sabato 7 dicembre 2019

VITA DI SANT'AMBROGIO - PATRONO DI MILANO

+ E' come un indice:
* Nato a Treviri nelle Gallie nel 374 ,studiò a Roma e ricevette l'incarico di recarsi a Milano  come governatore della provincia di Ligura ed Emilia. Si evidenzia suo il impegno sociale e politico.
Come normalmente dovrebbe fare ogni cattolico. Dovette intervenire per un seduta violenta tra ariani e cristiani...Cerco di calmare il popolo e una voce gridò: "Ambrogio Vescovo"! C'era come una lotta per sucedere al Vescovo ariano defunto.

* Cerchò di fuggire ma nella notte,al ternmine della fuga si ritrovò in città. Tutti i responsabili politici e religiosi lo incoraggiarono, si fece battezzare e il 7 Dicembre consacrato Vescovo. Si impegnò subito a formare i cristiani con la catechesi e incontri di formazione in chiesa, insegnando molti canti, usati ancora oggi...

* Invitava a celebrare i sacramenti, la confesssione, e spesso piangeva col penitente pentito...( e tut? )
amava i poveri e li aiutava con i beni della chiesa e con tutti i suoi. " da ricco che era si fece povero"
Godeva con coloro che erano nella gioia, e piangeva con chi era afflitto. Con la sorella Marcellina educò molte ragazze alla verginità e alla vita religiosa.

* Agostino affascinato da lui si preparò al battesimo e sappiamo come e chi divenne...scomunicò l'Imperatore Teodosio per una strage inutile che aveva fatto e lo fece rientrare solo dopo che avesse scontata la penitenza inflittagli...Stroncato dalle fatiche morì il sabato santo del 4 Aprile 397.

      §  Riposa in sant'Ambrogio: da pregare e ...imitare nella nostra situazione...§

venerdì 6 dicembre 2019

TU CI SEI NECESSARIO

* Dio(Gesù) è sempre pronto a sostenere chi crede in Lui perchè non inciampi nel cammino della  vita e per questo chi si rivolge a Lui, si libera da ogni compromesso con chi è contro il Mistero : Dio/Gesù bendice il giusto  perchè non inciampi nel cammino della vita. (sl 5).

* Un'onda di serenità e di gioia avvolge chi è fedele al Signore. La giornata che si apre davanti al  credente anche se segnata da fatiche e ansie, avrà sempre su di sè il sole della benedizione divina. Il salmista non ha alcun dubbio, lui che conosce in profondità il cuore e lo stile di Dio/Gesù dice:  "Signore tu benedici il giusto, come scudo lo copre la tua benevolenza."

* Preghiamo:  " Tu ci sei necessario o vincitore della morte,
                           per liberaarci dalla disperazione e dalla negazione
                           e per avere certezza che non tradici in eterno. (san Paolo VI)

giovedì 5 dicembre 2019

NON DIMENTICARE LA SUA PRESENZA (Mt 16,5)

* Gesù aveva moltiplicato i pani in abbondanza: ma i discepoli si dimenticano, i farisei hanno spesso chiuso gli occhie le orecchie per non vedere e non  sentire e dimenticano. Forse noi siamo spesso così: con speranza chiediamo al Signore dei segni perchè in certi momenti è dura fare una scelta di fede nuda, pulita è Lui che lo ha detto o ci ha promesso...ma non lo vediamo...

* I discepoli, con Gesù sulla barca, si accorgono di avere dimenticato il pane .E sono preoccupati...non si ricordavano della moltiplicazione dei pani di pochi giorni prima; si dimenticano che Gesù è li con loro. Anche noi ci dimentichiamo spesso di fare salire Gesù sulla barca della nostra vita,  non ricordiamo più che Gesù ci accompagna sempre nel nostro cammino quotidiano...

* Preghiamo con una preghiera di san Paolo VI:

                      Tu ci sei necessario, o grande paziente dei nostri dolori,
                      per conoscere il senso della sofferenza
                     e per dare ad essa un valore di espiazione e di redenzione.
                      

mercoledì 4 dicembre 2019

DISABILI: VITE DA SERIE B O SEMPRE IN SERIE A ?

* Non esitono vite di serie "A" e altre di serie "B"..contro tale cultura contraria alla dignità umana e discriminatoria verso i disabili occorre sviluppare anticorpi: questo dice il Papa è un peccato sociale.
In Italia è ancora purtroppo presente la cultura dello scarto. Ecco alcuni dati riportati da "Avvenire " che è il quotidiano cattolico con poche tirature ovviamente dato che molti non sanno cosa significhi!

* 3,1  Milioni di persone con disabilità in Italia secondo i dati diffusiniei dall'Istat
   600 mila persone con limitazioni gravi che non hanno nessuno cui rivolgersi in caso di bisogno
   204 mila italiani con disabiltà che vivono in uno stato di completa solitudine senza rete di sostegno
   8,7% la quota di disabilità in Umbria, la Regione in cui è più diffuso il fenomeno

* Tornando sull'argomento delle barriere: "...quest'anno si sono messi in atto e portati avanti processsi inclusivi, ma non è ancora sufficiente, perchè i pregiudizi producono, oltre alle barriere fisiche, anche limiti all'accesso all' educazione per tutti e alla partecipazione...Una persona con disabilità, per costruirsi, ha bisogno non solo di esistere ma di appartenere ad una comunità.

* Il partecipare a questo impegno come fanno tanti che  lavorano con le persone disabili determina il grado di civiltà di una nazione...( sottovoce : comincio a sentirmi con i disabili).

martedì 3 dicembre 2019

DITE AGLI SMARRITI: CORAGGIO NON TEMETE ECCO DIO VIENE...

* E' un brano di Isaia (35 ss), un quadro pieno di luce e speranza. Per gli ebri in esilio il deserto si trasformerà in un giardino di delizie...attraverso esso passeranno gli esuli che torneranno in patria; finalmente Dio riprende a dare speranza al suo popolo deportato. Anche noi a volte viviamo momenti di buio, di tristezza , di scoraggiamento...

* Il Signore cerca di fare fiorire ogni cosa. E' il Signore che opera ma ceramente anche coloro che ritornano, anche noi che vogliamo ritrovare speranza , dobbiamo metterci la nostra collaborazione. Significa ritrovare la forza nel Signore non solo con la preghiera, ma anche stringendo i legami con gli altri, facendo amicizia, comunità, assumendoci la responsabilità per i più deboli, autandoli a ritrovare il cammino della fede

* Mi sembra che siano i nostri tempi, il nostro adesso, con tanti battezzati smarriti, spariti...non tutti celebrano la Cena del Signore (Messa) la Domenica, politicamente confusi, in attesa...di chi? di che?

= Preghiamo: Gesù, nostro unico mediatore, tu ci sei necessario per vivere in comunione con Dio Padre e tra noi, per diventare con Te, Suo Figlio e Signore nostro i suoi figli adottivi e essere nella società speranza per chi ci incontra...

lunedì 2 dicembre 2019

OGGI FESTA LITURGICA DEL BEATO C. d. FOUCAULD

                     § Uso le parole del suo diario per aiutarci a pregare  per  la nostra vita §

* La tua prima grazia, quella in cui vidi la prima  alba della mia conversione, fu avermi fatto provare la mancanza di qualche cosa, quasi una fame...quando sono ritornato a Te, timidamente, a tastoni, rivolgendoti questa strana preghiera: " Se esisti, fa che ti conosca!"  Quasi come se avessi ascoltato la chiamata del Padre che nella Genesi (3,9) risuona da secoli: " Adamo, dove sei? "

* Facendomi entrare nel confessionale dove c'era padre Huvelin, ( al quale poi  poi chiese sempre consiglio prima di fare  scelte...) alla fine del 1886, mi hai dato tutti i beni. Se vi è gioia nel Cielo quando un peccatore si convete, ve ne è stata una quando sono entrato in quel confessionale!  Chiedevo lezioni di religione, mi fece mettere in ginocchio e mi fece confessare.

* Com'è buono il padre del figlio perduto (Lc 15,11ss)M al tua tenerezza è mille volte più grande! Tu hai fatto infinitamente di più! Come sei buono mio Signore mio Dio! Colui che vive di fede ha l'anima colma di pensieri nuovi...Speriamo! Quali siano le nostra colpe, Gesù viene per perdonarci. Gesù scegli gli ultimi non sono per salvarli, ma anche per farne i suoi amici prediletti. Come quel giorno.
" Vide Levi, seduto al banco delle imposte e gli disse:- Seguimi ! - Egli si alzò e lo segui' (Mc 2,14)

domenica 1 dicembre 2019

SCHIZZI dalla LITURGIA DI OGGI sulla VITA di CdF

   § Essendo Domenica la Liturgia di oggi era quella della 3° Domenica di Avvento §

* Ci sarà  una strada...nato nel 1858 CdF  rimasto orfano a 6 cresce con i nonni della borghesia francese/regale; è un giovane dedito alle feste, alle donne...nella Legione Straniera combatte eroicamente...esplora il Marocco elogiato dall'Accademie...ritorna in Francia dai paranti...

* Era stato disobbediente a Dio ma otterrà misericordia. Lo convincono a confessarsi da un religioso
al quale chiederà sempre consiglio e sempre obbedirà è convinto e dirà: " Se Dio c'è merita tutto" .Va Nazaret  a vedere dove era vissuto Gesù e rimane sconvolto dalla povertà di Nazaret. Decide di seguirla in un monastero prima, in un altro poi per sei anni. Ma chiede di uscire, non sente la povertà come a Nazaret: Gesù era più povero...

 Prova a fare una esperienza di povertà e adorazione silenziosa (diventato sacerdote) a Benì Abbes al centro della Algeria: solo nel suo eremo, aiutava i molti poveri che lo ceravano...e poi passa a una vita "più missionaria" accompagnando la Legione Straniera  a Tamanrasset e in eremo a 2000 metri...
Vive la preghiera e il rapporto con la gente : impara la lingua, traduce in Tuareg i Vangeli,è curato quando si ammala da tutti che vanno a ricercare il latte per guarirlo...in una guerra tra tribù vicine...cercano armi o soldi nel suo eremo...parte un colpo dal "traditore" che custodiva...muore.

* Ucciso nel 1916...a poco a poco vien conosciuto anche per i suoi scritti e sorgono molti "Piccolin fratelli" e più tardi "Piccole sorelle" che in tutte le parti del mondo testimoniano la sua spiritualità.
Da Nazaret Gesù, Maria e Giuseppe ci propongo di vivere: affetto, lavoro, preghiera.
Una proposta per tutta la Chiesa ha detto Papa Francesco all'adorazione del il Sinodo dei Vescovi.

sabato 30 novembre 2019

MI ALLONTANAVO SEMPRE PIU' DA TE...

* Dopo la sua conversione fr. Charles rileggerà alla luce della fede la sua vita passata e scrive:
" Mi allontanavo, mi allontanavo sempre più da Te o mio Signore e mia vita...e così la mia vita cominciava ad essere una morte...e anche in questo stato di morte, Tu mi conservavi ancora...

* ...Mi facevi sentire un vuoto doloroso, una tristezza che ho provato solo allora; essa ritornava ogni sera quando mi ritrovavo solo nel mio appartamento...Mi faceva rimanere muto e oppresso durante quelle che chiamano feste...mi davi quell'inquietudine vaga che viene da una cattiva coscienza, addormentata, ma non del tutto morta. Non ho mai sentito questa tristezza che in quel periodo...

* Mio Dio, era dunque un dono tuo...Come ero lontano dal pensarlo...Come sei buono! Come mi hai custodito! Come mi hai portato sotto le tue ali quando io non credevo nemmeno alla tua esistenza.
Da questa dolorosa esperienza del male fr. Charles matura la convinzione che Dio ci ama con un amore completamente gratuito e non ha mai cessato di aspettarlo...

§ Vorrei che io, tu, imparassimo a riflettere e pregare, parlare, così con Dio che è Gesù §

venerdì 29 novembre 2019

C.d. F. IL PRIMO PERIODO DELLA SUA VITA

* Nato nel Settembre 1858 la sua famiglia ricca e nobile frequentava la famiglia reale. Il padre ispettore delle foreste, lontano dala famiglia, morrà presto, ricorda invece con emozione tenerezza sua madre scrive: io che dalla mia infanzia ero stato circondato da tutte le grazie, figlio di una santa madre, ho appreso da lei a conoscert, ad amarti pregarti non appena ho potuto comprendere ...

* Dopo la morte della mamma e il trasferimento con nonni a Nancy perde la fede...a 15 anni la fede era del tutto scomparsa in me: le molte letture, senza nessuna indicazione filosofica, mi lasciarono nel dubbio totale e lontano dalle fede...e la morte del nonno che stimava molto e l'inserimento nella scuola militare crebbero la sua dissipazione e il dolore dei suoi parenti...

* Dopo la  conversione rileggerà questa fase della sua vita: aveva molti soldi dai suoi, organizzava "feste" guardando annoiato gli altri che ballavano e ridevano, si sentiva vuoto e triste e muto e depresso;rimaneva nel suo appartamento...e le chiamiamo feste, pensava! Ma da questa esperienza "dolorosa" natura la convinzione che Dio ci ama in maniera incondizionata e ci attende...

§ Domenica 1 Dicembre è la giornata liturgica del Beato Charles de Foucauld: continuerò a scrivere una sintesi, perchè conoscere è amare. spero anche per te. §

giovedì 28 novembre 2019

ALLORA SAPRETE CHE IO SONO

* Se avrete speranza allora saprete che io sono il Signore. Allora è il giorno del Signore nel quale ritornerete tornando dall'esilio ( scrive il profeta Gioele 4,ss) e il profeta trasmette speranza con l'annuncio della Benedizione del Signore su Israele che sarebbe tornato dall'esilio...

* Il giorno del Signore è anche il giorno dei suoi doni, della sua presenza di amicizia e di salvezza, di pace e di gioia. In tutta la Bibbia vediamo come Dio ami abitare tra il popolo, le sue creature, uomini e donne, che egli desidera salvare dalla loro condizione di lontananza da Lui (è il peccato), per poterle avere un giorno con sè...

* Preghiamo: Signore amo la casa dove tu dimori, e il luogo deve abita la tua gloria.
                       Ma io cammino secondo i miei giudizi; riscattami e abbi pietà di me.
                       Il mio piede sta terra piana; nelle assemblee benedirò il Signore. (dal sl 26)  

mercoledì 27 novembre 2019

L'ITALIA DALLE CULLE SEMPRE PIU' VUOTE

* L'Italia continua a non fare figli e per ora, per il futuro, non ci possiamo aspettare nulla di nuovo. Scrivono gli esperti che il tema della natalità deve essere il tema centrale del paese nel prossimo fututo. Condivido il pensiero di chi dice che decenni di disinteresse per il tema famiglia hanno creato l'attuale stato di deserto culturale...

* Sono convinto che all'origine c'è l'ateismo di fatto, della maggior parte degli italiani. Alcuni dati:
= Nel 2018 nati 18 mila in meno del 2017 = 140 mila in meno negli ultimi 10 anni
= Nati fuori dal matrimonio il 32,2 %, 141.979  i  nati da genitori non coniugati
= 31,2 l'età media delle donne alla nascita del primo figlio...l'età media al parto è sui 32

* Il motivo di comune di quessto non fare figli è la distruzione di una cultura che tenga conto del Mistero che risposta alla domanda :" come mai vivo, ci sono?..." una visione del mondo senza futuro se non hai la risposta. Francesco Papa ha avuto appelli accorati e parole forti:" ...Abbiate il coraggio di scelte definitive...non fatevi rubare il futuro...abbiate il coraggio della felicità..." che hanno come premessa la ricerca della verità...che è data dalla realtà...

Ps. Mi sembra di parlare al vuoto.quasi nessuno reagisce ; mi faccio coraggio:                                         chi tace accossente! e l'eco, cattivo, mi risponde: chi tace non dice niente !

martedì 26 novembre 2019

LA MUSICA; LA DOLCEZZA DI GESU'

* Dal Vangelo:"E'venuto Giovanni che non mangia e non beve e dicono:" E' un indemoniato". E' venuto il Figlio dell'uomo, che mangia e beve e dicono:" Ecco un mangione e un beone, un amico dei pubblicani e dei peccatori." (Mt 11,18-19) Ecco: Gesù rimprovera chi non lo ascolta di non sapere riconocere la " musica" attraverso i suoi messaggeri, anzi pretende di giudicare i suoi inviati: uno è un indemoniato, uno, Gesù un mangione e un bevone...

* Gesù svela il volto di un Dio che ama la vita e ne gode le gioie. Gesù ci propone una visione dell'uomo e della donna che gioisce delle bellezze della vita e ne gode riferendole a Dio E' una testimonianza che i cristiani sono chiamati a dare in questo tempo buio, perchè non propone nulla se non godere e mangiare e vivere per sè...gli altri...pazienza o disinteresse, muoiano pure nel mare! ?.

* Gesù vero uomo, ha pienamente gioito dell'amicizia, delle bellezze della sua terra. Siamo chiamti a riappropriarcin di una piena umanità...Oggi siamo chiamati, là dove siamo, a testiminiare la nosra piena umanità, come fece Gesù. Preghiamo dal salmo 103:
                        Benedici il Signore anima mia, non dimenticare tutti i suoi benefici:
                       Benedici il Signore anima mia, quanto è in me benedica il suo santo nome.
                        

lunedì 25 novembre 2019

I CATTOLICI IN GIAPPONE

* Sospenderò ogni tanto le riflessioni sull'Avvento...per fare qualche onsiderazione sulla Chiesa in Giappone dove il Papa arriva per la seconda volta dopo san Giovanni Paolo II venuto nel 1981

* I cattolici in Giappome sono rimsti per 250 anni perseguitati e Papa Giovanni Paolo trasmise una immagine nuova di Chiesa, non più quasi ingessata ma viva e aperta anche se il terrore della bombe atomiche degli americane aveva suggerito un atteggiamento quasi riservato.

* Mi sembra utile leggere i numeri che descrivono la presenza dei cattolici.
- 126,7 milioni di abitanti nel Regno del Giappone, su un teritorio di 377 mila mq e 336 ab ogni kmq
- 356 mila i giaponesi che professano la religione cattolica nel paese asiatico, lo 0.42 % della popolaz
- 859 le parrocchie esistenti in Giappone,29 ospedali,274case di riposo e 236 consultori famigliari
- 1.407 i sacerdoti di questi 511 sono diocesani, 896 appartengono a varien concregazioni
- 4.976 le religiose, 173 religosi uomini e: altri membri di istituti e missionari laici e 1.307 catechisti
- 815 le scuole gestite dai cattolici:575 materne e primarie, 183 medie, 57 superiori e università

* Non so paragonare con quale altre nazioni, no certamente con i cattolici italiani e bisognerebbe ricordarsi degli anziani anche in !!! la sintesi del richiamo indispensabile per tutti l'ha data l'Arcivescovo di Tokyo Tarcisio: " Ricuperiamo l'attenzione all'umano: uomini e donne ! "

domenica 24 novembre 2019

AVVENTO: IN ATTESA PER FARCI INCONTRARE

* Avvento: come atttesa di qualcuno che deve venire e corriamo verso di Lui per incontrarlo: lo vogliamo incontrare tutti: " Sorgi Gerusalemme. guarda i tuoi figli tornano e tutti insieme riuniti  formeranno una società nuova...

* In attesa: = ciascuno di noi cerchi di portare le debolezze degli altri e di piacere al prossimo...
= accoglierci gli uni gli altri come Cristo è venuto per servire e accoglierci = con una speranza viva e operosa: chi ha due tuniche be dia una a chi non ne ha, chi ha da mangiare faccia altrettanto. Prima che arrivasse Gesù la domanda a Giovanni Battista: Cosa dobbiamo fare? suscita le stesse risposte.

* Una risposta concreta ci deve toccare: = come dico le preghiere al mattino e alla sera ? Al mattino il Padre nostro che è il programma della vita cristiana, la sera almeno un' Ave Maria perchè preghi per noi peccatori adesso e nell'ora della nostra morte.

* Non viviamo la vita aspettando chi non arriverà mai, ma aspettando sereni l'abbraccio di Gesù!

sabato 23 novembre 2019

ERA UN UOMO CATTIVO...ma si chiese CHI GLI DAVA LA VITA

= Era unn uomo cattivo, ma cattivo, cattivo, cattivo eppure così cattivo il Signore lo salvò:
   quando si alzava la mattina tutto gli dava fastidio a cominciare dalla luce, perfino il latte col caffè.
* Ma un dì si chiese Chi era che gli dava la vita
  un dì si chiese Chi era che gli dava l'amor.

= "Chi se ne frega della vita! Chi se ne frega dell'amore!", lui ripeteva queste cose, ma gli faceva            male il cuore. E il Signore dal cielo tanti regali gli mandava, lui li guardava,e  a volte si lametava.
* Ma un dì si chiese Chi era che gli dava la vita,
   un dì di chiese Chi era che gli dava l'amor.

= Poi un giorno vide una bambino che gli sorrideva,vide il colore dell'uva e la sua nonna che pregava
   poi vide che era cattivo, tutto sporco di nero, mise una mano sul cuore...pianse tutto il giorno intero
* E Dio lo vide e sorrise , gli tolse quel suo dolore, poi gli donò ancor più vita, gli donò più amore...

  § Era un uomo cattivo,ma cattivo,cattivo,cattivo eppure così cattivo il Signore lo salvò. §

venerdì 22 novembre 2019

VEDENDO LE FOLLE NE SENTI' COMPASSIONE (MT 9,36)


* La parola compassione esprime un amore che soffre...E' Dio/Gesù che ama tutta l'umanità e ogni persona per Lui ha una valore: è figlio, figlia, e lui è per ogni persona, tutto.Quindi il partecipare a questo compito, è questa compassione di Dio è il principio della mia vocazione, della tua, della nostra reazione con gli altri nei rapporti con gli altri.

* Oggi per me, il motivo della compassione è il vedere le folle vagare senza una direzione precisa. Dove va questa umanità? Nei discorsi del Papa ieri in Thailandia diceva: " ...chi fa la volontà del Padre dopo  l'annuncio dato dai primi missonari? In particolar modo i bambini, bambine e donne esposte alla prostituzione...ai giovani schiavi della droga...ai migranti spoliati delle loro case e famiglie...e tanti senza una comunità di fede che li accolga...?

* Preghiamo ( dal salmo 23 ): Il Signore è il mio pastore.non manco di nulla.
                                                su pascoli erbosi mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce.
                                                rinfranca l'anima mia, mi guida per il giusto cammino
                                                a morivo del suo nome.

giovedì 21 novembre 2019

NON TEMETE VOI CHE ABITATE LA TERRA.

* Parole di speranza il profeta Gioele rivolge al popolo invitato a vivere il giorno del Signore. Ma tutto tutto questo è possibile se però il popolo torna a volgersi verso il Signore , se è capace di convertirsi. La concersione è un punto di partenza per un rapporto nuovo con il Signore. Oggi a me pare impossibile rivolgermi al popolo, a Messa, che mi dica: " Che fare per convertirmi?"

* La conversione è un atto del cuore e della mente, personale, ci sollecita a ricominciare a parlare con Dio, ad ascoltare la sua voce, che è eco sottile di tante parole ascoltate, fino a chiederci : Signore cosa vuoi che io faccia? La conversione è un atto personale, ma deve coinvolgere anche gli altri...in un tempo difficile come il nostro nel quale quasi tutti sono indifferenti.

* Ricordiamo ( dal salmo 145 ): Il Signore è vicino a chiunque lo invoca con sincerità.
                                                    Appaga i desideri di quelli che lo temono,  
                                                    ascolta il loro grido e li salva.
                                                    Il Signore custodise tutti quelli che lo amano,
                                                    ma distrugge tutti i malvagi.

§ Un po' duro alla fine, ricordiamoci, penso nesssuno di noi voglia essere tra i malvagi §

mercoledì 20 novembre 2019

ANDATE A IMPARARE DICE GESU' (Mt 9,13)

* Forse abbiamo tutti da imparare: voglio misericordia e non sacrificio! Gesù richiama questa priorità nel pranzo che fa con i peccatori ( secondo i farisei !) criticato dai farisei presenti o curiosi:la volontà di Dio prioritaria di Dio/Gesù è la misericordia. La carità prima di tutte le leggi.

* Anzi, Gesù la mette prima del culto di Dio. Se non si tiene conto del prossimo il culto di Dio diventa falso...Certo anche noi con questa frase, siamo invitati, con forza, a verificare la nostra vita cristiana: se è una vita legata esclusivamente ai precetti da assolvere o a un amore da vivere.

* Non è lasciare Dio, quando si lascia Dio per Dio, un opera di Dio, per un'altra opera di Dio.
Se lasciate l'orazione per assistere un povero, sappiate che far questo è servire Dio. La carità è superiore a tutte le regole, e tutto deve riferisi ad essa. (se lo dice san Vincenzo de' Paoli !)

martedì 19 novembre 2019

IL SUO GIORNO VERRA' E COSA TROVERA' ?

* Gioele quando parlava (VIII secolo a.C.) non lo pensavano un profeta. Diceva: " Tremino gli abitanti della regione perchè viene il giorno del Signore ! ...quando verrà, cosa troverà? Ieri sera alle 22 circa passando di canale in canale alla TV, vedo con stupore la Passione di Gesù. Sono rimasto, addolorato per la violenza su di Lui che solo gli umani possono compiere,  e per il silenzio di Maria, Giovanni, la Madalena, la Veronica e per l'accettata sofferenza del Cireneo che aiutava Gesù, piagato.

* Era commovente perché di tanto in tanto venivano inserite scene di Gesù che insegnava  alla folla
l'ultima Cena, la lavanda dei piedi l'istituzione dell' Eucaristia...

* Pensavo che io, anche tutti noi,  di fronte ai giorni faticosi e bui possiamo contare sulla presenza di Gesù sofferente e risorto presente nell'Eucaristia; una presenza amorevole e tenera, ma anche forte e sferzante che ci invita e ci richiama alla comunione con Lui, comunione issuta nell'ascolto della sua Parola e nella comunione, amicizia, servizio dei fratelli e sorelle...

* Oggi noi possimo pregare e dire: " Rallegrati con tutto il cuore...il Signore ha revocato la tua condanna, è in mezzo a te, tu non temerai più alcuna sventura, e in quel giorno si dirà: " Non temere, non lasciarti cadere le braccia! Il Signore, tuo Dio, è in mezzo a te. è un Salvatore potente !"

lunedì 18 novembre 2019

TUTTI SIAMO CHIAMATI

* Era l'anno tentesimo...la parola del Signore fu rivolta al sacerdote Ezechiele nel paese dei Caldei. Ezechiele era deportato in Babilonia...Gli viene affidato il compito di profeta, tra i deportati; ma questo compito lo aveva ricevuto già quando a 30 anni può entrare nel santuario del tempio e ...gli è dato di vedere la "gloria di Dio" (cosa voglia dire non so...a me non è ancora capitato...)

* La stessa gloria Ezechiele la vede in esilio. Ciò che colpisce è proprio la specificazione del tempo: "nell'anno trentesimo, nel quarto mese, il cinque del mese mentre mi trovavo tra i deportati sulle rive del fiume i cieli si aprirono e ebbi una visione"...Ecco tutti noi siamo chiamati, nella nostra vita quotidiana a riconoscere un tempo in cui abbiamo colto la chiamata personale del Signore. E' così ?

* Preghiera: " Il mio cuore ripete il tuo invito: " Cercate il mio volto!"
   Il tuo volto Signore io cerco. Non nascondermi il tuo volto, non respingere il tuo servo.
   Sei tu il mio aiuto, non lasciarmi, non abbandonarmi Dio della mia salvezza."  (dal salmo 27)

= Ricordo quale momento è stato determinante per decidere di seguire Gesù nella Chiesa ?

domenica 17 novembre 2019

CORRO VERSO LA META: GESU'

* Gesù, la tua venuta nel mondo è sorgente di vera e di grande gioia.
La felicità, la pienzza di vita, la certezza della verità, la rivelazione dell'amore
la speranza che non delude, la salvezza, finalmente, a cui ogni uomo/donna aspira, è a noi
concessa è a nostra disposizione, e ha un nome, un nome solo, il tuo Cristo Gesù.                                                                                                                                                                                                     * Tu sei il profeta delle beatitudini, tu sei il consolatore di ogni umana afflizione,
   tu sei la nostra pace, perchè tu, tu solo sei la via, la verità, la vita.
   Chi segue te, Cristo, come tu stesso ci ha assicurato, non cammina nelle tenebre.
   Tu sei la luce del mondo. E chi guarda te vede rischiararsi i sentieri della vita.

* Sono sentieri sicuri, che non smarriscono la meta, la meta della vera felicità.
   Tu sei, Cristo, la nostra felicità e la nostra pace, perchè tu sei il nostro Salvatore.

             = Correre verso la meta è correre verso Gesù ci aprirà le porte del Cielo.
                            (da alcuni pensieri sul santo Natale di san Paolo VI)

   

sabato 16 novembre 2019

PERDONAMI MIO SIGNORE...

§§§ Sono un po' rattristato quasi tutti gli amici mi sgridano e "insultano" perchè aiuto dei poveri una  persona  con un bambino avuto chissà da chi... §§§  Provo a chiedere perdono, se veramente sbaglio, con questa Canzone di Claudio Chieffo
     
* Perdonami, Signore, di tutto il male mio, perdonami mio Signore, perdonami, mio Dio.

= Senza di Te si spacca il cuore mio. bianco come la morte, Ti chiamo, o Dio.
* Perdonami mio Signore...perdonami mio Dio.

= Come è pesante il male che Ti faccio e come è duro il cuore: è freddo più del ghiaccio.
* Perdonami mio Signore...perdonami mio Dio.

= Non mi abbandonare, dammi la Tua pace e sia la mia vita solo ciò che Ti piace.
* Perdonami  Signore, di tutto il male mio, perdonami Signore, perdonami, mio Dio.

venerdì 15 novembre 2019

ANCORA ODIO ! E' PECCATO ! ?

* Di fronte al preoccupante moltiplicarsi, negli ultimi tempi, di atti, parole, scritte antisemite, come Chiesa cattolica che è in Italia, sentiamo il bisogno di trasmettere ai cristiani e a tutta la popolazione l'assoluta necessità di prendere le distanze da un clima di odio e di rancore, che si manifesta in molti modi, a voce e sui mezzi di comunicazione...sono atteggiamenti contro Dio e l'umano: è peccato!

* Il fatto che una donna come Liliana Segre abbia bisogno della scorta per i continui attacchi e minacce è una vera vergogna! Occorre rinnovare l'impegno per contrastare questo clima, perchè l'odio e il rancore sembrano avere a volte il sopravvento. Ogni anno, prima dell'inizio della Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani c'è un giornata per lo sviluppo del dialogo tra cattolici e ebrei.

* Invitiamo le nostre comunità a valorizzare questo giorno promovendo momenti di conoscenza dell'ebaismo, della sua storia e del suo presente, e del legame tra cristiani e ebrei perchè l'ignoranza è sempre foriera di pregiudizi e incomprensioni. (Commissione Episcopale per l'ecumenismo )

§ Ho scritto queste righe del documento citato, consapevole che la maggior parte dei cristiani che  vengono a Messa diranno che non sanno cosa fare, tutti gli altri battezzati adulti non se ne interessano, e soprattutto il peccato è una invenzione della Chiesa. E' molto grave tutto questo! evs)

giovedì 14 novembre 2019

GLI SPOSI CRISTIANI SCUTURA VIVENTE DEL PADRENTE DEL PADRE SCULTURA VIVENTE DEL PADRE



* Paolo nel suo viaggiare per annunciare Gesù, trova ospitalità (Atti 18) presso una coppia di sposi, Aquila e Priscilla costretti a fuggire da Roma, espulsi perchè ebrei. Anche oggi comincia a rinascere quà e là l'abitudidine a perseguitare gli ebrei. Questo non è umano nè cristiano. Aquila e Priscilla sistemati dopo la fuga da Roma accolgono non solo Paolo,ma anche l'annuncio che egli porta.

* La casa  dei due sposi apre le porte non solo a Paolo, ma anche ad altri ospitati per ascoltare Paolo e così la loro casa diventa la casa della Chiesa. ascolto della Parola e Eucaristia...Quando Paolo lascia questa casa per portarsi a Efeso Aquila e Priscilla lo seguono:si forma una nuovacasa/Chiesa.
Questi due sposi diventano modello di una vita coniugale responsabilmente impegnata a servizio di tutta la comunità. (anch'io grazie al Cielo, nel mio essere prete ne ho incontrate...).

* Si può dire che il cristianesimo all'inizio è stato proposto dai laici, dalle famiglie!  Chiedimo al Padre che ha fatto degli sposi la sua vera scultura vivente ,e tutti voi che leggete, voi sposati, rinnovate la vostra decisione di rispondere al Signore che vi ha chiamati al Matrimonio perchè anche le vostre famiglie come quella si Aquila e Priscilla una chiesa domenstica segno per chi vi incontra.

§ Spunti dall'Udienza dei ieri del Papanell'Aula Nervi perchè fuori, in piazza...pioveva ! §
      

mercoledì 13 novembre 2019

CHI DISTRUGGE TANTA UNANITA' ?

* Il Diavolo esite e per la sua invidia per il Figlio di Dio che si è fatto uomo, semina l'odio nel mondo, che provoca la morte:Dio ci ha creati ad immagine sua, siamo figli di Dio, ma per l'invidia del diavolo la morte è entrata nel mondo. L'invidia di quell'angelo superbo che non ha voluto accettare l'Incarnazione, lo portò a distruggere l'umanità...

* E così nel nostro cuore entra la gelosia, l' invidia, la concorrenza...mentre come fratelli tutti in pace, perchè dentro di noi abbiamo la guerra fin dall'inizio; Caino e Abele erano fratelli, ma la gelosia l'invidia di uno distrusse l'altro. E' la realtà di oggi; dal telegiornale quasi solo le guerre, le distruzioni, gente che per le guerre muore anche di malattie...e le torture e ricordando il muro di Berlino le torture contro coloro che non erano di pura razza. E oggi? Ci sono tanti seminatori di odio.

* Oggi ci sono tanti seminatori di odio nel mondo che distruggono. E' uno stato d'animo che contamina il mondo ma anche entra nella mia anima, nella tua. Di cosa ha invidia il diavolo? Della nostra natura umana, perchè il Figlio di Dio si è fatto uno di noi. Questo non può tollerarlo! E questo è la radice dei nostri mali, delle nostre tentazioni...è la radice delle guerre,della fame, e di tutte le calamità del mondo. Il seminatore del male è Satana. Ma Gesù risorto ha vinto satana.

* Gesù risorto, vincitore del male è in te, in me e nella Chiesa. accoglilo nei sacramenti!

martedì 12 novembre 2019

LEONIA : UNA VITA AMMACCATA ! (1863 - 1941)

* Mi hanno regalato una "Vita di santa Teresa di Gesù Bambino": all'interno un libretto per una novena dal titolo: "Leonia Martin..." serva di Dio e sorella di santa Teresa..."....una vita ammaccata" Figlia dei santi genitori Martin, intelligenza immatutra, carattere ribelle e instabile trova fatica il suo posto tra le tre sorelle; e quando adolescente esprime il desiderio di diventare religiosa, trova difficoltà e subise l'umiliazione di dover uscire due volta dal monastero dove pensava di entrare. So stabilirà alla fine nel Monastero della Visitazione di Caen e rimase fino all morte.

§ Tante bellezze sconsciute nella Chiesa  e tanto più in questa società...che non sa dove andare...scrivo però tre pensieri di questa novena §

= Leonia, nei meandri della giovinezza ha saputo trovare presso la Vergine Maria...insegnaci oggi a riconoscere i segni della Resurrezione nello spesssore delle nostre esistenze...intercedi presso Dio perchè apra una sentiero della Vita ai giovani in difficoltà...

= Leonia, che nel cuore dei tuoi insucessi ripetuti hai saputo accogliere e seguire le esigenze di uan vita donata al Signore, ottieni ai giovani la grazia di poter scegliere il proprio cammino di santità...

= Leonia, che attraverso le prove di questa vita ha saputo condurre umilmente il cammino della preghiera, che è un combattimento,insegnaci oggi il "cuore a cuore con Gesù" e intercedi perchè il Dio della speranza ci doni di tenere accese le nostre lampade nell'attesa del Signore che viene...


lunedì 11 novembre 2019

POLITICA: I LAICI SIANO UNA NUOVA PRESENZA

* I laici cristiani devono curare le casa comune: la città, la regione, l'intera nazione. La Chiesa dialoga con tutti, non alza steccati o muri, Certo non può tacere quando le grida di turno o i provvedimenti adottati contratano con il Vangelo o l'antropologia cristiana che è nell'interesse di tutti: occorre essere uomini e donne  di comunione e riconciliazione,intercettare le varie sensibilità e vari bisogni e fare sintersi intorno all'umanesimo cristiano. 

* Dobbiano ricordare le intuizioni del sindaco santo Giorgio La Pira con i suoi incontri e i "Colloqui mediterranei" tra gli anni '50 e '60. Le nazioni intorno al grande mare hanno  un enorme bisogno di pace.. Pace "per tutti" : i migranti non devono trovare la morte nel Mediterraneo ...Il mare divide il mondo e quando il Mediterraneo  è usato per dividere sono i poveri, a qualsiasi riva appartengano a soffrie di più...

* Vi chiedo di essere costruttori dell'Italia, di mettervi al lavoro per un'Italia migliore. Per favore, non guardate dal balcone  la vita  ma impegnatevi, immergetevi nell'ampio dialogo sociale e politico. Le mani della vostra fede si alzino verso il cielo, ma lo facciano mentre edificano una città  costruita su rapporti in cui l'amore di Dio è il fondamento. E così sare in liberi di accettare le sfide dell'oggi, e vivere i cambamenti e le trasformazioni. (Il Papa a Firenze nel 2015)

§ Io scrivo dopo aver pensato (leggendo,scegliendi, modifiando) e spero...§                                                  

domenica 10 novembre 2019

LA SPERANZA: GIORNATA MONDIALE DEI POVERI

§ Qualche pensiero dal Messaggio di Papa Francesco per la "Giornata mondiale per i poveri§

 Nella attenzione ai poveri (vedi in Mt 25,31ss) coloro che hanno fame, sete, sono stranieri, nudi, in carcere, malati, la Chiesa tutti coinvolge in un comune cammino di salvezza...La promozione anche sociale dei poveri non è un impegno esterno alla luce del Vangelo, al contrario, manifesta il realismo della fede cristiana...

* Non è facile essere testimoni della speranza cristiana nel contesto della cultura consumistica e dello scarto, sempre tesa ad accrescere un benessere superficiale ed effimero. E' necessario un cambiamento di mentatlità per scoprire l'essenzialità e dare corpo e incisività all'annuncio del Regno di Dio. La speranza è anche dare consolazione accompagnando i poveri...

* I poveri prima di tutto hanno bisogno di Dio e del suo amore reso visibile da persone sante che vivono accanto a loro...ma ciò di cui hanno bisogno va oltre il piatto caldo e il panino che offriamo loro, i poveri hanno bisogno delle nostre mani per essere risollevati, dei nostri cuori per sentire di nuovo il calore dell'affetto, della nostra presenza per superare la solitudine.

* Hanno bisogno di amore, semplicemente. E' la condizione posta ai discepoli del Signore Gesù per essere coerenti evangelizzatori e seminatori di segni tangibili di speranza

sabato 9 novembre 2019

MA PERCHE' FUGGIAMO ? LASCIAMOCI FARE...

* Ma perchè, perchè, perchè tu non ti lasci fare da me? 
   Ma perchè, perchè,  perchè tu non ti lasci amare da me?
     Tutte le volte che sono fuggito col Tuo cavallo mi hai inseguito
     ma il Tuo cavallo correva più forte e mi ha i strappato dalla morte.

* Ma perchè, perchè, perchè tu non ti lascì fare da me?
   ma perchè, perchè, perchè tu non ti lasci amare da me?
      Tutte le volte che ho preso un fiore dal Tuo giardino l'ho strappato;
       il fiore ha perso il suo colore nelle mie mani si è seccato.

* Ma perchè, perchè, perchè tu non ti lasci fare da me? 
   Ma perchè, perchè, perchè tu non ti lasci amare da me?
      Tutte le volte che ho detto"io sono" Tu mi ha spezzato le reni di schianto,
       poi mi hai donato il tuo perdono e mi hai coperto con il Tuo manto.

*  Ma perchè, perchè, perchè tu non ti lasci fare da me?
    Ma perchè, perchè, perchè tu non ti lasci amare da me?

§ Bellissima preghiera di Claudio Chieffo davanti a tutte le situazioni:                                                       sono parole che mi chiamano §

venerdì 8 novembre 2019

GIOVANI, IMPEGNATEVI IN POLITICA !

* Accettate la sfida  di impegnarvi in politica da cristiani: siate capaci di pensare, di uscire dai luoghi comuni, approfondendo la fede in cui credete con quella intelligenza che conduce a libertà. Sono parole del Vescvo di Milano Delpini in un incontro con giovani e adulti della Zona VII  della Diocesi.
E alle sollecitazioni delle problematiche emerserichiama la necessità di una regola di vita personale...

* Il tema dell'impegno nella politica mi pare particolarmente interessante. Oggi sembra, soprattutto sui media ei social che la politica sia logorata con beghe da pollaio, ma è ovvio che non tutti i politici sono fannulloni. Conosco molti che mi danno molta affabilità, ma sono ancora troppo pochi i giovani cristiani che pensano a questo stile di servizio.Una chiamata all'impegno senza cadere nel lamento...

* Dovete avere e proporre dei maestri leggendo al storia della Repubbica italiana, e ricordando politici che sono stati santi e martiri. Il pensiero va a Giuseppe Lazzati con il suo "pensare politicamente, al Aldo Moro, un grande intellettuale, e a Vittorio Bachelet. Figure forti - santi e beati anche se non hanno ancora gli onori degli altari. Hanno saputo testimoniare la fede nell' agire politico;Moro e Bachelet anche a pagare con la vita ...

* Se la Chiesa è sentita indifferente e talora lontana...voi siete la Chiesa. Se l'amate fatevi avanti!

giovedì 7 novembre 2019

DISABILI: BASTA CON LA SEGREGAZIONE

* Sembra assurdo ma la Federazione italiana per superamento l'handicap ricorda: 
=l'accesso ai diritti e alla partecipazione civile incluso il diritto di voto e alla partecipazione politica  attiva...= tre pilastri sono: il diritto alla salute, il diritto all'istruzione e il diritto al lavoro. 
Per pensare al problema dei disabili alcuni dati:

* 7 milioni di cittadini italiani disabili o non auto sufficienti, di cui circa 5 milioni tra i 15 e 64 anni... = 285 euro il valore mensile delle pensioni di invalidità che hanno chiesto al Governo di aumentare  = 550 milioni è l'Entità del fondo per la non autosufficienza che la federazione chiede di aumentare    fino ad arrivare a 5 miliardi... = 245 mila gli alunni con disabilità iscritti alle scuole statali che        impegnano 165 mila insegnanti: il 41% dei disabili cambiano gli insegnanti di sostegno ogni anno

* Ho pensato di evidenziare questo problema perchè anch'io, come forse molti altri, ci penso poco...Eppure ho un nipote oramai di 34 anni, totalmente disabile, sorride sempre quando mi vede e se lo invito a dire una preghiera, subito sorride spalancando gli occhi; è il quinto di sei figli, adesso è rimasto incasa solo lui. gli altri sposati, ma continua ad essere la gioia della vita dei suoi genitori.

mercoledì 6 novembre 2019

NON HO PIU' NIENTE DA FARE

§ A volte capita di sentirsi così, certo a noi vecchi,
   ma anche a conclusione di qualche impegno...§

* Non ho più niente da fare. E' fatto tutto, e io sono già arrivata. 
  E ti vedo e Ti guardo e basta così Signore...Non ha più niente da fare. 
  Tutto va bene così: ìl sole ha la sua ora per sorgere e la sua ora per sparire;
  e il cielo resta color cenere e il buio fa posto alla luna...

*  Va tutto bene così. Gli uomini chiudono le finestre e dormono:
    Io pure dormirò...Va tutto bene così: i lunedì dopo le domeniche,
    la tomba dopo la vita, la terra sopra alla tomba,
    e l'erba che cresce in primavera. E sono come un tappeto...per terra.

La gente cammina, io cammino. I vivi pestano i morti, 
    i morti puntellano i vivi...
   Non è mica facile, Signore, dire chi è morto e chi è vivo
   e chi è vicno a Te...che sei vicino a tutti.

* Non ho più niente da fare
   Va tutto bene così.
                                                                            ( sono pensieri di  Adriana Zarri )

martedì 5 novembre 2019

QUALCHE SOTTOLINEATURA...DI OGGI

§ Non è facile trovarsi e parlare dei vari problemi: tutti travolti dal lavoro e dalla famiglia, spero!       Allora ogni tanto farò qualche sottolineatura, penso e spero, per offrire spunti di rifflessione § 

* Il gesto di Balotelli di scagliare dal campo il pallone contro il gruppo dei razzizsti che lo insultavano ha avuto diverse reazioni.Igor Trocchia (oggi ct della Nazionale sordomuti ) quando allenava, è un napoletano, da allenatore, in una categoria inferiore, ha fatto ritirare la squadra negli spogliatoi per gli insulti razzisti che venivano dalle tribune...Il Presidente della Repubblica Mattarella l'ha nominato Cavaliere della Repubblica...

* L'Arcivsovo di Milano Delpini Mario, ieri, in Duomo, commemorando san Carlo, ha invitato i sacerdoti e tutti coloro che hanno responsabiltà in Parrocchie,laici e religiosi, a non comportarsi "da padroni" delle parocchie, m,ma a vicere tutti insieme nell'unità della Chiesa, nella carità e nell'unità. La Comunione nella Chiesa è la condizione per la missione ed è frutto della missione...Non ho l'impressione che per tutti:" siate una cosa solo affinchè il mondo creda" sia il punto di riferimento.

* C'è " Avvenire "  il quotidiano cattolico, nella vita delle parrocchie? Generalmente non credo. In questa parrocchia si distribuiscono/vendono 6/7 copie. Non è che non sappiano leggere ma non abbiamo tempo! dicono...Capisco a leggere tutte le 28 pagine del giornale di oggi, ma solo a sfogliarlo qualche pensiero ti rimane, e forse lasci la TV  sempre? brillante per qualche minuto!




lunedì 4 novembre 2019

San CARLO BORROMEO

* E' il Patrono della Diocesi di Milano. Ricordo alcunsèunti della sua vita.
Nacque ad Arona che ha una grande statua del santo detta: San Carlone, nel 1538 da nobile famiglia.
Secondo genito, come si usava allora, fu associato alla stato clericale e, parente del Papa, a 22 anni venne fatto Cardinale...Si interessò all Conclusione del Concilio di Trento, avvertì il richiamo del Signore e a 25 anni venne ordinato sacerdote e subito dopo Vescovo e ...venne a Milano.

* Si dedicò totalmente al ministero episcopale, esempio di intensa preghiera e di austera penitenza, istituì i Seminari per la formazione del clero. promosse il Catechismo domenicale nelle parrochie...
Durante la peste orgamizzò l'assisteza ai malati, amministrava i sacramenti personalmente, anche lungo le  strade, Distribuì tutto quanto possibile per aiutare i poveri...si trovava a pregare al sacro monte di Varallo, colpito dalla febbre tornò a Milano, morì il 3 Novembre 1584. Fu presto santo...

* Preghiamo: Custodisci nel tuo popolo, Signore, lo spirito che animò san Carlo Borromeo, perchè quessta tuo Chiesa si rinnovi incessantemente e, sempre più conforme al modello evangelico,manifesti aal mondo il vero volto di Cristo Signore, che vive e regna nei secoli dei secoli.

domenica 3 novembre 2019

MOLTI SONO I CHIAMATI...

* Il Signore preparerà un banchetto...eliminerà la morte per sempre...asciugherà le lacrime dal volto
Questo è il Signore nel quale abbiamo creduto, crediamo. Ne sorge in me un atteggiamento di gratitudine al Signore che desidera abbracciare il mondo attraverso noi: è il motivo della Missione!

* Abramo credette, saldo nella speranza, non vacillò  nella fede...Molti oggi a sentirsi proporre Abramo e Sara come "padre di molti popoli" sorridono forse pensando a "storielle/favolette" per bambini..Aiutiamoi ad avere una fede vera come quella di Abramo e tanti...ma una fede che si attinge dalla Bibbia che dobbiamo conoscere sfogliare tutti i giorni mettendola sul tavolo, in cucina...

* Nel racconto di Gesù in Mt 22,1-14 tutti gli invitati alla festa...rifiutano, anche i nuovi invitati prendono scuse..andarono per i propri interessi e il re della parabola li fa uccidere...Andate ai crocicchi delle strade e invitate tutti con la veste nuziale...c'è anche il furbino che di nascosto entra...
Verrà scacciato. Molti sono i chiamati ma gli eletti?
Noi siamo i chiamati che cercano di seguire nella quotidianità della vita...stiamo sereni, il Signore ci attende. E quando busseremo alla sua porta ci aprirà con gioia e abbraccerà per sempre.

sabato 2 novembre 2019

QUANDO BUSSERO' ALLA TUA PORTA...

                        § Nel  giorno  di  tutti   i  Defunti §

* Quando busserò alla tua porta, avrò fatto tanta strada,
   avrò piedi stanchi e nudi, avrò mani bianche e pure
          avrò fatto tanta strada, avrò piedi stanchi e nudi
          avrò mani bianche e pure, o mio Signore.

* Quando busserò alla tua porta, avrò frutti da portare,
   avrò ceste di dolore, avrò grappoli d'amore
          avrò frutti da portare, avrò ceste di dolore
          avrò grappoli d'amore, o mio Signore.

* Quando busserò alla tua porta, avrò amato tanta gente
   avrò amici da ritrovare, e nemici per cui pregare,
          avrò amato tanta gente, avrò amici da ritrovare,
          e nemici per cui pregare o mio Signore, o mio Signore.

venerdì 1 novembre 2019

VIDI UNA MOLTITUDINE IMMENSA

* E' la moltitudine dei santi/e che vengono da ogni tribù della Terra...penso che ciascuno di noi può sentirsi dentro questa moltitudine perchè dentro le tribulazioni e volte numerose, sappiamo che tutto concorre al bene di coloro che amano Dio e rinnoviamo il nostro desiderio di seguirlo, nella Chiesa...

* Nella società di oggi in Italia, viviamo soprattutto l'indifferenza di fronte ad ogni proposta religiosa: giornali, TV, il discorrrere che si fa, non hanno nulla a che vedere con la proposta alla vita fatta da Gesù e riproposta dalla Comunità cristiana, ma con tutti i santi e sante che ci hanno preceduto sappiamo che nulla, nè morte nè vita ci può separare dall'amore di Cristo che è Dio.

* La bontà del Signore è grande e come quel giorno sul monte davanti a tanta gente ci dice: beati i poveri di spirito, quelli che sono nel pianto, quelli che hanno fame e sete della giustizia, i misericordiosi, i puri di cuore...quando saremo insultati e perseguitati e diranno ogni sorta di male contro di noi...rallegratvi, la vostra ricompensa è grande nei cieli...

§ Ripassiamo le "beatitudini" ogni volta che facciamo l'esame di coscienza per andarci a confessare e accogliere l'abbraccio di Gesù che perdona perchè Lui è Misericordia...§

giovedì 31 ottobre 2019

TORNATO DAGLI ESERCIZI SPIRITUALI dei preti CL

                        § Lascio qualche spunto sintetico, per meditare o almeno riflettere...§

* Che cosa regge l'urto del tempo? Il desiderio di essere amati:ci incontriamo perchè non venga dimenticata questa questione cruciale della vita da cui non si può scappare. Si può dire anche: che cosa può soddisfare il desiderio di essere amati?
Il primo gesto di amicizia di amicizia verso se stessi e tra noi è non censurare questa domanda e prenderla sul serio...

* Amico è chi pone la domanda ma anche chi la prende sul serio. Non c'è niente di scontato, è una lotta che ciascuno di noi si trova a combattere tra il non aspettarsi più niente e il poter smettere di fare i conti con questo desiderio di essere felici che ci costituisce, con il desiderio di una felicità che duri, che non si dissolva nello spazio di una giornata o di qualche momento...

* Allora la questione che abbiamo davanti è questa: c'è qualcosa, è accaduto qualcosa  nella nosstra vita che si distingue da tutto ciò che non dura e perde la sua presa su di noi? C'è qualcosa che rimane in noi con un ultima attrattiva indistruttibile?

* L'esperienza è il cardine di tutto: quale esperienza ho fatto, hai fatto,abbiamo fatto nel nostro cammino personale che ci ha dato la certezza di un incontro che colma l'esperienza della nostra vita?

§ Per me è stata l'esperienza dell'incontro con Gesù vivo nella comunità cristiana ...ne parliamo...!§

sabato 26 ottobre 2019

L'INIZIATIVA di Claudio Chieffo

* In fondo io non c'ero e Lui mi ha creato, io non esistevo e Lui mi ha amato
   in fondo ha preso Lui l'iniziativa e allora che paura abbiamo?

Non c'era la luce, non c'era il colore, non c'era l'amicizia, il tempo e l'amore,
in fondo ha preso Lui l'iniziativa e allora che paura abbiamo?

* Solo l'ingratitudine ci fa dimenticare che Dio non comincia e non per terminare...
   Solo l'ingratitudine ci fa dimenticare che Dio non incomincia se non per terminare...

In fondo tu non c'eri, non ci saremmo mai incontrati se Dio che ci ha voluti non ci avesse amati:
ha preso Lui l'iniziativa e allora che paura abbiamo?

* Ed ora non ci resta che una cosa sola da fare: seguire la sua strada e... lavorare.
                                      Per primo Lui ci ha amti fino in fondo
                        e adesso ci regala il mondo  e  adesso ci regala il mondo.


       §  Domani vado agli Eserci spirituali, riprenderò Giovedì, se il Signore vorrà  §

venerdì 25 ottobre 2019

IL RISCHIO...SE HAI ACCOLTO IL VANGELO

* Stavo pensando alla predica di Domenica prossima "Giornata missionaria mondiale" e leggo su "Avvenire": " Ancora 300 milioni nel mondo rischiano solo perchè cristiani ! Penso come in questi Stati sia difficile e coraggioso evangelizzare. Dal 1947 c'è una "Fondazione: Aiuto alla Chiesa che soffrec(ACF) che pubblica dossier biennali su La libertà religiosa nel mondo.

* Alcuni dati anche per la nostra preghiera. 
= 1,5 milioni dei cristiani in Iran prima del 2001; oggi sono circa 150.000, 90% in meno
= 20 mila sfollati e 200 morti nella Diocesi di Burea, in Camerum: guerra tra governo -  separatisti
= 70 mila i cristiani detenuti in  Corea del Nord. Per i credenti è il sistema più pericoloso al mondo
= 1000 le aggressioni in India ai cristiani da parte dei fondamentalisti indù tra il 2017 e il 2019
= In Arabia Saudita la conversione dall'Islam è perseguitata con la pena di morte, con piccole apeture

* La Liturgia alla Messa di Domenica: "la Tua salvezza, Signore, è per tutti i popoli" (responsorio)
E la lettera di san Paolo a Timoteo:" Raccomando di fare preghiere ...e per tutti quelli che stanno al potere, perchè possiamo condurre una vita calma e tranquilla, dignitosa, dedicata a Dio che vuole che tutti giungano alla conoscenza della verità...uniti a Gesù Cristo mediatore tra Dio e gli uomini...

giovedì 24 ottobre 2019

I MISSIONARI ITALIANI DELLA SMA (Società Missioni Africane)

* Operiamo in sette paesi africani: Angola, Niger, Costa d'Avorio, Benin, Niger, Liberia, Marocco.
Riporto alcune considerazioni dalla loro Assemblea Provinciale
= In Angola siamo presenti dal '98, presenti in 4  parrocchie. si è formato un gruppo di seminaristi che ha accolto il nostro carisma missionario disposti alla maissione = in Niger la nostra presenza  è stata  frenato dalla situazione politica e i missionari hanno dovuto lasciare le missioni rurali e concentrrsi nella capitale:difficile faturo...

* In Liberia: è un progetto nuovo e alcuni di noi si sono messi a disposizione per inserirsi nella missione più remota del paese...speriamo in un inserimento. = In Costa d'Avorio che all'inizo era il paese della missione per tutti della SMA, ha visto scemere la nostra presenza, pur mantenendo la disponibilità anche per servizi meno duraturi e più specifici. = In Benin cè la casa di formazione e spiritualita' per i seminaristi, = In Togo c'è un mio amico p.Silvano Galli che mi aggiorna con foto sulla sua azione missionaria, = In Marocco p.Matteo tiene duro nonostante problemi di salute.

§ E' per aiutarci a vivere la Missionarietà qui con coloro che sono nel mondo Missionario §

* Intervistando p. Brusegan gli hanno chiesto: quale sentimento prevale in Lei in questo momento?
E' il sentimento della riconoscenza: Non ringrazierò mai abbastanza il Signore perchè ha posato su di me il suo  sguardo e mi ha amato. Si è fidato chiamandomi a collaborare nella sia Missione ad gentes nell SMA...L'avvenimento più bello? I giovani che ha seguito portandoli al sacerdozio...

mercoledì 23 ottobre 2019

GETTIAMO LA MASCHERA DA UMANI E CRISTIANI


§ Ieri l'episodio di Gesù che va a Roma da dove Pietro voleva fuggire per le persecuzioni di Nerone. Oggi da una artico di " Nigrizia " rivista mensile dei  missionari /missionarie comboniani.

* Due barchette di legno 
approdano a Lampedusa con a bordo 45 persone. Fratelli e sorelle prima di essere migranti. Tra loro due bambini e una donna incinta, tutti dall'Africa sub sahariana, Altri 43, fratelli e sorelle attendono al lago sulla nave Sea Watch. Perché alcuni si e altri no? Il diritto alla vita non è per tutti? In Occidente abbiamo fatto battaglie per i diritti umani. Il diritto alla vita è per tutti ?

* Il decreto sicurezza ( o...insicurezza! )
 è di chi è a terra non di chi è in mare? Non viene prima la sicurezza di chi è minacciato nella vita? Perché non diciamo forte e chiaro che questo decreto è contro la Costituzione e contro il Vangelo? Certo contro  l'umano che ancora, speriamo, è in noi? "Dove è tuo fratello?" (Gn 4,9) chiede Dio a Caino che ha ammazzato suo fratello...

Francesco Papa lo ha detto già l'8 Luglio 2013 a Lampedusa e ce lo ricorda dentro un mondo che ha 70,8 milioni di rifugiati. Siamo chiamati tutti da umani prima che da cristiani. Battaglie sul tema dell'aborto ne facciamo tante in nome della vita, giustamente. E cosa facciamo per chi questa vita ce l'ha in balia della onde? L'umanità naviga in  acque molto agitate. Questo sistema non funziona più!

§ Ripartiamo dall'umano che è in noi, che sa accogliere nell'altro noi, per vivere con lui §

martedì 22 ottobre 2019

DOVE VAI SIGNORE ? IN AMAZZONIA?

* Durante la persecuzione di Nerone, Pietro voleva abbandonare Roma, secondo una antica tradizione; ma il Signore gli è andato incontro e Pietro vedendolo disse: " Dove vai Signore? (Quo vadis Domine?). Il Signore gli rispose subito:" Vado a Roma per essere crocifisso un'alta volta" Pietro tornò a Roma e rimase fino alla sua crocefissione.
Direbbe così a chi volesse lasciare l'Amazzonia...o un ambiente dove è duro professare la fede!

* Disse Giovanni Paolo II nel suo discorso inaugurale: " O Cristo fa che io possa diventare servitore della tua unica e dolce potestà...fa che io possa essere una servo dei tuoi servi e non abbiate paura di accogliere Cristo ed accettare la sua potestà...e permettete a Cristo di parlare all'uomo/donna perchè solo Lui ha parole di viata eterna...

* Aiutate il Papa e tutti quanti  vogliono servere Cristo e servire l'umanità intera! Non abbiate paura!
Aprite, anzi spalancare le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli Stati, i sistemi economici e quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura! Cristo sa cosa c'è dentro l'uomo/donna. Permettete a Cristo di parlare all'umanità...Solo lui ha parole di vita, sì! di vita eterna.

§ Sono parole e tematiche chiarissime per questo mese missionario §

lunedì 21 ottobre 2019

AMAZZONIA DOVE E' ?

* Si sta facendo il Sinodo sull'Amazzonia:chi ne sa lo faccia sapere, il rischio è parlare...a vuoto...
L'Amazzonia è una regione che dall'America Latina centrale ha dato nome a una vasta regione oltre i  confini come il Congo che subivano al stessa situazione
Un fatto è che padre Ezechiele Ramin, un padre comboniano, è stato ucciso a 32 anni a Cacoal in Rondonia, Brasile, perchè si era schierato, come molti altri dalla parte della popolazione indigena minacciata dai proprietari dei latifondi...

* I Vescovi del Brasile le hanno proposto protettore del Sinodo per l'Amazzonia che ha un programma ben definito: "Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per un' ecologia integrale" Una preghiera fatta a Lele (Ezechiele) lo invita acontinuare a proteggere la sua e nostra foresta, soprattutto la gente scartata dalle loro terre impoverita a tutte le latitudini...

* Nel mondo certo qualcosa si muove:in tante regioni uomini e donne scendono in strada...ma lo stile di vita, volto al consumo resistono al cambiamento: mentri alcuni soffrono la fame: 8821 milioni di persone nel mondo altri buttano via il cibo (in Italia  64 Kg all'anno per persona).Si fa fatica cambiare le nostre scelte ei nostri attegiamenti...

= Preghiamo: " Tu Lele, sei passato nelle foreste per coltivare la speranza di un mondo abitabile per tutti...ti sei seduto nelle case degli indios per discutere della vita e della loro dignità...Ci hai aperto al strada con la parola e con la vita spezzata fino in fondo, ti hanno ammazzato come Gesù a Nazaret.
Ma come Lui e Oscar Romer già santo,risuciti nel tuo popolo.

domenica 20 ottobre 2019

ESSERE PIETRE VIVE

* Cristo, pietra viva, rifiutata dagli uomini ma scelta e preziosa davanti a Dio (1Pt 2ss). Una pietra viva obbedisce alla Parola altrimenti è di inciampo anche agli altri. Quali sono le parole che costriscono la Chiesa? Oggi ricordiamo la consacrazione del Duomo di Milano e noi del Quartiere Adriano anche della nostra Chiesa Gesù a Nazaret: due chiese di pietra.

* Quali sono le "parole che dobbiamo vivere" per non essere di inciampo? = Dio/Gesù da riconoscere come principio di tutte le cose, della mia vita, col desiderio di mettere in pratica le parole che mi ha proposto: non dire Signore, Signore, ma fare la sua volontà nel quotidiano e vivere una amicizia nella fede, essere una cosa sola = la Chiesa luogo dell Spirito di Dio/Gesù.

* Sono contento perchè Dio/Gesù mi ha chiamato e sono riuscito a risponderGli e costruire la Sua Casa: sono pieno di gratitudine. Vorrei che fosse così per tutti i cattolici, noi quindi. Costrire una Chiesa comunità per avere dare la gioia qui, in attesa della Gioia eterna.

§ Spunti dalla mia predica di oggi §

sabato 19 ottobre 2019

I CIELI UN GIORNO PER VIVERE OGGI, CON GIOIA

* Non so proprio come far per ringraziare il mio Signor;
   Lui mi ha dato i cieli da guardar e tanta gioia dentro il cuor.

Lui mi ha dato i cieli da guardar, Lui mi ha dato la bocca per cantar,
Lui mi ha dato il mondo per amar e tanta gioia dentron il cuor.

* S'è curvato su di me ed è disceso giù dal ciel,
   per abitare in mezzo a noi e per salvare tutti noi.

Lui mi ha dato i cieli da guardar, Lui mi ha dato la bocca per cantar,
Lui mi ha dato il mondo per amar e tanta gioia dentro il cuor.

Quando un dì con Lui sarò nella sua casa abiterò,
    nella sua casa tutta d'or con tanta gioia dentro il cuor.

    Quando un dì con Lui sarem  nella Sua casa abiterem,
    nella sua casa tutta d'or con tanta gioia dentro il cuor.

Lui mi ha dato i cieli da guardar, Lui mi ha dto la bocca per cantar,
Lui m'ha dato il mondo per amar e tanta gioia dentro il cuor-

venerdì 18 ottobre 2019

MARIA LA MADRE DELL' EVANGELIZZAZIONE

* Sulla croce , quando Cristo soffriva nella sua carne il drammatico incontro tra il peccato del mondo e la misericordia divina, potè vedere ai suoi piedi la presenza consolante della Madre e dell'amico Gesù disse a loro: " Donna ecco tuo figlio!" e all'amico: " Ecco tua madre!"  Gesù lasciava sua Madre come Madre nostra. Solo dopo aver fatto questo disse. " tutto è compiuto!"

* Maria sa trasformare una grotta per animali nella casa di Gesù...Lei è l'amica sempre attenta perchè non venga a mancare iol vino nella nostra vita; è colei che che ha il cuore trafitto dalla spada che comprende tutte le pene...è la missionaria che si avvicnan anoi per accompagnarci nella vita...Come una vera madre cammina con noi, condivide le vicende di chi ha ricevuto il vangelo...

* E' la stella della evangelizzazione. Ogni volta che guardiamo a Maria torniamo a credere nella forza rivoluzionaria della tenerezza e dell'affetto, in Lei vediamo che umiltà e tenerezza non sono virù dei deboli, ma dei forti, è contemplativa del mistero di Dio nel mondo, nella storia e nella vita quotidiana di ciascuno di noi...è il risorto che ci riempie con fiducia e ferma speranza: " Ecco io faccio nuove tutte le cose"  ( Ap 21,5 )

giovedì 17 ottobre 2019

L'EVANGELIZZAZIONE: L'AZIONE DEL RISORTO E DEL SUO SPIRITO

* Perchè dovrei privarmi della mia comodità se non vedo risultati importanti ? Con questa mentalità è impossibile essere missionari !...Se pensiamo che le cose non cambieranno è impossibile essere missionari...ricordiamo che Gesù Crocefisso ha trionfato sul peccato e sulla morte altrimenti, scrive san Paolo "... vana è la nostra predicazione." ( 1Cor 15,14 ) La sua resurrezione fa germogliare oggi 

* La fede significa credere in Lui, credere che ci ama, è vivo, è capace di intervenire oggi con me. Crediamo al Vangelo che dice che Dio è già presente nel mondo: come un piccolo seme che, subito non si vede, ma che fermenta in una massa che lievita. Noi forse non sempre vediamo, ma dobbiamo avere la certezza che si dona, si offre a Dio per amore, sicuramente sarà fecondo. (Gv 15,5)
Mantenere vivo l'ardore missionario con fiducia nello Spirito Santo.

* Tale fiducia generosa dobbiamo invocarla continuamente allo Spirito Santo, rinunciando a calcolare tutto, Egli sa ben ciò di cui c'è bisono in ogni situazione. Intercedere è come un lievito nel seno della Trinità...il cuore di Dio si commuove per le nostre intercessioni e il suo cuore, la sua potenza, il suo amore si manifestano,nel tempo che Lui vuole. Noi missionari dobbiamo saperlo! 

§ Quasi tutto da  Evangelii gaudium, di Francesco Papa, sull'annuncio del Vangelo
   nel mondo attuale §

mercoledì 16 ottobre 2019

EVANGELIZZARE L'INCONTRO PERSONALE CON GESU'

* La prima motivavazione:evangelizzare è l'amore di Gesù che abbiamo incontrato. Che amore è quello che non sente la necessità di parlare della persona amata,di presentara, di farla conoscere?
Mettiamoci davanti al crocefisso e stare come davanti i suoi occhi come fossimo Nicodemo sotto l'albero (Gv 1,48) che Gesù passando vede. Essere convinti che nei singoli e nei popoli c'è l'attesa di conoscere la verità su di sè e sul mondo. E l'annuncio di Gesù non inganna. 

* E' la nostra esperienza personale : il nostro stare con Gesù, camminare, parlare con Lui. Gesù vivo, insieme con noi nel nostro impegno missionario. Uniti a Gesù cerchiamo quello che Lui cerca e amiamo quello che Lui ama...rimanendo vicini alla vita della gente e scoprire che in noi e in loro nasce una gioia superiore. E' la testimonianza di tutti i missionari.

* La missione è una passione per Gesù crocifisso, da cui mi lascio guardare e diventa qualcosa che non posso stradicare  dal mio essere: dovremmo dire io sono una missione su questa terra,  per questo mi trovo in questo mondo. Ogni persona è degna della nostra dedizione, ciascuno è immensamente sacro e merita il nostro affetto e la nostra dedizione.

martedì 15 ottobre 2019

EVANGELIZZATORI CON SPIRITO, SENZA PAURA

*Evangelizzatori con Spirito vuol dire evangelizatori che si aprono senza paura dell'azione dello Spirito  Santo. Si tratta di volere e vivere una evangelizzazione più fervorossa, gioiosa, generosa, audace, piena di amore fino in fondo e di una vita contagiosa. Insomma una evangelizzazione con  lo Spirito Santo che è l'anima della Chiesa.

* Cosa significa? Evangelizzatori che pregano e lavorano. Senza momenti prolungati di adorazione, di incontro orante con la Parola, di dialogo sincero con il Signore l'impegno si svuota di contenuto. La Chiesa non può fare a meno della preghiera ma si deve respingere la tentazione di una spiritualità intimistica e individualistica e la tentazione di non donare la vita nella missione  per la spiritualità .

* E' utile ricordarsi dei primi cristiani e di tanti lungo la storia che furono pieni di gioia, ricolmi di coraggio, instancabili nell'annuncio e capaci di un grande resistenza fisica. Vi è chi si consola dicendo che oggi è più difficile...ma anche allora ci sono state tante debolezze. Diciamo che oggi è diverso e forse più difficile. Impariamo invece dai santi che ci hanno preceduto nelle difficoltà del loro tempo.

§ Sono spunti ripresi dalla Evangelli Gaudium di Francesco Papa e continuerò se il Signore vorrà §

lunedì 14 ottobre 2019

FAMIGLIA E EVANGELIZZAZIONE

§ A conclusione del mese straordinario voluto da Papa Francesco, oggi prendo spunto dal documentio ufficiale del Sinodo dei vescovi su "Famiglia e evangelizzazione nel mondo di oggi" §

* La Chiesa deve infondere nelle famiglie un senso di appartenenza ecclesiale, un senso del "noi". Tutti siano incoragiati a realizzare il progetto della propria vita a servizio del Regno di Dio...Ogni famiglia riscopra la gioia della comunione con le altre famiglie per servire il bene comune della società, promuovendo una politica, un'economia, una cultura a servizio della famiglia...

* Per questo si richiede a tutta la Chiesa una conversione missionaria: è necessario non fermarsi ad un annuncio meramente teorico e sganciato dai problemi reali delle persone.La crisi della fede ha comportato una crisi del matrimonio e della famiglia e come conseguenza si è spesso interrotta la trasmissione della stessa fede dai genitori ai figli...Famiglia primo luogo della missione... 

* La Parola di Dio è fonte di vita e spiritualità per la famiglia e tutta la pastorale famigliare...dovrà formare i membri della Chiesa domestica mediante la lettura, che genera preghiera, dellaSacra Scrittura. La Parola di Dio non è solo per la vita privata delle persone, ma un criterio di giudizio per il discernimento delle divese culture e mentalità che nella vita sociale si incontrano e confrontano...

domenica 13 ottobre 2019

SIETE STATI SANTIFICATI NELLO SPIRITO

* Dentro il disastro e la tristezza di questa società il Signore farà cieli nuovi e terra nuova perchè siete stati santificati e giustificati nel nome del Signore Gesù e nello Spirito del nostro Dio. L'elenco dei mali visibili: idolatria, adulteri, depravati, sodomiti, ladri, avari, calunniatori, rapinatori...
( prendiamo spunto dalla 1 Cor 6...)

* La certezza di questo esito, di questa purificazione, può avvicinarsi, per eliminare questo disordine ed essere come chi "Ama Dio e il prossimo se: = vivo la preghiera che è il primo atteggiamento di chi riconosce che esistere è dipendere e al Mistero che è all'origine chiedo:cosa vuoi che io faccia?
= celebro la confessione o riconciliazione come desiderio di dire a Gesù che sbaglio a volte, ma volgio vivere come Lui mo propone...

* L'impegno a vivere così, ( prendendo dal Vangelo di oggi Mt 13,44-52) significa = estrarre dal campo il tesoro che è Gesù a cui credo, = riconoscere che la vita è come pietra preziosa che vivo faccio vedere nei rapporti quotidiani con tutti = che la vita è attesa di Gesù misericordioso che ci metterà tra i pesci buoni!

sabato 12 ottobre 2019

A VOLTE IN ME LA NOTTE E' BUIA... GUARDA LE STELLE

 
* Non so proprio come fare perchè non capisco niente:
io non sento più le voci, non vedo la mia gente.
       
          Buia era la notte e senza stelle, buia era la notte perchè,
          buia era la notte e senza  stelle, vedevi solo te.

* Ma non vedi come sono, perchè non mi vuoi aiutare ?
  Vedi come sono stanco nessuno mi sa ascoltare.
       
          Buia era la notte e senza stelle, buia era la notte perchè,
          buia era la notte e senza stelle, vedevi solo te.

* Caro/a.......tu ti inquieti e ti affanni per mille cose,
   mentre una sola è quella...è quella che vale.

          Buia era la notte e senza stelle, buia era la notte perchè,
          buia era la notte e senza stelle, vedevo solo me.



venerdì 11 ottobre 2019

LELE: UN MISSIONARIO DI 32 ANNI UCCISO...E NOI

§ Un missionario amico, in Italia, gli scrive §

* Nell'Amazzonia gli ettari di foresta si restringono al ritmo di due campi di calcio al minuto. La Terra grida al saccheggio globale..I tuoi Vescovi dal Brasile ti hanno proposto come protettore del Sinodo per l'Amazzonia che si è aperto in questi giorni Sostieni anche tu questo cammino.

* Nel mondo qualcosa si muove. Qui e là, specie in Africa, la società civile, molti giovani e donne scendono in strada, ma gli stili globali di vita sono volti al consumo e allo spreco.Mentre 821 milioni nel mondo soffrono la fame, altri buttano via il cibo, in Italia in media 64 kg l'anno per persona. Facciamo fatica a cambiare radicalmente le nostrren scelte e atteggiamenti...

* Tu Lele, sei passato per le foreste, ti sei seduto nella case degli idios per discutere della vita e della loro dignità , ti sei speso nei tempi durissimi della dittatura per alimentare la lotta dei senza terra contro l'accapparamento dei grandi proprietari terreni che continuano a rubare terre, acque... ..speranze. Tu ci hai aperto la strada per essere a fianco di tante vittime...

* Ti hanno ammazzato come Gesù di Nazaret: ma come Lui, e tanti altri, santi, risuciti nel tuo popolo


giovedì 10 ottobre 2019

Per il MESE MISSIONARIO: DANIELE COMBONI

* Nato a Limone del Gardan nel 1831...venne accolto in un Collegio per studenti poveri e a 18 anni si offrì al Signore per l'evangelizzazione dell'Africa Centrale e, conclusi gli studi in Seminario con il motto: "O Nigrizia o morte " partì per il Sudan...ma colpito dalla malaria fu costretto a ritornare, e continuò la sua opera di animazione missionaria... e concepì un piano per la missione  in Africa.

* Diede inizio all'Istituto per i Missionari Comboniani del Cuore di Gesù e delle suore della Nigrizia e durante il Concilio Vaticano I (1870) presentò una petizione per chiedere a tutto l'Episcopato di coinvolgersi per la Missione in Africa, Nominato Vicario Apostolico per l'Africa Centrale ebbe scontri con i "capi" locali e si dedicò senza riseerve all promozione dignità degli africani.
Morì a Khartoun in Sudan per colera nel 1881,canonizzato nel 2003 da san Giovanni Paolo II.

* Dall'omelia per l'insediamento: " Io sono già il vostro padre, e voi siete miei figli vi abbraccio e vi stringo al cuore, voi sarete sempre il mio gaudio e corona...il giorno e la notte, sole e pioggia, mi troveranno sempre pronto ai vostri bisogni...dovrò vegliarvi, istruirvi e correggervi, difendere gli oppressi e non nuocere agli oppressori. Tanto peso mi sobbarco nella speranza che voi tutti mi aiuterete a portarlo con gioia nel nome di Dio...

mercoledì 9 ottobre 2019

IL NAUFRAGIO DI DONNE E BAMBINI

* Le vittime dell'ultimo? terribile naufragio: erano quasi tutte donne, 13 e una ragazzina di 12 anni, sono corpi del naufragio finora ricuperati dall'ultima tragedia. Le vittime dell'ultimo terribile naufragio avvenuto la notte scorsa a poche miglia da Lampedusa. Era partite su un barchino di legno che è capovolto quando si sono spostati tutti su un lato alla vista della motovedetta. Tutti gli altri sono finiti in mare erano forse più di 50...scappavano dalla violenza...Se ne sono dette tante: oggi niente...

* Il "Centro Astali" e Open arms che portano aiuti si sono scandalizzati: " Vergogna, nessuno ci ha chiamati, coinvolti!...Troppe morti innocenti..." Padre Camillo:"L'urgenza umanitaria è stata derubricata per la politica del contenimento dei flussi "migratori"...ma di fatto la vita umana deve essere prioritaria...il sangue di questi innocenti, grida, e noi non possiamo rimanere indifferenti..."

* Oggi sui giornali io non ho visto niente. Continueremo il nostra vivere senza avere visto il terrore dell'altra notte; altri trenta morti nel Mediterraneo. E' tutto. Ma non sapremo le braccia strette sui figli e la speranza che aveva scorto di lontano le luci della nave. Non sapremo le urla e le preghiere...ma non ti salvi se tieni un bambino tra le braccia, non puoi abbandonare e il mare prenderà entrambi, insieme...non vedremo i volti di quelle giovanissime donne...le mani piccole e immobili dei lattanti...

§ Non stiamo indifferenti:preghiamo almeno anche se leggeremo:" nel mare altri 30..." §

martedì 8 ottobre 2019

NEI MOMENTI BUI MI RIMANI ACCANTO !

* C'è buio in me.
In Te invece c'è luce;
Sono solo, ma tu non m'abbandoni;
non ho coraggio, ma tu mi sei d'aiuto:
sono inquieto, ma in te c'è la pace;
c'è amarezza in me, in te pazienza;
non capisco le tue vie, ma
tu sai qual è la mia strada.

Tu conosci tutta l'infelicità degli uomini/donne;
tu rimani accanto a me,
quando nessun uomo mi rimane accanto
tu non mi dimentichi e mi cerchi,
tu vuoi che io ti riconosca
e mi volga a te.

Signore, odo il tuo richiamo e lo seguo,
aiutami!
Signore, qualunque cosa rechi questo giorno,
il tuo nome sia lodato!
Amen!

§ una preghiera di Dietrich Bonhoeffer si può recitare tutte le mattine...§

lunedì 7 ottobre 2019

SANTA MARIA A NAZARET

§ Mi sto abituando a chiamare così la Madonna: Maria a Nazaret (oggi per la Liturgia è la Madonna del Rosario) da quando mi è stato concesso di avere come Patrono, della Chiesa nuova che ho edificato "Gesù a Nazaret", Charles de Foucauld.
La Madonna è vissuta a Nazaret, tornata dalla fuga in Egitto, con Gesù ( ritrovato nel tempio ) e Giuseppe, nel silenzio e semplicità. Ha accompagnato Giuseppe alla tomba e Gesù al Cavario...dopo la Pentecoste di certo sappiamo che è Assunta al Cielo e là, la preghiamo...§

* La Liturgia di oggi ci propone questo inno:

" Ave diciamo a Colei che è beata, alla madre del Re,
  che concepisce, genera, ritrova il desiderio dei secoli.
          Ave, Regina dei martiri, lacerata nell'anima,
          ogni piaga di Cristo, nel cuore tuo materno si riverbera.
Ave, Signore del cielo, che della luce di Pasqua ti illumini,
attendi e accolgi il fuoco della Spirito e, coronata, sugli angeli regni.
         Da questi santi misteri cogliete rose d'amore, o popoli
         e di ghirlande odorose onorate la Vergine.
A te sale la lode, unico fiore d'inviolato grembo
con il Padre e il Paraclito nella distesa dei secoli. Amen.

domenica 6 ottobre 2019

ASSEDIATI DALLA SUA PRESENZA

* Dice Gesù chi accoglie voi accoglie me e Colui che mi ha mandato.Ma dove lo posso incontare Gesù? Nell'amore fraterno : alcuni senza saperlo hanno accolto gli angeli...chi avrà dato anche solo un bicchiera d'acqua fresca a qualcuno di questi piccoli, l'ha dato a me e non perderà la sua ricompensa.

* Per tutti ricordo le opere di misericordia corporare: dare da mangiare agli affamati e da bere agli assetati, vestire gli ignudi e alloggiare i pellegrini, visitare gli infermi e i carcerati, seppellire i  morti !
Le opere di misericordia spirituale: confermare i dubbiosi, istruire gli ignoranti, perdonare i peccatori, consolare gli afflitti, perdonare le offese, sopportare i molesti, pregare per i vivie i morti.

* Il matrimonio sia rispetato da tutti, il letto nuziale sia senza "macchia" i fornicatori e gli adulteri saranno giudicati da Dio; la vostra condotta sia senza avarizia, accontentatevi di quello che avete, ricordatevi dei vostri capi che vi hanno annunciato la fede; l'amore fraterno resti saldo.

§ Vivere così significa vivere la Missione della Chiesa nel mondo. E' il mese missionario.§


sabato 5 ottobre 2019

NELL' ATTESA: MA IL FIORE SPUNTERA' !

       § A volte sono depresso e amareggiato...                                                                                                     ma so che il fiore, come canta Chieffo, spunterà §

* Il Signore ha messo un seme - nella terra del mio giardino,
   il Signore ha messo un seme - nel profondo del mio mattino.
= Io appena me ne sono accorto- sono sceso dal mio balcone
    e volevo guardarci dentro - e volevo vedere il seme.

* Ma il Signore ha messo il seme - nella terra del mio giadino,
   il Signore ha messo il seme - all'inizio del mio cammino.
= Io vorrei che fiorisse il seme, io vorrei che nascesse il fiore,
    ma il tempo del germoglio - lo conosce il mio Signore.

                    * Il Signore ha messo un seme
                       nella terra del mio giardino,
                       il Signore ha messo un seme
                       nel profondo del mio mattino.
 

venerdì 4 ottobre 2019

MISSIONE: LA PACE DI CRISTO NEL REGNO DI CRISTO


§ Cercherò in questo mese dedicato alla "Missione" di riprendere il tema in varie forme §

* Il Papa Pio XI ( 1922- 1939 ) scrisse:" Sulla Pace di Cristo da cercarsi nel Regno di Cristo" In quel periodo si era da poco conclusa la guerra con vari gruppi reazionari comunisti e socialisti e fascisti che stavano trasformando l'agone politico in una rissa di violenti. Il Papa volle essere propulsore di una di una effettiva pacificazione e prese come motto: " La pace di Cristo  da cercarsi nel Regno di Cristo." E' certamente una tensione missionaria.

* Un primo gesto significativo di questo Papa, che veniva da Milano, fa la prima Benedizione a "tutto il mondo" dalla piazza san Pietro e non all'interno del Vaticano. Gesto missionario, pacificatore con l'Italia, che condusse ai Patti Lateranensi; poi i tentativi per sedare i tumulti politici sorti con la Marcia su Roma in particolare con il Partito Nazionale fascista contro i comunisti e socialisti.

* Come cerca di organizzare la Missione davanti a queste violenze fatte tutte da battezzati o quasi. Occorre che la Chiesa agisca con il suo Magistero che richiami tutti alla giustizia e alla carità. Il Papa chiama a raccolta attorno ai Vescovi, il clero, il laicato per mettere tutti in guardia contro gli errori che si insinuano nella pace sociale con il movmento del modernismo sociale e le correnti politiche fasciste che si dicevano cattoliche...
Invito ai fratelli separati a a tutte le rappresetaze diplomatiche antivedendo l'ora di Dio della riconciliazione, come coronamento del complesso sforzo di pacificazione del mondo. 
E' Missione! 

giovedì 3 ottobre 2019

SUI MALI SOCIALI...E LA MISSIONE ?

* Sono uno  stacolo alla Missione della Chiesa che con i cristiani desidera annumciare Gesù a tutti.
Se ti fermi a osservare, si presenta allo sguardo il triste spettacolo che da ogni parte affliggono il genere umano: l'universale sovvertimento dei principi dai quali dovrebbe essere sostenuta la convivenza sociale, la perenne discordia e le continue lotte, le guerre crudeli e sanguinose, il disprezzo di ogni legge morale non solo sessuale, l'insaziabile cupidigia...

* La cagione precipua di tanti mali è nel disprezzo e nel rifiuto  dell'insegnamento della Chiesa che a nome di Dio/Gesù vuole difendere il genere umano e avere  ogni  legittimo potere a difesa e tutela.Di qua ebbero inizio le leggi sovversive della costituzione della Chiesa cattolica che in molti stati è disprezzata con la confisca dei beni destinati ai poveri, la sfrenata libetà del pubblico insegnamento e della stampa e da ogni parte si opprime il diritto che ha la Chiesa di insegnare e istruire la gioventù...

* Sono spunti dalla lettera del Papa Leone XIII del 1878 sui mali sociali. Sono i mali di oggi contro la Chiesa e il suo insegnamento e...non è cambiato niente nel mondo in generale.. e in Italia? Pensiamo alla abolizione della Domenica, al lavoro festivo, all'abolizione del santo Natale di Gesù  che viene solo chiamato Natale per fare regali: niente a che fare con Gesù, il dono di Dio al mondo.

§ In questo mondo siamo chiamati a vivere la vita, come comunità, in missione. Da fare ce nè! §

mercoledì 2 ottobre 2019

Mese MISSIONARIO: NON E' CHIESA SE NON E' IN USCITA

§ E' iniziato il Mese missionario proposto da Papa Franceco nel centenario della lettera
di Benedetto XV "Maximum illud" (spersa tra i meandri dei miei libri ) Ilmmese missionario si apre con questo titolo: " Se non  è in uscita ( missione ) non è Chiesa"

* Essere missionari significa diventare attivi nel bene, non notai della fede o una fede da sacrestia. Dio ama una Chiesa in uscita, se non è in uscita, non è Chiesa...Una Chiesa in uscita, missionaria è una Chiesa che non perde tempo a piangere le cose che non vanno, i fedeli che non ha più, i valori di un tempo che non ci sono più...

* Una Chiesa che non cerca oasi protette per stare tranquilla ma desidera solo essere sale della terra e lievito per il mondo Sa che questa è la sua forza, la stessa di Gesù: non la rilevanza sociale o istituzionale, ma l'amore umile e gratuito. Fare missione soprattutto con la testimonianza della vita, sul modello dei martiri che sanno che la fede non è propaganda o proselitismo, ma dono della vita.

* Pecchiamo contro la missione quando siamo schiavi delle paure del rinnovamento e diciamo: "... Si è sempre fatto così!" Tra i servi da avere presente c'è santa Teresa di Gesù Bambino che ha fatto della preghiera il combustibile della missione nel mondo...san Francesco Saverio che forse, dopo san Paolo è il più grande missionario della storia...la venerabilee Pauline Jaricot, un'operaia che sostenne le missioni col suo lavoro qu tidiano...

§ In questo mese il Signore chiama anche noi: per desiderare di essere figli della Chiesa in uscita §

martedì 1 ottobre 2019

LA MIA VOCAZIONE E'...

* Nata nel 1873 ad Alencon, è entrata nel Carmelo a 15 anni ( anche i suoi genitori sono santi) prese il nome di Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo. Alla ricerca della sua identità nella lettura di san Paolo ai Corinti   trovò che la via più perfetta che conduce a Dio è la carità.

* Compresi che la  Chiesa  ha un cuore, un cuore bruciato dall'amore...Capii che solo l'amore spinge alla missione, ha spinto al martirio, capii che l'amore abbraccia in sè tutte le vocazioni, che l'amore è tutto e si estende in tutti i luoghi e in tutte le vocazioni, capii che l'amore è eterno!

* Allora consomma gioia gridai: o Gesù, mio amore, ho trovato finalmente la mia vocazione. La mia vocazione è l'amore: Sì ho trovato il mio posto nella Chiesa e questo posto me lo hai dato Tu, mio Dio. Nel cuore della Chiesa, mia Madre, io sarò l'amore.

§ Sone parole nel suo diario "La storia di un'anima"; potremmo leggerlo per imparare ad amare in ogni luogo, in ogni situazione, perchè l'Amore è capacità di tutti se guardi Gesù, l'Amore Crocefisso.

lunedì 30 settembre 2019

PENSIERI DI FRANCESCO PAPA a GIOVANI DEL MONDO A GIOVANI DEL MONDO

 * Come la giovane di Nazaret potete migliorare il mondo, per lasciare un'impronta che segna la storia quella vostra e di molti altri. La Chiesa e la società hanno bisogno di voi. Con il vostro approccio e i vostri ideali e il coraggio che avete ...si aprono strade che ci portano a un mondo migliore, più giusto, meno crudele e più umano.

* Mettere, collocare, versare. Così anche nella nostra vita: se vogliamo che essa abbia veramente senso e pienezza come tutti, spero, desideriamo: metti fede e la tua vita avrà un sapore nuovo.
Metti speranza e il tuo orizzonte sarà più luminoso. Metti amore e la tua esistenza sarà come una casa costruita sulla roccia.

* Non abbiate paura di fare scompiglio, di porre domande che facciano pensare la gente. E non abbiate paura se a volte pensate di essere pochi e sparpagliati: il Vangelo cresce sempre da piccole radici. Per questo fatevi sentire, ma non con la voce, no, vorrei che gridaste con la vita e col cuore.

§ Sono frasi dei discorsi del Papa fatti indiversi incontri fatti ai giovani in Italia e nel mondo §

domenica 29 settembre 2019

GIORNATA DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO

§...dal messaggio di Papa Francesco  per questa giornata...chissà chi l'ha letto...! !  ! §

* ...L'atteggiamento nei loro confronti rappresenta un campanello di allarme che avvisa del declino morale a cui si va incontro se si continua a concedere terreni alla cultura dello scarto...Per questo, la presenza dei migranti e dei rifugiati rappresenta oggi un invito a ricuperare alcune dimensioni essenziali della vita cristiana e della nostra umanità che rischiano di assopirsi in una vita comoda...

* Questo si nota particolarmente oggi di fronte all'arrivo di migranti e rifugiati che bussano alla nostra porta in cerca di protezione, di sicurezza e di un futuro migliore. Il problema non è il fatto di avere dubbi e timori. Il problema è quando questi condizionano il nostro modo di pensare e di agire al punto di renderci intolleranti, chiusi, forse anche senza accorgercene, razzisti.

* Uno spirito individualista è terreno fertile che spinge a disinteressarsi dell'umanità degli altri e finisce per rendere le persone ciniche di fronte agli ultimi della società...La risposta alla sfida posta dalle migrazioni contemporanee si riassume in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare...Essi esprimono la missione della Chiesa verso tutti gli abitanti delle periferie che devono essere accolti, protetti, promossi e integrati...

sabato 28 settembre 2019

IO NON SONO DEGNO di Claudio Chieffo

* Io non sono degno di ciò che fai per me / Tu che ami tanto uno come me,
   vedi non ho nulla da donare a Te / ma se Tu lo vuoi prendi me.

Sono come la polvere alzata dal vento, sono come la pioggia caduta dal cielo,
sono come una canna spezzata dall'uragano se Tu, Signore, non sei con me

* Io non sono degno di ciò che fai per me / Tu che ami tanto uno come me,
   vedi non ho nulla da donare a Te / ma se Tu lo vuoi prendi me.

Contro i miei nemici Tu mi fai forte, io non sono nulla e aspetto la morte,
sento che sei vicino, che mi aiuterai, ma non sono degno di quello che mi dai.

* Io non sono degno di ciò che fai per me / Tu che ami tanto uno come me,
   vedi non ho nulla da donare a Te / ma se Tu lo vuoi prendi me.

§ E'la coscienza della mia fragilità, della povertà,
   e dell'Amore che mi precede mi chiama in ogni situazione. §


venerdì 27 settembre 2019

IN DIFESA DELLA VITA COME DONO

§ "Avvenire" dopo la sentenza della Corte costituzionale che depenalizza il suicidio medicalmente assistito in caso di patologia irreversibile richiesto da una persona " capace"  ha diversi pareri  § 

* Col Card. Bassetti molti soggetti e associazioni hanno chiesto con decisione che il Parlamento chiamato nuovamente a intervenire sul "fine vita" dopo la decisone della Consulta, riconosca il diritto all'obiezione di coscienza del personale sanitario nei confronti di richieste di eutanasia e assistenza al suicidio

* E' questo il minimo che si possa chiedere al legislatore per tutelare la libertà di coscienza "dei camici bianchi" che si riconocono nell'etica della millenaria storia cristiana e laica dell'Europa. 
L'istituto giuridico dell'obbiezione di coscienza è l'ultima diga che si possa erigere in una società democratica per contenere una possibile imposizione legislativa contro il diritto inalienabile di un cittadino a obbedire alla propria coscienza (e per il credente a Dio) prima che allo Stato.
Lex iniusta non obblliga!

* Occorre superare la falsa obiezione che affrotare questi temi nelle famiglie, nella scuola, nella parrocchia. nei centri culturali...sia fronte di divisioni e il trattarli deve essere evitato. La divisione è già stata posta dalla legislazione dalle sentenze sul " fine vita " . Esse di fatto non raccolgono il consenso di tutta la comunità civile ed ecclesiastica...

§ Sono spunti sintetici ma penso utili, se leggi e rifletti poi ne parli al lavoro, al scuola, al mercato.