giurisprudenza anche all'estero, a Berlino, e poi insegnò in diverse università. Messina, Modena, Pavia...

§ La meditazione quotidiana, l'assiduità nella preghiera, la Comunione frequente, l'amore verso la Madonna, sollecitarono la sua decisione di votarsi al celibato per il Regno...amava e aiutava i poveri ed era cortese nel suo trattare con le persone...
§ In periodo difficile per il desiderio di democrazia, per l'ostilità liberale e massonica verso i cattolici si impegnò nella vita sociale e fu Consigliere comunale a Milano...

* Era polemico con coloro che calpestavano la fede cattolica ma anche con i filosofi e teologi cristiani che non erano attenti alla semplicità della fede di non chi era ingombro di libri, difogli con prolusioni...incomprensibili...Morì a 43 anni.

* Affascinato dalla montagna scrive:"...Quante volte stanco da un lunga giornata di cammino sui monti, all'ombra di un abete che mi difendeva dal sole, ho ragionato col pastore o con la povera donna della montagna!  Ed ogni volta fui meravigliato e confuso dalla loro sapienza, dal senso della Provvidenza...Quanto Infinito in quella vita..."

§ Anch'io quando sono amareggiato e stanco cerco di fare silenzio e tornare alla semplicità del cuore e delle parole che avevo più giovane verso...la gioia di stare con Gesù e la Madonna e la Chiesa...per essere vicino a tutti coloro che avrei incontrato....

domenica 15 ottobre 2017

A CHE SERVE UNA STRADA ...

* A che serve una strada se non conduce  alla  Chiesa ?
Gesù non è venuto per fare chiese di mattoni o cattedrali di marmi, Ma è venuto per proporre a chi crede il Lui, di essere una cosa sola affinchè il mondo creda. Una Chiesa come Comunità...

* Capisco  e capisci certamente perchè, generalmente parlando, c'è tanto disastro e violenza nel mondo e nella nostra società: perchè non c'è più Dio, non cè più Gesù ! Sono rimaste tante chiese di pietra, dove una percentuale minima di battezzati si trova casualmente a Messa, ma non per trovare degli amici credenti, normalmente, ma dire tornado a casa:" Sono a posto ! "

* La Chiesa che Gesù vuole è un gruppo di credenti che stanno cercando di vivere come vuole Gesù, per questo celebrano la Cena del Signore (Messa), si confessano con frequenza, leggono la Bibbia, si aiutano nel cammino della vita che conduce nella Chiesa eterna, " La sposa dell'agnello" !

§ Prima di fare una chiesa di pietra, in questo quartiere, ha cercato di aiutare a costruire una comunità di credenti: la Chiesa...La strada serve per condurre alla Chiesa che mi aiuta, mi fa compagnia per arrivare alla Gioia Eterna del Cielo. Arrivare tutti...tutti coloro che vogliono.

sabato 14 ottobre 2017

CLERO RESIDENTE E...

* Ho trovato una sacerdote , oltre i settanta anni, un po' zoppicante  dopo una operazione alla gamba, riesce ancora a parlare e gli ho chiesto: ma tu cosa fai come prete? Hai una parrocchia, fai incontri con la gente, raduni ...?

* Mi hanno detto che adesso era scritto che sono semplicemente clero residente: abito nel quartiere dove sono arrivato anni fa, ho fatto una parrocchia e una chiesa con diverse iniziative che formassero una Chiesa di credenti...e, tornato dall'ospedale, mi hanno detto...di non pensarci più e riposare...

* Ho provato a pensare - mi disse - che potevo andare, forse, in qualche altra parrocchia in un paesino vicino alla Grigna, o Grignetta, o Resegone...ma alcune persone di quelle che mi erano "più vicine, più amiche " mi dicevano: " ...ma cosa vai a fare...!" e sono rimasto...

* Adesso mi sento un po' solo: nessuno mi cerca, mi diceva, nessuno mi telefona per dirmi come sto o per chiedermi un parere, o per venire o andare a casa loro a fare una chiaccherata...mi sono messo a pensare di fare come fossi un monaco residente...prego il Breviario, il Rosario, celebro nell'orario che mi indica il parroco, sto in chiesa quasi sempre dalle 17 circa nell'illusione che qualcuno...mi cerchi magari per la confessione o per parlare, leggo... anche i miei diari ricordando il mio passato...

* Mi conforto dicendo con Miloz:
" Tutto va dove deve andare, perchè guidato da una Sapienza che non è la nostra..."
  Forse lo conosci anche tu quel sacerdote zoppicante?

venerdì 13 ottobre 2017

DRAMMATCA PERSECUZIONE

* Lo ha detto il Papa invitandoci ad avere gli occhi aperti sul mondo, in particolare Africa, Medio Oriente, India...Metto un aiuto per  concretizzare

* Periodo: Novembre 2015 - Ottobre 2016  +  cristiani uccisi 1207  + chiese attaccate, distrutte 1329
* Forme di violenza: sturpri, rapimenti, distruzioni, torture, incarcerazioni, licenziamenti...
* Nazioni:
§ Violenze estreme in: Corea del Nord, Somalia, Afghanistan, Pakistan, sudan,Siria, Iraq, Iran, Yemen, Eritrea...
§ Violenze molto alte: Libia, Nigeria, Maldive, Arabia Saudita, India, Uzbekistan, Vietnam, Kenya, Turkmenistan, Quatar, Egitto, Etiopia, Territori Palestinesi, Laos, Brunei, Bangladesh, Girodania, Myanmar, Tunisia, Bhutan...
§ Violenze alte: Malesia, Mali, Tanzania, Rep.Centrafricana, Tagikistan, Algeria, Turchia, Kuwait, Cina, Gibuti, Messico, Isole Camore, Kazakistan, Emirati Arabi, Sri Lanka, Indonesia, Mautitania, Bahrein, Oman, Colombia...

* Possiamo cercare sull cartina geografica, possiamo portare questo sofferenze nel cuore unirle alle nostre e unirle al Crocefisso, possiamo dire un'Ave Maria per nazione e...ne viene un Rosario...

giovedì 12 ottobre 2017

" Santa battaglia" = EDVIGE

* Ricordo come da lontano la mia zia Edvige,sorella della mamma, come donna buona, che mi voleva bene, pregava per me, mi diceva...E' morta giovane e mi hanno detto che apparteneva alle Orsoline al secolo, religiose che vivevano in casa. Forse pregava perchè diventassi sacerdote. La prego perchè mi aiuti ad andare in Paradiso...

* Sono andato a vedere la storia perchè c'è questa Edvige santa. Ci sono tre o quattro sante che portano questo nome. La mia santa Edvige era duchessa di Slesia, sposata un Duca. La sua vita fu molto amareggiata per la rivalità tra i suoi sette figli...

 * Alla loro violenza rispose con dolcezza verso i sudditi, la mitezza verso i nemici, la ricerca della pace...Trattò se stessa con rigore incredibile, vestiva semplicemente una sola tunica, portava un cilicio; delle sue rendire tratteneva pochissimo e tutto dava ai poveri...Sposa fedele e madre dolorosa, alla morte del marito si ritirò in un convento dove una sua figlia era Superiora e quando morì ( 1243) fu subito venerata come santa prima ancora che lo proclamasse la Chiesa.

§ " Santa battaglia " fu la sua vita per dominare se stessa e vivere la povertà evangelica,
per amore dei poveri, per offrire e sopportare le amarezze che le recavano i figli violenti...Potrei, potremmo anche noi, vivere la vita come " santa battaglia "...

mercoledì 11 ottobre 2017

IL PAPA BUONO

* L'hanno chiamato così dal primo giorno quando concludendo il suo saluto, alla folla che era in piazza san Pietro, Giuseppe Roncalli eletto Papa con il nome di Giovanni, dopo una vita passata nella diplomazia Vaticana e a Venezia, salutando la folla disse: " ...andando a casa date una carezza ai vostri bambini e dite loro che è la carezza del Papa..."   Il Papa buono...

* Con le sue lettere " La Chiesa Madre e Maestra" e "Pacem in terris" e con il coraggio che avuto a indire il Concilio Vaticano II che iniziò nell'Ottobre del 1962, ha scavalcato tante barriere che c'erano nella Chiesa nei confronti del mondo, della società, e viceversa, aiutando a guardare alla Chiesa come " Madre amorevolissima di tutti "

* Possiamo pregarlo così: " Dio onnipotente ed eterno, che in san Giovanni XXIII, Papa, hai fatto risplendere in tutto il mondo l'immagine viva di Cristo, buon pastore, concedi a noi , per sua intercessione, di effondere con gioia la bellezza della Chiesa e la pienezza della carità cristiana."

martedì 10 ottobre 2017

D O V E S E I ?

* Ho sfogliato l'elenco dei santi di oggi mi è piaciuto Casimiro ma poi mi è venuta alla memoria qualche battuta spiritosa... e ho preferito tornare alle origini del Libro:la Bibbia...

§ Verso sera l'uomo e la donna sentirono che Dio passeggiava nel giardino. Per non incontrarlo si nascosero tra gli alberi. Ma Dio chiamo l'uomo e gli disse. " Dove sei? " L'uomo rispose:" Ho udito i tuoi passi nel giardino e ho avuto paura perchè sono nudo e mi sono nascosto."

§ E' un episodio che riguarda molti oggi, che hanno smarrito la consapevolezza di dipendere dal mistero per vigliaccheria o per pigrizia o per paura si nascondono alla sua presenza o vivono come  se il tesoro della nostra vita non fosse suo dono.

*Ma Dio continua a cercarci...

§ Sentendo raccontare l'episodio al Catechismo e forse facendo un po' di confusione con la parabola del tesoro nascosto un bambino disse guardando il Crocefisso:" Dio, per Te, sono un tesoro ? "

* Siamo un tesoro per Dio che continua a camminare con noi per aiutarci a vivere bene.
  Se vogliamo! 

lunedì 9 ottobre 2017

SCONOSCIUTI...MA HANNO DATO LA VITA

* Il mese di Ottobre, da quando ricordo, più di settant'anni!, è sempre stato il Mese Missionario. Adesso lo spirito missionario, proprio di chi lascia e parte, mi sembra un po' affievolito perchè qui tutto un mondo o quasi, è senza Dio e si dice che la missione è qui...Io dico che è anche qui...

* Nella Nuova Guinea i missionari iniziarono la loro presenza nel 1860 e tutto procedeva con entusiasmo e, a poco a poco, si formava una Chiesa viva di laici con l'aiuto di missionari e missionarie...Ma scoppia la Seconda Guerra mondiale, la Nuova Guinea viene divisa...il Giappone si muove per la guerra con al Cina...i missionari sono incerti...il Vescovo anglicano scrive una lettera a tutti: " ...dobbiamo portare avanti qui la nostra opera..." . Tutti rimangono...

* Ma arrivano giapponesi, i cristiani tentano di rifugiarsi sulle montagne, ma i giapponesi inseguono e uccidono subito i cristiani che incontrano così fanno con un altro gruppo dimissionari e missionarie. Tra lo c'è anche Lucien Tapiedi un laico insegnante che aveva voluto restare...venne preso e ucciso sulle rive di un ruscello da Haviyapa; con lui altre trecento cristiani decapitati...traditi dagli abitani...

§ Santi martiri e avvenimenti ignorati da noi, ricordati forse nelle Cene Eucaristiche del 2 e del  20 Settembre, ma che incontremo nella gioia e nella festa del Paradiso.

domenica 8 ottobre 2017

LE DIFFICOLTA' DEL CAMMINO...

* La vita è un cammino  verso il Regno, ma è un cammino con molte difficoltà...e rimedi!...

+ La prima difficoltà è il dolore causato dagli altri: rimedio è la preghiera mattino e sera
+ Difficoltà nella famiglia: incomprensioni tra gli sposi, fatica per l'educazione dei figli, per i rapporti con gli altri, per costruire nel quartiere una comunità cristiana, una Chiesa di persone...rimedio: ricordati di Cristo e delle sue sofferenze...se con Lui vivremo...con Lui regneremo...(s.Paolo)
+ Difficoltà nella vita sociale: violenze a tutti i livelli, disparità di trattamento tra uomo e donna, chiamare amore la convivenza come fanno molti giovani dicendo: ci sposeremo...
+ Le discussioni inutili anzichè ricordare che siamo servi inutili, tutto ci dà il Signore...e ci chiniamo come Maria su di Lui, sulla fragilità della Chiesa, per renderla sposa bella e dolce di misericordia...

* Questi spunti dalla Liturgia di oggi possiamo riprenderli e farli sempre più nostri per dirlo a tutti.
" Scorrre la vita e i nostri giorni volgono alla fine...fin che c'è tempo teniamo le lampade accese...per fare luce a Cristo che viene..."

sabato 7 ottobre 2017

LA MADONNA DEL ROSARIO

* Non so con esattezza da dove arriva il santo Rosario certo dopo l'anno 1200. E' in questo secolo che si sviluppa la preghiera dell' Ave Maria...Il Rosario comporta la meditazione di 15 Misteri della vita di Gesù, intercalati  da dieci Ave...

* Ma penso che si possa personalizzare...io ad esempio, da un po' di tempo, declino così i Misteri:

+ Gesù annunciato a Maria - la visita a Elisabetta - la Nascita - i pastori - Gesù presentato al Tempio - la venuta dei Magi - la fuga e il ritorno dall'Egitto - Gesù ritrovato nel Tempio - la vita a Nazaret
sono i Misteri gaudiosi...
+ Gesù Battezzati e tentato - i discorsi del Regno - i primi discepoli - il discorso della montagna -
Gesù incontra Natanaele - la samaritana - la Maddalena - Zaccheo - Lazzaro e le sue sorelle - l'Ultima Cena: Gesù Pane di Vita...sono i Misteri ( alcuni ) della vita pubblica di Gesù...
+ Gesù nel Getzemani - processato e condannato - flagellato e coronato di spine - caricato della Croce - aiutato dal Cireneo - inchiodato alla croce - perdona al ladrone - ci affida a Maria - si abbandona  al Padre - morto e sepolto...sono i Misteri dolorosi...
+ Gesù risorge - perchè cercate tra i morti colui che è vivo? - Mio Signore e mio Dio - Gesù come a Pietro mi dice: " Mi ami tu?" - Tu sai che ti amo - raccoglie i discepoli per mandarli sotto l'autorità di Pietro - sale al Cielo - manda lo Spirito Santo - accoglie Maria assunta - mi prepara un posto...

* Sono una proposta che mi aiuta ad essere più attento mentre recito l'Ave Maria. Se vuoi anche tu...

venerdì 6 ottobre 2017

GIOVANNI PALATUCCI: chi era costui?

* In vista del Sinodo sui giovani nel prossimo anno, già si sentono ipotesi di iniziative perchè i giovani sono, come si dice, la speranza del domani...( speriamo valga ancora questo detto  ! )

*Ho trovato un fascicoletto con 17 nomi e foto di " cristiani esemplari "; anche se non sono tutti giovani contemporanei, sono stati giovani e si propongono con la loro vita.
Ne indicherò uno ogni tanto...

* Giovanni Palatucci proposto tra i martiri del XX° secolo: ha testimoniato la sua fede, fatta di amore verso il prossimo, fino all'estremo sacrificio. Impegnato nela vita sociale fu responsabile dell' Ufficio Stranieri a Fiume, poi Questore dal 1939 al 1944 e riesce a salvare circa 5.000 ebrei destinati ai campi di sterminio. Pur avendo la possibilità di mettersi in salvo per l'autorità che aveva, continuò la sua missione cercando di strappare alla morte molte persone...

* Arrestato dai nazisti muore a 36 anni nel lager di Dachau. Aveva scritto ai genitori. "...qui ho la possibilità di fare un po' di bene..."  Nel 1990 dai responsabili dello Stato ebraico fu insignito del titolo " Giusto tra le nazioni" massima onorificenza dello Stato e molti ebrei dicono di lui: " ha amato il prossimo più di se stesso..."

§ Non so, ma penso di si. Il prossimo più di noi stessi posso, possiamo amarlo anche oggi, qui!

giovedì 5 ottobre 2017

DOVE SONO ANDATI...

* Leggendo come stiamo facendo la Bibbia, i primi capitoli, mi sono chiesto: " Dove sono andati tutti coloro che sono vissuti, nel mondo prima della venuta di Gesù e si sono comportati "bene" ? Un  opuscolo: " I Santi Pagani nell'Antico Testamento " mi ha interessato...Ma già san Paolo aveva scritto che i giudei saranno giudicati secondo la legge di Mosè, gli altri secondo la legge scritta nei loro cuori (Rm 2,11-15)

* Il primo di questi è Enoc, il settimo patriarca dopo Adamo.La sua figura è caratteristica: sette ha un valore sacro...visse trecentossantacinque anni cioè una anno di anni segno di perfezione, e soprattutto camminò con Dio . Ma altri testi (non li cito tutti) dicono che:"Enoc piacque al Signore e fu rapito in cielo esempio di conversione per tutti..."

* Non bisogna solo sapere che Dio è immortale e beato, ma anche che è amico degli uomini, che li protegge e li aiuta; e un'antica preghiera liturgica che si riferisce a Enoc dice: " O Dio, tu hai aperto a tutti gli uomini le porte della misericordia... mostrando a ciascuno che la bellezza non dura, che le ricchezze non sono eterne, che la coscienza fondata sulla fede non delude..."

§ Questo sguardo dentro la storia di migliaia di uomini e donne nonostante tante violenze, come oggi, mi pacifica lo spirito, pensando alla dolcezza del cuore di Dio, Padre di tutti, che continua a cercare di attrarre tutti a Sè...la bellezza della fede cristiana è comunicare questo amore a tutti...


mercoledì 4 ottobre 2017

IL SUO VERO NOME ERA GIOVANNI

* Era nato ad Assisi, ma poi, la mamma per le sue origini  soprattutto,  cominciò a chiamarlo Francesco anche per un panno pregiato francese che fece la fortuna di suo padre mercante...Giovane e allegro e si abbandonò ai sogni cavallereschi e partecipò con impeto alla guerra tra Assisi e Perugia che gli costò un  anno di prigionia. Fu l'anno in cui riscoprì la verità e l'amore per Gesù...

* Baciò un lebbroso per amore di Gesù, viveva ina sintonia con Lui e a san Damiano ricostruì la "casa" (chiesetta) semidistrutta...tanti si unirono a Lui, Chiara in particolare con altre fanciulle...Francesco sposò "Madonna povertà" e si recò in Dalmazia e Spagna per proporre la sua regola e cercò anche di convertire il sultano nel deserto. Prima di morire, quasi cieco ricevette il dono delle Stigmate, compose il "cantico delle creature" e volle morire sulla terra, nella Porziuncola...

* Da una sua lettera a tutti i fedeli:.."Come sono beati coloro che amano Dio e obbediscono al suo vangelo amando Dio e il prossimo...e dobbiamo pregare per non stancarci mai...morendo lasciamo tutto quello che abbiamo in questa terra, portando solo la mercede della carità e delle elemosine che abbiamo fatto...e saremo considerati come fossimo per il Signore o sposa o fratello/sorella o madre"

§ Potremmo pregare insieme questa sera leggendo il "Cantico della creature"

martedì 3 ottobre 2017

S E L' A M I C I Z I A F O S S E...

* Se l'amicizia fosse un pesce rosso, lo potresti portare in giro, 
   se l'amicizia fosse un pesce rosso lo potresti portare con te .
   Un pesce vivo nella bottiglia che si muove lentamente
   una pesce vivo nella bottiglia da tenere vicino a te.

* Ma l'amicizia non  è un pesce rosso che tu possa portare in giro.
   L'amicizia non è un pesce rosso che tu possa tener con te.

* No,non è un pesce nella bottiglia..non si vede, non si sente;
   no, non è un pesce nella bottiglia da tenere vicino a te.
 
* Ma tu sei il pesce nella bottiglia, l'amiciza ti è tutta intorno,
   un pesce vivo nella bottiglia palpitante come un cuor.
   Si, sei tu il pesce nella bottiglia, l'amicizia vicina è a te!

§ E' una canzone che cantavo con gioia con i ragazzi/e di GS  ( è CL da piccolina )
   forse è tempo di ricostruire amicizia e donarla  
  e accorgerti dell'amicizia che ti circonda...

lunedì 2 ottobre 2017

PERCHE' TU SEI NECESSARIO ?

* Tu sei necessario, o solo vero maestro delle verità recondite e indispensabili della vita, per conoscere il nostro essere e il nostro destino, la via per conseguirlo...

* Tu ci sei necessario, solo vero aiuto, per scoprire la nostra miseria e per guarirla; per avere il concetto del bene del male e la speranza della santità; per deplorare i nostri peccati e averne il perdono...

* Tu ci sei necessario, fratello primogenito del genere umano, per trovare le ragioni vere della fraternità fra tutti, i fondamenti della giustizia, i tesori della carità, il bene sommo della pace...

*...lungo il cammino della nostra vita faticosa, fino all'incontro finale con Te amato, con Te atteso, con Te benedetto nei secoli.

§ Volevo ricordare qualche pensiero della " Storia di un' anima " ( di...?) ma nel libro ho trovato un foglio con questa riflessione e spero che anche tu sia d'accordo...e recita un Gloria a santa Teresa di G.B....che con parole più "femminili" scriveva e pregava come Paolo VI .


domenica 1 ottobre 2017

PER AMARE

* E' certamente una delle parole usate molte volte, ma cosa vuol dire?

§ Prima di tutto devo chiedermi. chi sono? come mai ci sono adesso?
   E riconoscere che esistere è dipendere da un Mistero: Dio:
§ Se riconosco questo fatto la reazione è: Ti amo Signore, mia forza...

§ Se lo accolgo lealmente accetto che il Mistero/Dio si è fatto uomo:è Gesù...
§ se lo seguo allora Lui è la luce della mia lampada e con Lui mi butto nella mischia,  scavalco il  muro, gli ostacoli che sono il rapporto con gli altri...

Allora riconosco che il  criterio, il metodo della mia vita e se vuoi della tua è amore Dio con tutto il cuore, contutta la mente, con tutto se stessi e il prossimo tuo come te stesso.
E' il comandamento dell'Amore.

Posso, possiamo ogni giorno a ricominciare, per questo possiamo amare sempre!


sabato 30 settembre 2017

IL LEONE DELLA POLEMICA CRISTIANA

* Era nato a metà del quarto secolo in Dalmazia dopo l'editto di Costantino quando, la libertà ai cristiani  suscitò un modo di vivere il cristianesimo, superficiale. Ci vollero grandi figure per reggere il cristianesimo nella verità: sant'Agostino, altri e Girolamo...

* Girolamo lo fece dedicando la sua brillante intelligenza allo studio e diffusione del cristianesimo senza sbavature, dopo l'esperienza del vuoto gaudente vissuto a Roma. Si ritirò per fare penitenza nel deserto e usava una pietra per percuotersi il petto in segno di pentimenti. Per concretizzare la sua conversione si ritirò nel deserto della Siria con un bagaglio di libri...da Cicerone a Virgilio...

* Ma qui sentì come una voce che gli diceva:" Tu non sei cristiano ma ciceroniano!" Da quel momento si dedicò totalmente allo studio delle scritture e tornato a Roma al servizio del Papa Danaso stupisce per la sua straordinaria dottrina, sorgono molti avversari forse per invidia, fu un leone  polemizando con i suoi critici, e, alla morte del Papa, con un gruppetto di persone, uomini e donne forma come un cenacolo, si reca a Betlemme, pone il suo covo in una grotta che diventa un monastero per suo gruppo...

* Si dedicò allo studio e alla traduzione  in lingua volgare, latino, della Bibbia che venne chiamata la Volgata e fino al secolo scorso era il testo ufficiale della Sacra scrittura...

§ La mia impressione è che la Bibbia si conosce poco, non si legge quasi mai in casa, non si medita quasi mai personalmente e nessuna polemica prende spunto di riferimento dalla Bibbia. Mi sbaglio?

venerdì 29 settembre 2017

UN VIAGGIO DA CONDIVIDERE

* Dissipare la paura verso lo straniero   -   Capire perchè tante persone lasciano il loro Paese  - Costruire relazioni con i rifugiati...Sono tre capisaldi proposti ieri dalla Caritas Internazionale...

* Guardando il mondo attraverso una prospettiva vera, la storia dell'umanità è una storia di migrazione, ma adesso ci sono fenomeni che l'hanno resa disturbante: le nuove forme di schiavitù, lo sfruttamento sessuale della donna schiavizzata, la vendita dei bambini...

* Il Papa ricorda ai cristiani che ogni viaggio si fa in due, c'è chi parte e chi accoglie perchè vuole conoscere e dialogare...l'immigrazione va umanizzata per non averne più paura: perchè riguarda persone non numeri: condividi il viaggio così!

* Nella Bibbia gli esodi vengono chiamati viaggi di speranza: che significa condividere il viaggio della vita: non abbiamo paura di condividere la speranza!  Il benvenuto ai migranti, ai richiedenti asilo e ai rifugiati sono segno di una Chiesa che cerca di essere aperta, inclusiva, accogliente...

§ Tra noi non sento parlare ne discutere del problema dei migranti; ieri è venuta a trovarmi una persona, che abita in viale Romagna, che con la Caritas ha accolto un giovane migrante...

giovedì 28 settembre 2017

PRETE IN DIOCESI E BEAT0 in PARADISO

* Si chiamava  Luigi  Monza  nato a Cislago (Va) da una famiglia di contadini, poveri di mezzi ma ricchi di fede, percepì la possibilità di diventare sacerdote ma dovette superare diversi ostacoli: la povertà, la malattia del papà, la prima guerra mondiale...finalmente divenne sacerdote nel 1925...

* Mandato come coadiutore a Vedano suscitò l'entusiasmo dei giovani e le false accuse dei fascisti che lo misero in carcere per qualche mese...venne poi destinato al Santuario della Madonna a Saronno e poi parroco a san Giovanni in Lecco dove morì a 56 anni consumato dallo zelo...

* Sempre disponibile al confessionale si convinse che al mondo moderno moralmente sconvolto, occorreva la testimonianza gioiosa, fino al martirio, dei primi cristiani. Per questo fondò l'Istituto secolare della Piccole Apostole della Carità per aiutare i pccoli portatori di handicap...

§ Sono convinto che non ci siano solo preti/religiosi in Paradiso, per la fede che hanno avuto, hanno fatto tanto bene, ma anche tanti laici, giovani, sposati e...anziani. Sono certo ce ne siano anche oggi, anche nei quartieri moderni di Milano...Forza!  Ci troveremo tutti in Paradiso...

mercoledì 27 settembre 2017

VINCENZO DALL' AQUITANIA...

* Nacque in una famiglia disagiata,contadini dal 1581. Divenne sacerdote molto giovane e arrivò a entrare nella Corte di Francia come elemosiniere della Regina...ma meditando il Vangelo e la povertà di Gesù e della vita a Nazaret, abbandonò il ruolo che aveva, divenne parroco in un piccolo paese e organizzò un gruppo di donne per assistere ai bisognosi: "Le serve dei poveri"...

* Vincenzo de Paoli( si chiama così dal nome del padre Paolo) allo stesso scopo organizzò i signori della missione, chiamati "Lazzaristi" , dal nome della  prima sede che abitarono e con l'aiuto di un'altra santa, Luisa de Marillac, diede vita alla congregazione delle "Figlie della carità" che come monastero avevano la casa degli ammalati, come cella una camera in affitto, come chiostro le vie della città e le sale degli ospedali...

* Scriveva: " Gesù disse:- Sono mandato ad annunciare ai poveri un lieto messaggio - (Lc 4,18) e noi dobbiamo fare ciò che ha fatto Gesù; curare i poveri, consolarli, soccorrerli...Dio ama i poveri e per conseguenza quelli che amano i poveri..."

§ La parola poveri o povertà, fa un po' paura dalle nostre parti...sono identificati con i Rom che sono ladri, con i barboni che sono sporchi...Gesù dice diversamente...vorrei riuscissimo a imitarlo...un po'.





martedì 26 settembre 2017

DOVE SONO FINITI ?...

* In loro onore  e per la devozione che attiravano c'era certamente una Chiesa molto bella in Siria in loro onore. Ci sarà ancora? Lo chiederò sentendo le suore del Monastero di Valserena in Siria...Ma a loro dedicate ci sono molte chiese in Medio Oriente e...una anche a Roma.

* Loro sono Cosma e Damiano, due fratelli si dice (molte leggende su di loro, erano famosi, ma non ripeterò più si dice! ...) nati in Arabia, studenti di scienze in Siria, in Cilicia esercitaro gratuitamente per amore dei poveri la professione di medici. Per la loro carità e integrità cristiana divennero famosi e rispettati...

* Dichiaravano apertamente la loro fede e fu motivo di odio;  allo scoppio della persecuzione furono portati al governatore della Cilicia (che sta sempre dalla parte del potere per mantenere il proprio seggiolino ) che li fece torturare e decapitare. (Siamo nel terzo secolo) Sorsero molti racconti sulle guarigioni che operavano per chi li invocava in veglie notturne in Chiesa, chiamate incubazioni...

§ Con san Luca sono i santi patroni dei medici...spero che, imitandoli, tanti medici pratichino la carità...nel rispondere a chi chiederà: "  Quanto le devo dottore? "

lunedì 25 settembre 2017

SONO TANTISSIMI PIU' UNO....

* Oggi la Liturgia ambrosiana celebra la  Festa dei Vescovi  milanesi. Sono tantisssimi ovviammente e non so ci sia un Archivio con i nomi di tutti viste distruzioni, guerre, pestilenze che hanno attraversato la città. Il calendario inizia così: " Il primo Vescovo milanese fu Anàtalo che era greco e fondò la Chiesa di Milano verso la metà del secondo secolo...

* Poi mi piace elencare tanti nome per dire loro un Gloria di ringraziamento: Caio, Castriziano, Calimero, poi Mona che arrivò quasi all'edito di Milano che con Costantino imperatore pose fine alle persecuzioni. E poi...Mirocle, ricordato anche da Ambrogio, Materno, Protaso che dopo il Concilio di Nicea, nonostante le divergenze, accolse con benevolenza Anastasio. Dopo Protaso vi furono Eustorgio, Dionigi, Ambrogio. Di lui già conosciamo qualche notizia in più...! Ricordo san Carlo conpatrono con sant'Ambrogio...e mi fermo qui nell'elenco...
* Forse degli ultimi qualcuno si ricorda... Schuster, Montini, Martini,Tettamanzi, Scola...

* Il + uno, dopo tantissimi, è il nuovo arrivato: Mario Delpini che è partito dai carcerati di san Vittore, per andare a sant'Eustorgio e arrivare in Duomo. Da quello che ho capito lui ci ricorda:la famiglia, i giovani, i poveri...e dare vita a una Milano che è...senza Dio.

§ Tocca anche a tutti noi, da oggi fin che il Signore...vorrà!

domenica 24 settembre 2017

PAROLA E PANE

* Vieni Signore a salvare il tuo popolo...se squarciassi i cieli...è un grido che a volte esce dal nostro cuore e spesso anche dalle nostre labbra. Ma Tu vai incontro a quelli che praticano la giustizia...

* Con il grido il popolo di Israele fece anche una grande tenda con tutti gli oggetti anche dorati per il culto e per le solennità...ma tutto andò distrutto o portato via dai popoli nemici...

* Voi chiedete il pane perchè l'ho moltiplicato per cinquemila di voi...disse Gesù...
   Non desidero le cose tue me Te stesso...disse Lutero...

* Io, tu, noi dovremmo celebrare la Cena del Signore (Messa) per Lui, perchè lo crediamo risorto dopo tutti i tormenti, perchè desideriamo essere una cosa sola con Lui, nella società...e per imparare dalla sua Parola così poco conosciuta...

* "Il nostro mondo vive una forte crisi di desolazione spirituale, di notte oscura dello spirito dove Dio non è presente...non si può passare da cristiani se non fai sentire la presenza di Cristo..."

§ A questo educa la Cena del Signore, per questo ci è proposta almeno tutte le Domeniche.

T U T T I....D E VO NO...

* L'insegnante spiega pazientemente ai suoi allievi che in  questo mondo tutti devono lavorare.

*  - Tutti ? - Chiede un allievo.

* - Bè, quasi tutti...- risponde l'insegnante.

* - Allora io da grande farò il quasi - esclamò l'allievo!

* Se per tutta la vita avessi vissuto in una noce di cocco chiusa...saresti morto, nel silenzio.

n.b scritto il sabato 23 ...non so correggere la data!!! !

venerdì 22 settembre 2017

LUIGI MARIA MONTI

* E' vissuto gli ultimi 75 anni del secolo scorso vicino a Milano, a Bovisio. Fu un giovane impegnato nel lavoro come apprendista e artigiano del legno. (Oggi sono pochi dalle nostre parti...)
Lavorando...rifletteva sopratutto sul senso della vita...forse oggi ...ho qualche dubbio...

* Riconoscendo che la vita è un dono che Dio ci dona ...in ogni istante, decise di darsi una forte impronta e nel santuario di Rho si consacrò al Signore in forma privata impegnandosi con i voti di povertà, obbedienza al suo confessore e castità...

* Nel suo laboratorio di casa diede inizio ad una esperienza di compagnia di giovani...una specie di oratorio cui aderirono molti giovani cercando di imitare il suo esempio e venne chiamata, forse per canzonarli compagnia dei frati. Ma dovette  subire calunniose denunce e subire giorni di carcere...

* Entrò nella congregazione del beato Lodovico Pavoni: si impegnò come educatore, maesstro d'arte con il legno, divenne infermiere e assistette i malati nell'epidemia di colera del 1855. Si trasferì a Roma fondò un Ospedale e una Congregazione femminile per la cura dei malati...

§ Non conoscevo niente di lui. Mi sono fermato a pregarlo perchè la carità diventi norma di vita per tutti in particolare per i giovani e per coloro che si dicono cristiani...

giovedì 21 settembre 2017

UN ESATORE DI DAZI E IMPOSTE

* Era un mestriere dannato perchè ritenuto più rapace che lecito. Le tasse erano  prese da uomini senza scrupoli  che cercavano  di aumentarei propri introiti. In Palestina avevano una pessima fama...Anche Matteo era consideato un pubblico peccatore...

* Raccontò egli stesso la sua chiamata da parte del Maestro:Gesù lo vide seduto al banco delle riscosse e gli disse:-Seguimi!- e Matteo si alzò e lo seguì. Anche lui era consierato un pubblico peccatore, ma alla chiamata lo segu' senza un attimo di esitazione...

* L'esempio di tale prontezza alla chiamata divina si chiamava in realtà Levi, he vuol dire legato. Fino ad allora era stato legato al suo dannato mestiere. Dopo aver seguito Gesù, mutò l'antico nome con quello di Latteo che voleva dire " dono di Dio"...

* Dopo circa dodici anni dalla morte di Gesù, gli venne l'ispirazone di scrivere quello che aveva visto e udito dopo che si era alzato per seguirlo; lo scrisse nella sua lingua nativa, in aramaico, che era la lingua volgare degli ebrei del tempo. Solo le prime pagine, la genealogia che partiva da Abramo, fu scritta in ebraico...

§ L'esperienza di Matteo inizia con " seguimi " e il suo Vangelo si conclude con: "...andate a tutti e insegnate quanto vi ho comandato. Io sono sempre con voi..." E' la sua presenza che ci conforta! 

mercoledì 20 settembre 2017

FAMIGLIA RIFONDATA

* Spero che i mezzi che ci sono oggi molti cerchino, trovino e leggano l'ultimo documento voluto e firmato dal Papa sulla famiglia: " Summa  familiae  cura " (è un latino che si capisce). Il Sinodo sulla famiglia ha portato la Chiesa a una rinnovata consapevolezza del Vangelo della famiglia, del matrimonio e delle nuove sfide pastorali a cui la comunità cristiana è chiamata:adesso concretizzare! 

* L'intelligenza della fede cristiana deve saper restituie incanto all'umana bellezza dei valori forti che fanno una famiglia e che si irradiano su tutte le relazioni umane e tengono insieme i popoli...La teologia deve abbracciare l'intera realtà della condizione famigliare nell'intero arco della vita...

* Comprese le sue parti drammatiche e oscure, le sue fragilità...E anche  i suoi inganni e prevaricazioni  con cui le potenze mondane  insidiano la libertà dei padri e delle madri, dei figli e delle figlie, in tutte le culture ...
La teologia insegna al pastore  a mettersi sulle spalle la pecora ferita e perduta , non soltanto la ramanzina  che deve farle!   

*Il destino della terra e il senso della storia, la terra dei viventi, sono conseganti all'uomo e alla donna,sono affidati all'uomo e alla donna  perchè diventi la casa comune di tutti gli esseri umani .

§ Penso che abbiamo di strada da fare se penso che questa capacità ci è data da Gesù  Pane di Vita !                                                                           

martedì 19 settembre 2017

NACQUE IN UNA STALLA

* Una persona un po' strana: da una parte un uomo rozzo, incapace di ogni ambizione, dall'altra un mistico di continua e tenera contemplazione, un taumaturgo...stupefascente...
Era nato a Camerino nel 1603, in una stalla da una famiglia poverissima e venne educato da una mamma devota...

* Crebbe buono a nulla, ma si godeva le sue visioni e estasi prodigiose.
A 17 anni non sapeva fare nulla, ma sapeva ciò che voleva diventare:un religioso. Ma vari ordini lo rifiutarono di volta in volta mane nessuno su accorse delle sue visioni spirituali
Anche la famiglian lo cacciò...

* Sembra che sia riuscito a convincere i superiori, dopo il periodo di Seminario ad ammeterlo a Sacerdozio e i suoi prodigi e visioni convinsero non solo il santo Uffizio ma anche il Papa...
La sua fama attira troppa popolarità e i Superioriri lo spediscono una monastero all'altro per l'Italia.

§ Lo chiamavano frate Asino. E tu?

domenica 17 settembre 2017

MARIO VESCOVO E IL PALIO

* " Chiedo a voi la preghiera di incoraggiamento e la collaborazione  che può rendere più leggero il carico " Così il nostro Vescovo Maria ha accolto il Pallio...

* Nella Chiesa latina è riservato al Pontefice e agli Arcivescovi: è un tessuto di lana bianca con un lembo nero pendente dietro, decorato con più croci e ornato da uno spillone a tre gemme. appare come una fascia di stoffa che gira attorno al collo.

* Il Pallio è l'emblema della pecora che il Pastore prende sulle sue spalle nell'azione di misericordia che il tema del Buon Pastore nel nuovo Testamento ci ricorda...

* Le croci indicano la disponibilità totale al dono di sè e della propria vita: al riguardo  il Vescovo  Mario  domada a noi responsabilità, corresponsabilità, fraternità e obbedienza.

§ Dici poco ? Riusciremo...fingendo o lasciandolo dire ?....

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA ?

 * Una definizione per quanto esatta non ha nulla di impegnativo...

* "Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente" Non dice nulla se non si concretizza.

* Paolo sapeva e credeva che c'era Dio, ma di fatto era un persecutore, un violento, agivo per ignoranza...ma quando si è accorto che Dio è Misericordia, l'ha fatto alzare da terra...l'ha fatto accogliere con benevolenza, ha creduto in Luie per mesi ha riflesso sulla sua vita, per cambiarla.

* E io, tu le cerimonie che celebro, i gesti religiosi che compio come il segno della Croce, lo scambio della pace, la comunione, la confessione...sono segno di una vita? O non dicono nulla?

* Ecco, vedi, vediamo di rivedere la verità della parole e dei gesti di fede che facciamo, segno di un impegno e di una vita cristiana credente.

sabato 16 settembre 2017

L'ULTIMO DELLA CLASSE ?

* Per fortuna ci sono metri diversi per giudicare giovani e adulti...
" Quando era seminarista  Giovanni Battista Vianney, il futuro curato d'Ars, che divenne santo, aveva  enormi difficoltà a scuola e i superiori lo rimandarono a casa. Un suo compagno volle cercare di aiutarlo, ma non usci un ragno del buco e si lamentò con i compagni...

* Giovanni Battista lo senti, si accostò al suo banco, e in ginocchio gli disse: "Perdonami perchè sono così stupido...

§ Commento: In un campo di grano quasi tutte le spighe stavano curve verso terra; solo alcune avevano lo stelo diritto e guardavano con alterigia le altre. "Noi siamo migliori di voi, dicevano! e non viviamo piegando lo stelo come schiave...."

§ Ma il vento che conosce la vita e fa esperienza per il mondo sogghignò: " Stanno bene diritte, certo...perchè sono vuote !"

* Non siamo facili a giudicare gli altri!

venerdì 15 settembre 2017

A D D O L O R A T A

* Forse con tutto il folclore e le esaltazioni per le apparizioni o i messaggi della Madonna in tutto il mondo può essere fuori luogo la celebrazione della Liturgia di oggi della Vergine Addolorata...E' stata introdotta dal Papa Pio VII nel 1814 e fissata definitivamente da Pio X il giorno dopo l'Esaltazione della Croce. Voglio semplicemente trarre un pensiero dalle letture...

* "Dalla figlia di Sion è scomparso ogni splendore...voi che passate per la via considerate se c'è un dolore simile al mio dolore...per questo piango, perchè lontano da me è chi consola..."(Lam 1 ss)
Mi chiedo se tutte le volte che guardo alla Madonna penso al suo dolore...non solo per la morte di Gesù quel giorno, sulla Croce, ma per l'uccisione di Gesù nella vita dei battezzati, per l'indifferenza e l'ignoranza dei frequentatori della messa la domenica...se danno uno sguardo alla Madonna per percepirne e asciugarne le lacrime per il male del modo e l'indiffenza dei cattolici...

* " Io, Paolo, dò compimento a cio che dei patimenti di Cristo manca nella mia carne a favore del suo corpo che è la Chiesa..."(Col  1,ss) E' questa assunzione in me, in noi, del patimenti di Cristo, da vivere come offerta, con Gesù nella Messa per sanare le piaghe di tanti nel mondo...

* " Stavano presso la Croce di Gesù sua madre e...altre donne. Gesù vedendo la madre e accanto a lei  il discepolo che egli amava disse alla madre:- Donna ecco tuo figlio - e al discepolo disse: - Ecco tua madre...-

§ Come il discepolo accogliere nel nostro cuore la Madonna addolorata per essere capaci di misericordia nella vicende della vita personale e sociale e politica...

giovedì 14 settembre 2017

ESALTAZIONE DELLA CROCE

* E' paradossale e sembra impossibile: come si fa esaltare la Croce con il Crocefisso? Eppure la Chiesa cattolica celebra oggi questa  festa della Esaltazione della Croce. 
Esalti la Croce perchè esalti Gesù che è stato crocefisso ed è morto in croce.
Ma non esalti la croce perchè con il buon ladrone tanti nella storia del mondo sono stati crocefissi...

* Devo partire da me stesso, dalla consapevolezza di esistere perchè voluto dal Mistero, origine di tutto, che si è fatto uomo per dirmi di volermi bene e di volere bene al prossimo. E' dura, hai contro anche gli amici di fede e i parenti, ma mi hai insegnato:"...ama il prossimo tuo come te stesso..."

* Scrive Charles de Foucauld: " Come parlare davanti alla Croce dove Tu spiri? Non posso che adorare, prostrarmi davanti alla vosta croce, davanti al vostro corpo che diventa freddo, tacere muto davanti ai vostri piedi, annientato, la fronte a terra è piamgendo con la Maddalena, cercando di unirvi alla vostra Madre e prostrato ai piedi della vostra croce...rimettere la mia anima tra le tue mani.

§ Andare oggi davanti alla Croce con un bacio al Crocefisso e a chi sotto al croce, piange...

mercoledì 13 settembre 2017

COSA PENSI?

* I giovani hanno la capacità non solo di giudicare, di segnalare gli erorri, ma anche quell'altra capacità bella e costruttiva: quella di comprendere che dietro un errore c'è una infinità di ragioni...

* L'Italia è il peggior paese per i ragazzi "under 35" che non  studiano e lavorano e preferiscono trovare oppotunità professionali fuori dai confini nazionali...

* Emerge però dai dati dei nostri studi che i ragazzi italiani, rispetto ai loro coetanei europei, consideano un aspetto importante della loro vita, promuovere il bene della comunità e lo svolgere attività di volontariato...

* Non bisogna negare che ci sono problematiche importanti e solitudini potenti, ma la raccolta di
esperienze positive ci sta aiutando a dire che è possibile educare alla fede...

§ Magari sei aggiornato ma la prossima  Assemblea dei Vescovi Italiani  riguarderà il problema dei giovani e della loro educazione alla vita...mi piacerebbe saperne dai giovani di questa parrocchia.

martedì 12 settembre 2017

IL NOME DI MARIA....

* Si può ripetere il nome di Maria sensa pensarci; si può ripetere pensando alla sua dolcezza, si può ripetere sospirando...

§ Si può pensare a Maria che dopo avere detto tutto a Nazaret...e cantato il suo abbandono e la sua gioia sull'uscio di Elisabetta, è venuta a Cana a una festa destinata a una triste fine...ha pensato a noi
" fate quello che vi dirà"  guardando a suo Figlio...

§ Poi è tornata nel silenzio e nella solitudine ad attendere l'ora di lui e la sua...fino al Calvario non starà più con suo Figlio...Egli non ti appartiene più, come Maria non appartiene  più a se stessa...

§ Donaci di comprendere la grandezza del tuo silenzio e la vastità della tua solitudine. Nei momenti della fatica possiamo ancora ritrovarci insieme sotto la Croce dove  per l' ultima volta Gesù ti rivolgerà la parola per lasciare noi dentro il tuo grande cuore e te come madre, per tutti...

* E fa che continuiamo a dire il tuo nome con fiducia anche con le lacrime agli occhi...

lunedì 11 settembre 2017

EUNUCHI....E SANTI MARTIRI

* Sono menzionati fin dal IV secolo nei sacramentari primitivi oltre che nei calendari napoletani di pietra...Il loro martirio e il loculto è indiscusso. si chiamavano Proto e Giacinto e il lo culto fu definitivamente confermato nel 1845 nel quale venne scoperto il luogo della sepoltura nella via Salaria in una nicchia.

* Le osse erano carbonizzate e ciò suggerì il martirio li  arse sul sul rogo. Viera un'altra iscrizione con la scritta sepolcro di Proto ma non vi erano resti umani...Papa Damaso nel IV° secolo in un epitafio li definisce maestri di fede.

* Seguendo una tradizione che gli eunuchi fossero servi delle donne una narrazione  un po'elaborata su santa Eugenia, identifica i fratelli Proto e Giacinto come eunuchi schiavi di Eugenia e come lei martiri.

§ Che fossero eunuchi non mi interessa, perchè Dio non fa preferenza di persone, se lo erano, mi interessa proporli nella loro identititò di santi martiri.
Martiri non so, ma santo lo sarò, lo saremo? 

domenica 10 settembre 2017

V E R S O LA B E L L E Z Z A

* Sintetizzo così la Liturgia  di oggi 2°  Domenica dopo il Martirio di Giovanni Battista.

§ Il nostro destino: costituirò tuo sovrano la bellezza...tuo governatore la giustizia...il Signore sarà per te luce eterna...
§ Nel quotidiano:  nell'attesa  che impegna la mia vita, in famiglia, nel lavoro, nella comuntità...
§ Nell'attesa: mantenere viva la speranza della vittoria finale. anche la morte sarà vinta...
§ Vivere adesso: ascoltando e assimilando la Parola del Figlio, è passare dalla morte alla vita...

* Con Charles de Foucaud prego: Io sono felice perchè sei Tu che io amo nel mio quotidiano.

sabato 9 settembre 2017

SENZA BRACCIA SENZA PIEDI...

* Ho visto sullo sfondo dell'Assemblea di riconcilizione tenuta dal Papa in Colombia, e forse lo hai visto anche tu, un Crocifisso senza braccia e senza piedi... 
Mi è sembrato fosse come segno della impossibilità di abbracciare e di andare verso le persone che sono in lotta, in guerra, e dovrebbero pacifiarsi.

* Ho visto tante persone abbracciarsi come fosse cosa nuova all'invito a scambiarsi la pace e ho visto più di una persona che era stata offesa gravemente abbracciare piangendo chi l'aveva offesa.
Mi è sembrato di vedere il Crocifisso senza braccia e senza piedi che si muovesse sorridendo.
Non era una visione, era un desiderio...e la certezza del cuore.

* L'odio tra popoli, tra le persone delo stesso popolo è la notte: Maria ha annumciato la fine della notte del mondo,il giorno è vicino.  Quali sono le vie della riconciliazione ?
Come Maria dire si alla storia completa che in lei inizia, come Giuseppe mettere da parte le passioni e l'orgoglio; come Gesù farci carico di questa storia...qui ci siete voi: dobbiamo dire  si alla verità, alla bontà, alla riconciliazione e riempiamo della luce del Vangelo le nostre storie di peccato,di violenza, di scontro...

§ Gesù ha le nostra braccia, il nostro cuore, noi, per  camminare nella pace,in famiglia,in politica, sempre e dovunque...

venerdì 8 settembre 2017

O VERGINE O TUTTA SANTA

* " Vergine, cattedrale del Silenzio, anello d'oro del tempo e dell'eterno:
tu porti la nostra carne in paradiso e Dio nella carne.
Vieni e vai per gli spazi a noi invalicabili.

Sei lo splendore dei campi, roveto e chiesa bianca sulla montagna...

Non manchi più vino alle nostre mense...vengano a te le fanciulle ad attingere la bevanda sacra, le donne concepiscano ancora e ti offrano i loro figli come tu offristi il tuo frutto a noi.

Amorosa attendi che si avveri la nosra favolosa vicenda, creazione finalmente libera.
Noi ti abbiamo ucciso il Figlio, ma ora sei nostra madre, viviamo insieme la resurrezione. Amen"

* Oggi Festa della Natività della Madonna, se non possiamo "offrire il Figlio" andando alla Cena del Signore (Messa), personalmente e nelle nostre famiglie "viviamo insieme la resurrezione". Lo spero. Con queste riflesssioni poetiche di p.Davide Turoldo